Mancanza di attrazione sessuale immediata: continuazione

Inviata da Lorenzo · 1 feb 2016 Problemi sessuali

Care dottoresse Ceccucci e di Rosa, volevo innanzitutto ringraziarvi per avere risposto e elaborare su quello che ho scritto (Lorenzo, 25 gennaio) prendendo spunto dalle vostre riflessioni.

Sicuramente la mia testa non e' sgombra, nel senso che a distanza di un anno sto ancora processando quello che e' successo con la mia ex e non so bene a che punto sono. Io ho messo tutto quello che avevo nella relazione, e credo che il modo in cui le cose sono andate non dia nessuna dignità a quello che c'e' stato (e' un discorso complesso che non so quanto valga la pena di affrontare). Il punto più basso e' che dopo una convivenza di un anno e un sacco di 'non ho mai avuto niente prima di simile a quello che ho con te' oppure 'ti amo, ho detto alle mie amiche che mi vedo sposata con I tuoi figli', lei e' stata capace di sposarsi con un altro 7 mesi dopo esserci lasciati, un tipo visto un paio di volte in un anno visto che lui lavora in un continente diverso. Il tutto e' parecchio destabilizzante: non credo riuscirò mai a capire come qualcuno possa schiacciare una sorta di 'pulsante di ripristino' e fare una cosa del genere. Anche per una questione di orgoglio forse, nel senso che se tu decidi di sposarti dopo cosi' breve tempo, allora che razza di dignità ha avuto la nostra relazione?
Questi sono solo alcuni dei pensieri che mi passano per la testa costantemente. Vorrei essere anche io capace di lasciarmi tutto alle spalle cosi' facilmente e andare avanti: sicuramente mi sarei risparmiato quest'anno infernale dove l'autostima e' scesa sottoterra; purtroppo (o per fortuna in realtà) io non sono fatto cosi', e somatizzo molto I traumi emotivi.
D'altra parte sono abbastanza convinto che cominciare una nuova storia sia la mia chiave di volta per mettere a tacere ogni questione col passato. Non riesco a capire se semplicemente e' troppo presto o se c'e' sotto un qualche tipo di disagio più profondo. Ho paura di non innamorarmi più e di non trovare più nessuno. Ed e' per quello che ho posto la prima domanda sull'attrazione sessuale. Io ho bisogno (non e' una scelta bigotta o simili, e' proprio fisiologico) di conoscere una persona, di instaurare una connessione prima anche solo di pensare al passo successivo. Il mio feeling con una persona e' sempre stato dettato da altre cose, non certo dall'attrazione sessuale immediata. Al tempo stesso, mi guardo intorno e vedo che per la stragrande maggioranza delle persone non funziona cosi'. Ieri si parlava con amici e loro dicevano che impazziscono se stanno qualche giorno senza fare sesso. Io e' da quando ho rotto con la mia ex che non faccio sesso e non avverto disagi fisici o comunque l'impulso di andare 'a caccia' per soddisfare questi bisogni (forse dovrei costringermi, non so). Come accennavo, mi piace fare sesso e lo cercavo quando stavo con la mia ex: ma solo con lei, non mi passava per l'anticamera del cervello nemmeno di guardare o pensare ad altre ragazze. Ora e' la paura di essere 'inadeguato', di avere 'qualcosa che non funziona'...e ovviamente tutti gli strascichi emotivi della storia precedente mi assillano. E queste cose purtroppo si autoalimentano, per cui uno ne diventa sempre piu' convinto e non ha idea di come spezzarlo questo ciclo della ripetitività.
C'e' qualcosa di patologico in tutto questo?

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 1 FEB 2016

Gentile Lorenzo,
lei deve solo elaborare il trauma dell'abbandono e non pensare di avere chissà quale patologia.
Capisco l'amarezza e capisco lo shock ma questi sono amplificati, come lei stesso ha riconosciuto, dalla sua insicurezza e bassa autostima.
Il suo modo di pensare e cioè che deve esserci con una donna prima una conoscenza, un feeling, un rapporto affettivo e sentimentale e poi il rapporto sessuale è un modo di pensare sano e sono i suoi amici ad avere "qualcosa che non funziona", almeno a livello mentale e umano (che non è poco!).
Lei non ha nulla di patologico e deve solo aspettare di fare una nuova esperienza sentimentale più gratificante.
Sarebbe però stato preferibile che quest'anno lei lo avesse trascorso non rimuginando da solo sulla sua disavventura ma accettando di intraprendere una esperienza di psicoterapia per essere meglio attrezzato per il futuro, cosa che può ancora fare e che vivamente le consiglio.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

7723 Risposte

21534 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

3 FEB 2016

Salve Lorenzo,
noto con piacere che il mio messaggio ha suscitato uno spunto di riflessione in lei, l'intervento voleva essere proprio finalizzato a questo. D'altro canto peró mi duole constatare che le continue rimuginazioni la portano ad attribuire dei significati spesso estremi alle situazioni che si presentano nella sua vita. Alla tua domanda se ci sia qualcosa di patologico in questo rispondo con un altra domanda che può farla ulteriormente riflettere sulla questione: mettendo per un attimo da parte tutti i pensieri persecutori ( quelli predominano su tutto e impediscono il fluire di tutta una serie di azioni che altrimenti avrebbero il via libera) ha mai provato a pensare che potrebbe esserci una spiegazione diversa a tutto ció? Una modalità diversa di veder le cose, ad esempio mettendosi nei panni di un altra persona che debba dare un consiglio ad un amico nella sua stessa situazione: cosa gli consiglierebbe di fare? Le sto offrendo una opportunità di veder per una volta le cose in maniera diversa, certo questo è solo nn piccolo passo per poter uscire da questa impasse che l'affligge, ma per poter fare qualcosa di concreto dovrebbe pensare di iniziare un percorso terapeutico, magari di tipo cognitivo- comportamentale, che la possa indirizzare correttamente partendo da una diagnosi specifica, impossibile da fare qui. Con la speranza di averla ulteriormente stimolata ad un aiuto positivo le lascio un caro saluto e qualora avesse bisogno non esiti a contattarmi.
Dott.ssa Di Rosa Raffaella
Psicologa clinica e dell'età evolutiva, Psicodiagnosta, Psicoterapeuta cognitivo-comportamentale a Villaricca (Napoli).

Dott.ssa Di Rosa Raffaella Psicologo a Villaricca

97 Risposte

55 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

3 FEB 2016

Caro Lorenzo
grazie mille per il tuo gentile riscontro. Passiamo del tempo qui a scrivere e certo sapere che qualcuno riflette e da importanza al nostro dire ci motiva, non è facile essere d'aiuto da un portale dove solo leggi e rispondi... :-)
Comunque sia, veniamo a te, a quello che stai aggiungendo in termini di riflessione al tuo scritto precedente.
Bèh, certo non è facile accettare che ci siano persone così "cangianti" le chiamerei... (sai quei tessuti che girandoli appena cambiano colore? ..ho fatto un paragone un pò al femminile ma questo mi è venuto in mente in definizione della tua ex).
Si, insomma, queste persone "cangianti" riescono a cambiare situazione e relazioni con niente...è una qualità? Non saprei...
Apprezzo le persone riflessive che danno valore ai sentimenti e alle profondità.
Però in tutto occorre un giusto mezzo, rielaborando emotivamente esperienze è necessario trattenerne il frutto, raccoglierne l'esperienza in quanto essenza!...Il resto va lasciato andare.
Riprendendo il discorso del sesso ribadisco quanto già detto...i "meccanismi" del sesso sono molto individuali e quindi sentiti sereno. Persone più evolute non rispondono semplicemente a stimoli dovuti ad ormoni a palla!
La collega De Rosa, e il Dott. Fiore ti hanno speigato ottimamente.
Accettati come sei e smetti di tenerti sotto "rigida" osservazione.
Un caro saluto
Dott. Silvana Ceccucci psicologa psicoterapeuta

Dott.ssa Silvana Ceccucci Psicologo a Ravenna

3083 Risposte

7409 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Problemi sessuali

Vedere più psicologi specializzati in Problemi sessuali

Altre domande su Problemi sessuali

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 31250 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 19350

psicologi

domande 31250

domande

Risposte 107200

Risposte