Non puoi recarti in nessun centro?
Trova uno psicologo online
Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

malessere esistenziale.

Inviata da Rere il 19 feb 2018 Depressione

Mi ritrovo in questa situazione da anni ormai. dala fine delle scuole superiori (tanti anni fa) sono iniziati i problemi. Mi sono chiusa letteralmente in me stessa tanto da non uscire più di casa. Ho affrontato vari percorsi terapeutici, e ne sto svolgendo uno ancora oggi. Abbiamo indivisuato le problematiche e mi è stata data delle diagnosi(ansia generalizzata dalla psichiatra e personalità dipendente, evitanti con alcuni tratti ossessiovi e borderline e abbassamento del tono dell'umore)e le cause (famiglia iperprotettiva, probemi nell'infanzia e incapacità di crescita personale). Nonostante ci siano stati dei miglioramenti (ma con altrettanti traumi), la questione di realizzazione professionale (insime alla sfera emotiva e relazionale) rimane la più urgente da risolvere. nonostante i miei genitori siano perennemente scontenti di me e nonostante fiebili miglioamenti mi mandano a pezzi cercando di mandarmi in una certa direzione che rifiuto prontamente. Ma la vera a questione è che non so cosa voglio fare nella vita. Ho il cervello perennemente vuoto e soffro per questo motivo. Avevo trovato un appiglio ma si è fasciato nel momento in cui avevo iniziato a crederci (volevo iniziare un percorso di formazione madelle grosse difficoltà non me l'hanno permesso). ora barcameno tra invii di cv e colloqui che non riesco ad affrontare, i miei genitori che non sono contenti e io che non sono felice delle reltà in cui vivo; non voglio adattarmi a questa vita perhcè sento che sono insoddisfatta ma dall'altra non ho la minima idea in cosa formarmi o buttarmi perhcè è irraggiungibile (nonostante fossi arrivata al punto che potevo iniziare a desiderare senza paura un futuro migliore). vivo in un limbo costante che la psicologa cerca di aiutarmi come può. io sto cercando anche un po' di concretezza, visto che passo ogni giorno a informarmi sui miei disturbi e analizzo ogni lato di me stessa(di lavoro su me stessa ne sto facendo tanto).
forse sbaglio professionista, forse sbaglio io approcio. Resta il fatto che sono disperata e da qualche tempo vedo il suicidio(vorrei evitare ma le alternative sento che non mi danno soddisfazione alcuna ne a me ne a chi mi circonda) come unica via d'uscita, nonostante mi stia sforzando da sola di trovare soluzioni (che alla fine risultano fallimentari o non conformi alla realtà).
sento costantemente una sensazioen di vuoto che voglio che sia riempita.
non ho nessuna possibilità di allontanarmi dal contesto di casa.
Vi ringrazio per la disponibilità.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Buongiorno, Lilli.
sicuramente questa ti sembrerà una risposta "poco professionale", perché non ti parlerò di diagnosi (né psicologiche né psichiatriche), non elencherò i tuoi sintomi , non farò riferimento alle tue dinamiche. Del resto, di psicologi ne hai incontrati tanti,con un'altra hai un percorso in atto e internet può fornirti molte altre notizie che loro non ti hanno ancora dato.
Vorrei partire perciò da un consiglio ....banale:
visto che non sai cosa vuoi, ma provi una grande insoddisfazione, non soffermarti sugli obiettivi da raggiungere o sui corsi di formazione da intraprendere o su che cosa ti piaccia intraprendere, ma ....... da quello che non faresti mai, da quello che non ti appartiene anche se può sembrare a molti apprezzabile o conveniente, da quello che non riguarda le emozioni, gli interessi, le convinzioni, i sogni di Lilli.
Questa prima "scrematura" ti potrà far sentire almeno un po' più leggera, meno confusa, meno disorientata. Almeno potrai riformulare ipotesi o progetti escludendo le cose che valgono zero, per te, e che quindi non valgono nemmeno lo sforzo di provarci.
Poi, nel pensare ad una professione a cui tendere, non pensare al titolo generico di diploma, o di laurea o di formazione, ma al campo in cui ti dispiacerebbe meno lavorare: ad es:
- a contatto con la natura?
- a contatto col pubblico?
- in una casa o in un ufficio?
- in un ruolo protagonista?
- in gruppo?
- con un computer come strumento di lavoro?
- con qualcosa che riguardi le mani e la creatività?
- con qualcosa che richieda prendersi cura di qualcuno?
Dopo questa seconda scrematura si saranno ridotti di molto i curriculum da inviare.
E infine, puoi restare a casa dove ti trovi, ma puoi rendere lo spazio in cui tu vivi "più tuo", con la disposizione, i colori, gli oggetti che vuoi mantenere o comprare; e poi spostando, o buttando via, o riponendo, o cambiando quelli che..... non piacciono a Lilli.
Sono convinta che molte altre decisioni o scelte verrano spontanemente a te: a volte si produce un processo a catena, quando si comincia a "muoversi".
Buon lavoro, Lilli. Molti auguri!

dott.paola miele caccavale .
Centro PER.FA.RE (Persona Famiglia Relazione) . Napoli

Centro PER.FA.RE. PERsona FAmiglia RElazione Psicologo a Napoli

34 Risposte

17 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Salve Lilli
spiacente per la tua situazione, immagino la sofferenza in cui vivi. Ne deriva una ricerca di soluzioni urgente e caotica, che non porta i risultati sperati e ciò incide negativamente sulla visione di te, del mondo, del futuro. E la soluzione ultima appare il suicidio. Ma quella non è la soluzione, quella è l'arresa.
Spero tu abbia informato la terapeuta che ti segue, altrimenti informala subito, in modo che possiate valutare insieme come arginare il rischio suicidario: anche se ora, da quello che riferisci, sono solo pensieri, la cosa non va assolutamente trascurata.
Un'ultima cosa: non ho ben capito chi ti segue: hai citato psichiatra e poi psicologa. Segui una terapia farmacologica o solo psicoterapia?Di che genere (cognitivo-comportamentale, sistemica, analitica)?
Tienimi aggiornata
Dott.ssa Bracci

Dott.ssa Lorenza Maddalena Bracci Psicologo a Guagnano

72 Risposte

35 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Depressione

Vedere più psicologi specializzati in Depressione

Altre domande su Depressione

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 20650 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 16000

psicologi

domande 20650

domande

Risposte 80300

Risposte