Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

Mal d'amore e sensazione che non ci sia via d'uscita

Inviata da Luca il 24 ago 2019

Tutto è cominciato a Giugno 2018, un anno fa. Ho conosciuto una ragazza fidanzata, e inizialmente la consideravo solo una amica. Dopo due mesi, lei si è litigata con il suo fidanzato e da allora ci siamo scambiati frasi un po' affettuose e amorevoli, lei mi diceva che ero l'unica persona capace di fargli dimenticare il suo ragazzo, che la trattava male, di conseguenza mi ci sono affezionato e cominciava a piacermi, improvvisamente poi mi dice che stava male perché gli mancava il suo fidanzato e che voleva cercarlo per fare pace. Inizialmente ci rimasi molto male, ma è durata solo un giorno la delusione, il giorno dopo avevo già dimenticato tutto e l'ho riconsiderata come una semplice amica. Pensate che per 13 giorni non la cercai più, e mi cercò lei dicendomi che gli mancavo troppo. Da allora (Settembre 2018 ) fino ad Aprile abbiamo parlato più o meno da amici, mi ero tolto tutti i pensieri dalla testa, il più delle volte mi contattava lei anzi. Ad aprile, poi, litigò di nuovo col suo ragazzo e ricominciò a scrivermi frasi amorose e tutto, mi diceva che sono un bel ragazzo, che sono più bello del suo fidanzato, mi diceva nuovamente che solo io potevo fargli dimenticare di lui, anche se mi diceva che gli mancava il suo ragazzo e stava male. A questo punto io mi ci sono affezionato nuovamente. Siamo usciti a fine Maggio e io l'ho baciata, lei ci stava e tutto, ma mi diceva sempre che gli mancava il suo ragazzo. Dopo qualche giorno torna con lui ma l'atteggiamento nei miei confronti non cambia: continua a scrivermi (anche cose amorose) e a mandarmi gli screen della loro chat prendendolo in giro con me. Il 30 Luglio lei ha deciso di lasciarlo e di dimenticarlo e da allora non parlano più, parla solo con me ma sinceramente io sono ormai arrivato al limite e non voglio più fare passi in avanti. Tuttavia, la situazione è che non riesco a fare a meno di parlare con lei. La notte mi sveglio e guardo le notifiche per vedere se ha risposto, guardo continuamente il telefono e quando mi risponde sento una sensazione di felicità che si oppone a una sensazione di tristezza quando ad esempio fa altro e non si collega per 3 o 4 ore. Nel mese di Giugno, quando era tornata col suo ragazzo, avevo provato in tutti i modi ad allontanarmi, glielo dissi che non volevo più sentirla ma lei si mise a piangere e non riuscì a dormire la notte perché mi ha detto che sono molto importante e non vuole perdermi, provai anche a non scriverle più nulla, a darle risposte secche ma dopo pochi minuti mi ricontattava sempre. Passo costantemente le giornate a rimuginare su questa situazione e a concludere poco, faccio fatica a studiare (vado all'università). La cosa che non mi dà pace è che non capisco cosa provo per lei, perché anche se mi dovesse dire che si vuole fidanzare con me io non sarei comunque felice perché sì, mi piace e mi attrae tantissimo fisicamente, ma a cuor mio so che non è una ragazza per me. Non capisco poi perché fino a Gennaio riuscivo a rimanere amico con lei pur provando qualcosa e pur venendo rifiutato senza starci troppo male: all'università andavo a bomba e riuscivo a fare un sacco di attività ugualmente. E' da quando mi ci sono riaffezionato la seconda volta che sono diventato un inetto, studiare e mantenere la concentrazione è una grande fatica, perdo troppo tempo a pensare a questa situazione a cosa fare. La mia psicoterapeuta è in maternità e tornerà tra 7 giorni, intanto voglio chiedere un vostro parere, anche se suppongo che la mia psicoterapeuta mi dirà di tagliare i rapporti con questa ragazza.. Pensate che ho silenziato tutte le chat WhatsApp tranne la sua, perché quando sento il cellulare vibrare e vedo che è una notifica di WhatsApp sto male se poi vedo che non è stata lei a scrivermi. Non so cosa abbia, so solo che ho una gran voglia di ripartire e spaccare il mondo, ma è come se mi sentissi bloccato.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Gentile Luca,
quando ad aprile questa ragazza ha di nuovo litigato col fidanzato ed ha cominciato a sbilanciarsi con te indirizzandoti frasi amorose, avresti fatto molto meglio a farla definire, tanto più che lei ti diceva che comunque le mancava ancora il suo fidanzato e per questo ci stava male.
Purtroppo ti sei fatto trascinare dalla sua ambiguità e ti sei imbrigliato da solo trovandoti ora in difficoltà.
Anche il fatto che la ragazza a giugno è stata insistente nel ricontattarti quando ti sei allontanato avrebbe dovuto essere colto da te come un segnale negativo.
Come la tua terapeuta, anch'io sono d'accordo sul fatto che con questa ragazza è preferibile tagliare i rapporti, cosa che in fondo sai anche tu per quanto possa dispiacerti.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

6600 Risposte

18475 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Luca,

le relazioni che intratteniamo con gli altri sono sempre complesse, intendendo con questo termine il fatto che vanno al di là del momento e della persona che abbiamo di fronte, ma ci coinvolgono profondamente, richiamando le nostre esperienze, i rapporti del passato e i significati che ad essi abbiamo attribuito.

Per questo è sempre difficile prendere decisioni razionali, pensando di poter decidere a tavolino se dimenticare o no una persona. Si potrà provare a mettere in pratica il pensiero sul piano dei comportamenti, come quando si dice "non le telefonerò più; cercherò di non vederla più", ma i sentimenti non possono essere pilotati.

Occorre dunque valutare in profondità le motivazioni che ci legano agli altri; nel suo caso specifico si tratta forse di chiedersi che cosa la lega a persone che illudono della loro presenza ma non ci sono mai veramente.

E' importante dunque che discuta con la sua psicoterapeuta i significati di questa sua relazione. Solo questa è la strada per prendere decisioni equilibrate e utili al proprio benessere.

Cordiali saluti.

Dott.ssa Barbara Furlano.
Psicologa, Psicoterapeuta, Specialista in Psicologia Clinica - Asti

Dott.ssa Barbara Furlano Psicologo a Asti

63 Risposte

117 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 19250 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 15550

psicologi

domande 19250

domande

Risposte 78200

Risposte