Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

Mai stato da un psicologo, come scegliere quale?

Inviata da anonimo il 17 feb 2014 Orientamento professionale

salve a tutti, spero possiate aiutarmi qui, perchè neanche saprei a chi altro chiedere. da qualche tempo credo di avere diversi "problemi" che vorrei risolvere parlando con qualche psicologo, dato che alcuni mi stanno anche dando parecchi fastidi. il fatto è che, cercando da ignorante su internet, trovo un sacco di psicologi con un sacco di specializzazioni diverse ma, per uno come me, senza significato utile. vorrei allora approfittare dell'anonimato per esporvi alcuni miei "problemi" e chiedere quindi che assistenza cercare:
-ho un perenne senso di esclusione, e mi sento perennemente diverso da chiunque, e questo non mi permette di essere sincero nelle relazioni, non mi fido quasi di nessuno, e tutto questo senza neanche un vero è proprio senso di superiorità: pura e semplice diversità. arrivo ad avere rapporti puramente utilitaristi con alcune persone
-per quanto io sia estremamente calmo, mi arrabbio per moltissime cose, specie di natura ideologica: non riesco a stare a lungo tranquillamente con chi fa qualcosa che mi da fastidio, e le cose che mi danno fastidio sono infinite. questo porta anche a essere combattuto sul come dovrei comportarmi: devo essere rigido ai miei principi o "lasciare correre"?
-uscire mi è spesso odioso, perchè fuori c'è "la gente" e io mi sento perennemente a disagio in mezzo alla gente, mi sento inadatto alla folla e o a cose normali come le feste. credo sia una specie di stile evitante di personalità (so che non dovrei fidarmi di me stesso e di internet, ma un giorno sono capitato sulla pagina di wikipedia e mi sono ritrovato in praticamente tutti i sintomi di questa sindrome). preferisco la solitudine alla compagnia, spesso e volentieri, pur soffrendo di questa scelta
-faccio fatica a svolgere cose imposte dagli altri, anche quando mi interessano, come a scuola
questi sono i principali. non so neanche se siano problemi veri o se tutti in realtà li abbiano. io non so a quale specialista dovrei chiedere di aiutarmi, quindi chiedo a qualcuno che ne sappia più di me di aiutarmi a scegliere.
approfitto per chiedere alcune altre cose informazioni: so che dovrei dirlo anche ai miei genitori, ma credo anche di essere disposto a rinunciare se devo passare per la mia famiglia. non mi vergogno di avere "problemi", tutti li abbiamo, ma molta gente non conosce questo mio lato, e la mia famiglia ne è ancora allo scuro, e intendo continuare così. è possibile? dato che vorrei evitare di mettere in mezzo i miei, vorrei anche evitare di mettere in mezzo i loro soldi. ho una specie di stipendio, ma non credo basti. come funziona il pagamento?
cordiali saluti, anonimo

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Egregio navigante,
(riporto, adattando, da "il manuale pratico del benessere")Internet può aiutarla: interrogando i motori di ricerca o certi siti di categoria istituzionali (Ordine degli Psicologi, divisi per regione e Ordine dei Medici, divisi per provincia) o privati (come questo sito). Il miglior modo per individuare un terapeuta è attraverso il consiglio di qualcuno che ha avuto un problema simile e che ha avuto una buona esperienza con quel particolare terapeuta, anche se alla fine è preferibile farsi un’opinione personale, telefonando al professionista o, meglio, visitando direttamente il suo studio clinico. Il primo accorgimento è accertarsi che sia iscritto ad uno dei due ordini professionali(Psicologi o Medici): in un ambito molto delicato come quello dei problemidella psiche (disturbi comportamentali, emozionali e del sistemacognitivo) ci sono purtroppo tanti ciarlatani che si spacciano perterapeuti, “consulenti”, “ricercatori”, “studiosi”, “esperti” o utilizzano,indebitamente e furbescamente, il suffisso “psico-” senza aver titolo,ma soprattutto senza una regolare iscrizione ad un ordine professionalesanitario, che rappresenta una tutela per il cliente. Inoltre se
qualcuno dice che è “terapeuta” non significa che abbia seguito unidoneo addestramento. Le persone possono autodefinirsi terapeuti,psicoterapeuti, analisti o “consulenti” matrimoniali di coppia o sessuali,o ipnotisti o sessuologi e non aver seguito un idoneo percorso
universitario o comunque formativo, con idoneo riconoscimento
ordinistico dello stesso da parte dell’Ordine professionale di appartenenza
(“…il Consiglio dell’Ordine ha deliberato la validità della suacertificazione e pertanto le è stato consentito l’esercizio dell’attività
psicoterapeutica”). Sebbene tale prassi sia poco comune all’estero,
in Italia è ancora possibile che succeda.
Nei casi dubbi conviene pertanto telefonare agli Ordini professionali,presenti in ogni capoluogo di regione, chiedendo se tale persona
risulta iscritta, se è abilitato ad esercitare la psicoterapia, se è
veramente specializzato in tale o tal altra disciplina.
dr paolo zucconi, sessuologo clinico e psicoterapeuta comportamentale in friuli venezia giulia

Dr. Paolo G. Zucconi (sessuologia clinica & Psicoterapia) Psicologo a Udine

1087 Risposte

1560 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Caro anonimo
Capisco che non sia facile scegliere uno psicologo da una lunga lista, provi a sentire il suo medico di famiglia se ha qualcuno da consigliarne; per quanto riguarda il pagamento ne parlerà direttamente con la persona che la seguirà nel suo percorso in base anche al tariffario degli psicologi.

Dott.ssa Rossella Boretti Psicologo a Prato

111 Risposte

99 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Salve anonimo, lo psicologo lo scegli "assaggiandolo", nel senso che se non te ne viene consigliato uno da qualcuno che ci è stato, vai e senti se ti va bene, altrimenti ne provi un altro. A volte il primo colloquio è gratuito proprio per dare la serena possibilità di scegliere. Per quanto riguarda i soldi, ti devi accordare col professionista, se per caso sei minorenne è un altro discorso, nel senso che i tuoi devono saperlo e devono firmare un consenso informato, entrambi. In bocca al lupo Paolo

Dott. Paolo Molino Psicologo a Firenze

4 Risposte

3 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Caro Anonimo,
tutti noi incontriamo diversi problemi nel corso della vita. E' importante però saper affrtontarli e risolverli in modo adeguato. Per poter aiuatarla prima di tutto dovrei conoscerla e visto il suo imbarazzio dalla oppignonie pubblica le consiglio di frequentare uo specialista on-line /mi contati se vuole/.
In bocca al luppo

Dott.ssa Stoyanka Georgieva Psicologo a Omegna

225 Risposte

136 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

I sintomi di disagio che lei riferisce sono da ricondurre al vissuto famigliare. Infatti nella grande maggioranza dei casi è nei vissuti relazionali nel nucleo famigliare di origine che si trova la spiegazione alle problematiche che si hanno poi in età adulta.

Acquisire consapevolezza di queste dinamiche familiari e sciogliere ed elaborare i nodi emotivi che le causano i sentimenti di ira, di sfiducia negli altri e di esclusione è la via per risolvere anche i suoi problemi psicologici.

Può valutare di farsi seguire online, alcune ricerche hanno concluso che la consulenza online può funzionare come e anche meglio di quella nello studio del professionista.

Per la scelta dello psicologo dovrebbe cercare, ascoltare il suo istinto e trovarne uno con il quale si sente a suo agio, che le propone preferibilmente una soluzione in un periodo di tempo limitato e che le viene incontro in base alle sue esigenze specifiche (senza esagerare).

Per il pagamento dovrebbe parlarne con il professionista e trovarne uno che accetti di venirle ragionevolmente incontro in base alla sua situazione per la tariffa, la frequenza dei pagamenti, la modalità ecc.

Dott. Fabrizio Mardegan Psicologo a Vedelago

20 Risposte

11 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

gentile anonimo
forse anche qui non troverai le risposte che cerchi in quanto ognuno di noi tende a consigliare l'orientamento terapeutico che utilizza e a considerarlo migliore degli altri (psicanalisi, terapia cognitiva, sistemica, etc.). Ti consiglio di continuare ad informarti su internet sugli approcci principali e soprattutto su tempi e costi -alcuni come la psicoanalisi classica richiedono colloqui più volte a settimana per molto tempo, altri come la terapia cognitivo comportamentale sono più brevi e richiedono un incontro alla settimana-.
Verifica sempre che lo psicologo sia iscritto all'albo di appartenenza.
Per limitare i costi puoi inoltre cercare un servizio di consulenza online (solitamente offerto via skype) che di solito ha una tariffa inferiore in quanto non comporta spese di affitto e gestione di uno studio per il professionista.
Qualora non fossi ancora convinto, puoi consultare quegli psicologi che offrono un primo colloquio gratuito e verificare se ciò che ti offrono in termini di terapia e costi sia adeguato alle tue esigenze.
Tieni presente però che se sei minorenne i tuoi genitori dovranno prestare il loro consenso al tuo trattamento.
Cordiali saluti

Dott.ssa Gioia Negri Psicologo a Cologno Monzese

32 Risposte

21 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Caro anonimo,
Potrebbe evitare di mettere in mezzo i suoi solo se lei è maggiorenne in caso contrario deve parlarne con i suoi genitori in quanto suoi tutori, per quanto riguarda un minor prezzo potrebbe rivolgersi al consultorio familiare della sua città che ha costi molto più bassi.
Il terapeuta che la potrebbe aiutare secondo il mio parere è di orientamento cognitivo comportamentale.
Cordiali saluti
Dott.ssa Petrini Consuelo

Dott.ssa Petrini Consuelo Psicologo a Porto San Giorgio

30 Risposte

9 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile utente,
non credo sia centrale il tipo di specializzazione nell'intervento psicologico, quanto piuttosto il tipo di professionista. Non può avere la certezza di scegliere quello giusto. Può capire però se non si trova bene.
Credo che quelli che ha elencato siano problemi importanti.
Anche se non sembrano esserci veri e propri sintomi quei problemi la fanno soffrire, non le permettono di vivere la vita pienamente.
Provi a cercare di contattare qualcuno, magari scegliendo in questo portale, che ha professionisti di ottima qualità.

Restiamo in ascolto

Dr Mori, Psicologo Sessuologo Psicoterapeuta Psicologo a Siena

573 Risposte

373 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Buongiorno,
da quello che lei descrive sembra si tratti di problemi relazionali derivanti da alcuni aspetti caratteriali ma è impossibile dire di più senza un'opportuna valutazione. Mi sento di consigliarle dunque una terapia che tenga in considerazione questi aspetti, come ad esempio una terapia metacognitiva interpersonale che è quella che io conosco e sui cui posso assicurarle l'utilità. Per quanto riguarda il secondo aspetto, non è tenuto a comunicare ai suoi familiari i suoi problemi oppure che intende iniziare un percorso se è maggiorenne. Infine per il pagamento ognuno ha un suo tariffario che comunque è regolato dal tariffario dell'Ordine degli Psicologi. Posso dirle che quasi tutti gli psicologi, laddove ci siano reali difficoltà per il pagamento, adottano una tariffa più bassa rispetto a quella normale. Spero di esserle stata utile.
Dr.ssa Silvia Carlucci

Dott.ssa Silvia Carlucci Psicologo a Vasto

1 Risposta

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

carissimo, è ammirevole la tua forza id volontà e il tuo desiderio di cambiamento: sai che fai fatica ad esporti e a parlarne eppure stai trovando i mezzi e gli strumenti per avvicinarti a te stesso. Un qualsiasi terapeuta della tua zona andrà bene per le difficoltà che descrivi, se poi non dovessi trovarti bene nulla ti vieta di cambiare. Puoi semplicemente dagli annunci sui quotidiani locali o dalle pagine bianche, altrimenti se conosci qualcuno di cui ti fidi, puoi chiedere qualche consiglio e scegliere un terapeuta per passaparola. Se sei minorenne il coinvolgimento della tua famiglia è d'obbligo perché non puoi essere seguito senza l'autorizzazione dei tuoi genitori, altrimenti puoi agire autonomamente. Per il pagamento puoi prendere accordi diretti con il terapeuta che sceglierai che ti proporrà la sua tariffa e prenderete accordi individuali.
buon lavoro
Dott.ssa Gabriella Petrone - Piacenza-

Gabriella Petrone Psicologo a Fiorenzuola d'Arda

57 Risposte

46 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Orientamento professionale

Vedere più psicologi specializzati in Orientamento professionale

Altre domande su Orientamento professionale

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 19850 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 15700

psicologi

domande 19850

domande

Risposte 79250

Risposte