Ma come diamine si fa? Arrivati a questo punto?

Inviata da Anonimo · 1 feb 2016 Trauma psicologico

Ragazzi dopo tanti studi sono arrivato alla ferita. Non so bene come muovermi.Ho recuperato la sensazione Distruttiva, l'Impulso di morte, la sensazione di Baratro, di Angoscia come se la Terra si aprisse e fossi risucchiato perdendo l'equilibrio. Ricordo la fonte: Mia Mamma. Era insegnante di Matematica e Fisica e le violenze verbali davanti alle mie richieste verbali erano come esplosioni mimiche enormi, almeno vissute da me cosi'. La mia naturalezza e spontaneità moriva davanti a quella sensazione di Vuoto Mostruoso come se cadessi nel baratro sentendo dolore nelle mani nel corpo...come un terremoto che ti risucchia. Quelle esplosioni verbali immotivate mi hanno fatto fissare l'Io su quel baratro. Cosi' mi sono ritirato dal mondo e retroflesso nell'Io, per vivere emozioni in sicurezza. Ho un problema grosso anche con l'Ideale dell'Io..come immagine chiamiamolo Capitain America che e' stato distrutto da mia Mamma definendolo omosessuale, depravato, pederasta, pedofilo. Io avevo 10 12 anni. Quel Mito si e' annientato e sostituito da un Femmineo Uomo, di aspetto elegante che mai desidererebbe fisicamente una donna come oggetto sessuale (falso Io). Papa' era inesistente e mi prendeva come un pupazzo a uso e consumo alternando vittima e persecutore. Entrambi i miei genitori hanno subordinato Me ad una Immagine Vincente sul Mondo da esporre come un trofeo ma nessuno si e' mai preoccupato di cosa sentivo mentre mi veniva inflitto tutto questo. Sono uscito dal mondo e ho costruito il Mondo in Me con la fantasia. Il contatto col Mondo mi dava dolore e sono andato in Terapia. Ho studiato tutte le Parti dell'Io usando Dio solo sa quante energie e sono arrivato ad un danno di Amore, perché diventa Buco Nero, Terrore davanti al Mondo perché e' irreparabile. Purtroppo e' una esperienza impressa. Ho un Ideale dell'Io, esito del Narcisismo Primario e padre del Mio Genitore Interno che e' Hitler misto a Capitain America.
Ho la scissione che mi fa sentire terrore davanti alla mia autonoma scelta e mi fa andare nel Falso Io, ho il triangolo (la parte che meno mi preoccupa) della Vittima e del Carnefice e del Salvatore e sono sensibilissimo per le confessioni di donna a figlio (trattato da donna) per l'insensibilità del Marito. Ho anche il tratto ossessivo per il dolore di aver confuso l'aspettativa di amore con un obiettivo ben fatto. Credo che la soluzione sia usare i personaggi nel verso giusto, come dice Assagioli..elaborare con il tratto schizotipico, ottenere risultati con l'Ossessivo, scegliere per Se realizzando che quell'impulso di morte vissuto davanti all'esplosione di una Madre disturbata come una colpa esistenziale e' solo una risposta di un bambino li e allora.
Credetemi e' un impulso pre verbale enorme, ed e' difficile elaborare un dolore angoscia terrore passato cosi' forte. E' come aver continuato a vivere dopo l'esperienza sensoriale di essere stati inghiottiti dalla terra, in scenari ancestrali. E' un impulso che pre esiste all'Uomo e da Adulto sinceramente non so elaborarlo benissimo. Posso contestualizzarlo e non fa più paura ma e' un Vissuto che io lego alla mia spontaneità' di essere ed e' quel Mostro che mi ha bloccato per anni.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 3 FEB 2016

Caro Franco
ti faccio i complimenti per l'esposizione che hai saputo dare dei tuoi problemi intrapsichici e per avermi fatto sentire la senzazione di sprofondamento e di baratro, che tu stesso hai provato e, a mio parere, resa vivida qui nel tuo scritto.
Certo, dovendo fare un'analisi per esporci il tuo caso, contieni le emozioni che però sono ben presenti in te, anzi, magari troppo presenti, con le loro primitive angosce che ancora incombono su di te.
Penso che il lavoro che hai fatto (non ho ben compreso se da solo o accompagnato da uno psicoterapeuta) ha portato a molti chiarimenti e penso sia un punto di riferimento da cui poter andare avanti e arrivare ora, dopo l'analisi, ad una sintesi.
Per questo penso che il tuo punto di riferimento in Assagioli sia quanto di più opportuno e azzeccato.
Le indicazioni della psicosintesi in tal senso sono chiare e tu fai pure vedere di averle ben comprese; c'è un richiamo al presente e ad un agire in armonia di intenzioni e di azioni, seppur in istanze di sub-personalità motivanti in modo eterogeneo.
Trovando punti d'incontro in te stesso, liberando da scorie improprie l'ideale dell'io originario e liberandolo anche da sovrastrutture egoiche di rigidità inaudita, occorre affiancarlo alla guida del Sè superiore, così facendo penso tu possa portarti ancora avanti di molto.
Però tutto da solo forse non è ancora possibile a motivo soprattutto di quella "voragine" che si ripresenta, a volte.
Insomma hai imparato a camminare ma ora ti occorre pure di saper volare ogni tanto...l'ha fatto Dante, superando la voragine infernale ed elevandosi nel purgatorio.
Cioè, nella complessità dell'argomento che stiamo trattando, il mio consiglio è semplice...lasciati trasportare dalla forza ascensionale che nel "qui ed ora" ti farà balzare oltre (la voragine soprattutto, ma non solo!).
Un caro saluto
Dott. Silvana Ceccucci psicologa psicoterapeuta

Dott.ssa Silvana Ceccucci Psicologo a Ravenna

3084 Risposte

7335 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

2 FEB 2016

Gentile Franco,
mi sembra dalla lettura del suo scritto che ci sia tanta tecnica, ma poco cuore. E' tutto molto intellettualizzato, anche se la sofferenza ed il dolore vengono citati sembrano parole vuote del loro contenuto. Mi sembra una prova tecnica di conoscenze teoriche dove la pratica è ben lontana dall'esserci. Tutto molto costruito, non vissuto realmente, non ingerito, digerito ed utilizzato per crescere.
Se questo è frutto del suo percorso terapeutico, credo che l'unica persona con la quale confrontarsi su queste tematiche sia il suo terapeuta.
Cordiali saluti
dott. Anna Ambiveri
Psicologa-Psicoterapeuta

Dott.ssa Anna Ambiveri Psicologo a Torino

64 Risposte

64 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Trauma psicologico

Vedere più psicologi specializzati in Trauma psicologico

Altre domande su Trauma psicologico

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 30050 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 18850

psicologi

domande 30050

domande

Risposte 102350

Risposte