Lutto, senso di colpa, trauma

Inviata da Anonimo il 9 lug 2019 3 Risposte  · Elaborazione del lutto

Buongiorno,
scrivo non per me, ma per il mio ragazzo.

Suo fratello gemello si è tolto la vita 4 anni fa, e il mio ragazzo prova un forte senso di colpa per non essergli stato accanto dopo il primo tentativo suicida: è convinto che se lo avesse fatto, suo fratello avrebbe superato quel momento e sarebbe ancora vivo.

Ora anche lui mi ha confessato che desidera "vivere poco", che spesso spera di non risveglliarsi mai più. So che ha tentato il suicidio 2 volte anche lui, credo subito dopo la morte del fratello.
Ora non penso riproverebbe, ma non si fa problemi a mettersi in situazioni pericolose, giustificandosi dicendo che non si vuole bene e che il senso di colpa non potrà mai permettergli di essere felice, nonostante l'amore che riceve o prova per me o per chiunque altro nella sua vita.

È già stato in cura in seguito al lutto, ma evidentemente non ha risolto questo senso di colpa che lo divora e ora è restio a cominciare una nuova terapia. Perciò vorrei andare abbastanza a "colpo sicuro", chiedendo quali siano i migliori metodi terapici per un caso del genere.

Terapia EMDR? Ipnosi? Mindfullness? Altro?

Ringrazio tutti per l'attenzione e per le risposte che mi darete.

ragazzo

Miglior risposta

Gentile Sabrina,

non esiste una terapia migliore in senso assoluto, dipende molto dalle caratteristiche del paziente.
Sicuramente l'EMDR è la terapia elettiva per la cura dei traumi, quindi sarebbe certamente adatta per l'elaborazione del lutto. Tuttavia la situazione di cui parli è molto complessa e dolorosa e molto probabilmente il tuo ragazzo, dopo aver elaborato il lutto dovrà lavorare su altri aspetti non risolti di sè. Per questo è bene individuare un terapeuta che utilizzi l'EMDR ma che segua anche un approccio psicoterapeutico con cui il tuo compagno si senta a suo agio.

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

Buon giorno Anonima, ciò che racconti è veramente tristissimo. Quello che è rivelatore di una situazione psicodinamica profonda e seria è il senso di colpa che definisci atroce e divoratore, e le spinte suicidarie..
Non credo che gli approcci terapeutici che hai citato siano sufficienti ad affrontare questi disturbi, queste sofferenze, così forti. Penso che occorra un a psicoterapia psicodinamica intensiva, meglio sarebbe una psicoanalisi.
Sono percorsi ben più impegnativi di quelli che tu hai citato ma di fronte a tentativi di suicidio e comportamenti autodistruttivi non mi sembrano assolutamente sufficienti.
Resto a Tua ( Vostra ) disposizione e Ti saluto cordialmente.
Dr. Marco Tartari, Roatto Asti

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

10 LUG 2019

Logo Dott. Marco Tartari Dott. Marco Tartari

680 Risposte

389 voti positivi

Gentilissima,
Ogni psicoterapia presenta una validità intrinseca, ciò che fa la differenza è la qualità della relazione che si instaura tra paziente e terapeuta. Scelga un terapeuta che ha diversi anni d'esperienza e certificazioni accreditate, normalmente ciò è garanzia di professionalità.
Non lasci passare troppo tempo, questo ragazzo ha bisogno di essere seguito.
I miei migliori auguri
Dr.ssa Donatella Costa

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

9 LUG 2019

Logo Dr.ssa Donatella Costa Dr.ssa Donatella Costa

2375 Risposte

2016 voti positivi

Domande simili:

Vedi tutte le domande
condizionamenti e senso di colpa

1 Risposta, Ultima risposta il 31 Luglio 2018

Ipocondria, fobie e lutto

3 Risposte, Ultima risposta il 14 Febbraio 2018

Lutto complicato

5 Risposte, Ultima risposta il 31 Marzo 2015

Insicurezze sessuali e traumi del passato

1 Risposta, Ultima risposta il 02 Aprile 2018

Crisi psicofisica dopo lutto

2 Risposte, Ultima risposta il 12 Marzo 2019

Crollo psicofisico dopo lutto

4 Risposte, Ultima risposta il 24 Novembre 2015

Una vita in sospeso per colpa dell'università

5 Risposte, Ultima risposta il 02 Febbraio 2015

Malpractice?

2 Risposte, Ultima risposta il 27 Settembre 2017

Credo di avere bisogno di un aiuto, ma non sono sicura di meritarlo

2 Risposte, Ultima risposta il 13 Settembre 2017