Lutto da affrontare: cosa mi sta succedendo?

Inviata da CRISTINA · 1 ott 2013 Elaborazione del lutto

Buongiorno, dopo un mese e mezzo di ricovero in ospedale mia mamma è deceduta al 31 agosto. Io ad oggi avrò versato lacrime per pochi minuti e per tre o quattro volte.... misento a volte troppo tranquilla non ho reazioni mi vengono solo dei brividi ogni volta che l'ho dico.. e vengo a lavorare come se fosse successo anni anni fa e non da un mese...io dentro ogni volta che ci penso, mi sento MORIRE. Vorrei raggiungerla immediatamente e stare con lei di nnuovo se penso alla mia vita a 40 anni senza di lei mi sento morire ma intanto non reagisco non ho reazioni mentre lo penso.. il mio compagno pensa ad una depressione in corso che non voglio ammettere... io non lo so, dentro mi sento strana,ah! tra l'altro come se non bastasse ho appena ricevuto un azione di sfratto, dall'attività che svolgo come estetica. sono io la titolare.ho avuto dei ritardi nei pagamenti data la forte crisi che cè e il proprietario delle mura mi sta dando lo sfratto.. e io continuo a essere ferma indifferente..chiedo scusa non mi sono presentata,mi chiamo cristina ho 34 anni e sono di lodi

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 2 OTT 2013

Buongiorno gentile Cristina,
quando perdiamo una persona cara il dolore ci assale mettendo a repentaglio tutte le nostre certezze, solo che per sopravvivere siamo "programmati" dalla natura a difenderci e leggendo la sua richiesta percepisco quanto il suo dolore non sia tanto negato quanto gestito il più possibile per rimanere integra anche psicologicamente. Le suggerisco di intraprendere un percorso di Sostegno Psicologico con uno psicologo psicoterapeuta de visu in quanto ci sarà un momento in cui la sua sofferenza avrà uno sfogo e per questo è importante che sia sorretta. Spero che queste mie parole possano farle comprendere quanto la capisco.
Cordialmente

Dr.ssa Anna Mostacci Psicologa Psicoterapeuta Psicologo a Roma

1714 Risposte

2846 voti positivi

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

22 OTT 2013

Gentile Cristina,
il percorso di elaborazione del dolore per la perdita di una persona cara non è semplice e la confusione che prova a riguardo è perfettamente comprensibile. Di certo le difficoltà in ambito lavorativo rendono la situazione ancora più complicata. Il "distacco" che sembra provare è una difesa messa in atto per proteggersi dall'intensa sofferenza che caratterizza le prime fasi del cordoglio.
Il modo migliore per accelerare il processo di accettazione è prendere contatto con i sentimenti e le emozioni provate in maniera tale da poterli affrontare ed esprimere adeguatamente. In questo momento le sarà utile il supporto di uno psicoterapeuta o di un gruppo terapeutico. In tal modo potrà trovare un adattamento alla nuova realtà e dare uno spazio adeguato nella sua vita interiore al ricordo di sua madre. Così potrà ricordarla senza essere invasa da sentimenti di disperazione e proseguire con il suo percorso di vita in maniera più serena.
Un cordiale saluto,
Dott.ssa Di Luca- Collaboratrice Es Psicologia

Es Psicologia Psicologo a Teramo

11 Risposte

5 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

22 OTT 2013

Gentile Cristina,
il percorso di elaborazione del dolore per la perdita di una persona cara non è mai semplice e la confusione che sta provando sono perfettamente comprensibili. il "distacco" che sembra provare è una difesa messa in atto per proteggersi dall'intensa sofferenza che caratterizza le fasi iniziali del cordoglio.
Il modo migliore per accelerare il processo di accettazione è quello di prendere contatto con i sentimenti ed emozioni provate in maniera tale da poterli affrontare ed esprimere in maniera adeguata. In questa fase le sarà molto utile il supporto di uno psicoterapeuta o di un gruppo di Auto-Mutuo Aiuto. Così facendo potrà trovare un adattamento alla nuova realtà e dare uno spazio nella tua vita interiore per il ricordo di sua madre. A quel punto riuscirà a ricordarla senza provare sentimenti di disperazione e questo le permetterà di proseguire il suo percorso di vita in modo più sereno.
Un cordiale saluto,
Dott.ssa Di Luca- Collaboratrice Es Psicologia

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

22 OTT 2013

Gentile Cristina,
il percorso di elaborazione del dolore provato per la perdita di una persona cara non è semplice da affrontare e la confusione che prova è perfettamente comprensibile. Il "distacco" che sembra provare è una difesa che lei attua per proteggersi dall'intensa sofferenza che caratterizza le fasi iniziali della perdita. Inoltre anche che le difficoltà riscontrate sul versante lavorativo rendono più complicato questo momento.
Il modo migliore per accelerare il processo di accettazione è riprendere il contatto con i propri sentimenti ed emozioni in modo tale da poterli affrontare ed esprimere in maniera adeguata. In questo percorso le sarà utile il supporto di un terapeuta o anche di gruppi di Auto-Mutuo aiuto. In questo modo riuscirà a trovare un adattamento alla nuova realtà, a dare uno spazio nella sua vita interiore al caro defunto in maniera tale da poterlo ricordare non più con sentimenti di disperazione. A quel punto le sarà possibile proseguire il suo percorso di vita in modo più sereno.
Un cordiale saluto,
Dott.ssa Di Luca- collaboratrice Es Psicologia.

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

7 OTT 2013

Io ringrazio tantissimo ogni Dottore e Dottoressa che ha avuto la gentilezza di rispondermi, terrò seriamente in considerazione tutti i consigli datomi...che in sostanza tutti mi consigliate sopratutto in questo momento di lutto di essere seguita da qualcuno..e mi muoverò di conseguenza,chiederei però chi di voi lavora anche lodi e negli orari serali perchè io ho orari di lavoro molto difficili,altrimenti avrei solo il mercoledi alla settimana per iniziare un percorso..GRAZIE DI NUOVO anticipatamente a tutti per la risposta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

4 OTT 2013

Gentile Cristina,
affrontare una perdita come la sua implica un dolore e un lavoro emotivo importante, che spesso è faticoso affrontare da soli. Il fatto che lei si renda conto del suo modo di "funzionare" in questo periodo segnala che lei già ha compiuto un primo passo per elaborare questo doloroso evento, anche se la modalità che il suo sistema corpo-mente ha scelto sembra andare nella direzione di una sorta di anestesia. Le consiglio di rivolgersi ad uno psicologo che possa aiutarla nell'affrontare la difficile integrazione degli aspetti emotivi più profondi nel suo vissuto attuale. Se le fosse possibile rangiungere Milano, resto a sua disposizione per incontrarla.
Un cordiale saluto, dott.ssa Lucia Mantovani, Milano

Studio di Psicologia Dott.ssa Lucia Mantovani Psicologo a Milano

995 Risposte

480 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

2 OTT 2013

Gentile Cristina,
questo importante lutto che lei ha subito è molto recente e le reazioni tipiche sono proprio quelle depressive. Ogni perdita implica un processo di elaborazione che ha bisogno di mesi, talvolta parliamo di anni.
Se ne sente il bisogno potrebbe consultare un Collega per un supporto psicologico, che le permetta di esprimere i propri sentimenti più profondi.

Cordiali saluti,
Dott. Giuseppe Del Signore - Psicologo Viterbo

Dott. Giuseppe Del Signore Psicologo a Viterbo

834 Risposte

772 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

1 OTT 2013

Cara Cristina, prima di presentare se stessa ha presentato in un certo senso quello che più le manca in questo momento e il vuoto che ne consegue.
È passato davvero poco tempo e quindi è piuttosto normale sentirsi strana e confusa. da ciò che dice sembra però faticare molto nel fare i conti con questa grave perdita, forse teme che se si lasciasse andare del tutto potrebbe succedere qualcosa di brutto...
Il fatto che si senta strana dentro è più che fisiologico e l'elaborazione di un lutto così importante può richieder molto tempo. Ciò che le consiglio io, vista la su richiesta di aiuto è chiedere un consulto ad uno psicologo della sua zona. Se non dovesse farcela economicamente può rivolgersi ad un consultorio in zona. Credo sia importante poter affrontare questa fatica e questo dolore con qualcuno che sia in grado di dare senso a ciò che le sta accadendo dentro, andando così verso un'elaborazione fisiologica.
Se avesse bisogno mi contatti pure.
Un saluto affettuoso.
Dott.ssa Rota - studio Impronte, Bergamo

Studio Di Psicologia Impronte Psicologo a Bergamo

19 Risposte

14 voti positivi

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

1 OTT 2013

Cara Cristina,
a volte il nostro cervello reagisce diversamente delle regole. Non riuscendo di sfogare la disperazione e il dolore è un brutto segno. Le consiglio di ascoltare leparole del suo compagno e di rivolgersi per una terapia, per poter affrontare il dolore e viverlo adesso. Lo sfrato ppurtroppo ha contribuito soltanto e ha spostato diciamo il dolore per un momento sucessivo. Cerca aiuto non rimandare. Mi dispiace tanto dirlelo.
in bocca a lupo

Dott.ssa Stoyanka Georgieva Psicologo a Omegna

225 Risposte

141 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

1 OTT 2013

Gentile utente,
il lutto di una persona cara è un evento traumatico. Il dolore ha molti modi per essere manifestato. Talvolta anche la negazione del dolore stesso. Si possono individuare 4 modalità tipiche di far fronte ad una perdita: negazione, rabbia, depressione, accettazione. Non è detto che la sofferenza debba essere pianto. La sua sembra una situazione di forte stress, è venuto probabilmente a mancare uno dei suoi principali punti di riferimento affettivi proprio quando lei ne aveva più bisogno. Forse dovrebbe prendere in considerazione l'idea di rivolgersi ad un professionista della salute mentale, psicologo o psicoterapeuta.
Restiamo in ascolto

Dr Mori, Psicologo Sessuologo Psicoterapeuta Psicologo a Siena

573 Risposte

387 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Elaborazione del lutto

Vedere più psicologi specializzati in Elaborazione del lutto

Altre domande su Elaborazione del lutto

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 28400 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 18200

psicologi

domande 28400

domande

Risposte 97500

Risposte