Lui va dallo psicologo ma non si apre con me

Inviata da Primavera · 17 mar 2020 Terapia di coppia

Buonasera a tutti,
Sono fidanzata da qualche mese con un uomo, il quale dopo circa un mese dall’inizio della nostra relazione mi ha confessato di andare dallo psicologo e prendere xanax.
Lí per lí mi è dispiaciuto un po’ che abbia aspettato così tanto per dirmelo ma sono stata contenta che si sia aperto e ho supportato pienamente la scelta, anche se non ne conoscevo e non ne conosco esattamente i motivi.
Infatti, so per certo che ci sono problemi tra lui e la sua famiglia, in quanto soffre moltissimo i loro giudizi, per lo più negativi, ma non si apre mai molto con me.
Anche se dice di amarmi e ci confrontiamo molto su tantissimi temi di diversa natura, quando si parla di aprirsi, esternare e analizzare le proprie emozioni e sentimenti, lui si chiude a riccio.
Da quello che ho capito sta analizzando anche questo aspetto di difficoltà comunicativa riguardo le emozioni insieme allo psicologo, ma quando provo a chiedergli del contenuto delle sedute e di cose ne pensa lo psicologo, lui glissa sull’argomento, dicendo che è una cosa sua e che deve rimanere tale.
Ora, in passato mi è già successo di frequentare o stare insieme a persone che andavano da psicologi ma ne conoscevo i motivi e anche le diagnosi (depressione, narcisismo, ecc), quindi non ho mai fatto più di tanto pressione per saperne i dettagli.
In questo caso, però, è diverso, in quanto lui con me non si apre: non so perché sta male né come poterlo aiutare; non so se soffre di qualche disturbo e quindi può anche rischiare di farmi del male, fisico o emotivo.
Onestamente mi sento come se io stessi mettendo me stessa a nudo per fargli vedere al 100% come sono, mentre lui mi stesse nascondendo un pezzo importante di sé.
Come può dire di amarmi e avere fiducia in me se poi non si fida nel volermi raccontare cosa lo fa stare male e cosa ne pensa un esperto?
Penso che sia anche giusto rendere consapevole il partner di quello che siamo al 100% e lasciargli la libertà di decidere se restare o andarsene.

Mi piacerebbe conoscere il vostro parere in merito.

Vi ringrazio in anticipo.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 17 MAR 2020

Gentilissima,
in prima battuta vorrei sciogliere un preconcetto che spesso pesa su chi si rivolge allo psicologo: la psicologia si occupa non solo di patologie mentali ma anche di affrontare momenti specifici della vita o percorsi di crescita personale.
Entrando nel merito dell'esperienza da lei riferita, dalle sue parole sembra cogliersi il bisogno di avere una "certificazione" sullo stato psico-emotivo della persona con cui ha una relazione. Per fare un'analogia, è come aspettarsi che una persona, seppure a noi molto vicina, ci comunicasse gli esiti degli esami diagnostici fatti in ospedale. Si tratta di dati sensibili, coperti dalla privacy; la persona non ha il dovere di comunicarli, neanche nell'ambito di una relazione molto stretta. Un comportamento di questo tipo non lo intenderemmo come una mancanza di attenzione nei nostri confronti o come la volontà di nasconderci qualcosa.
Nel caso di un percorso di psicoterapia, queste considerazioni si arricchiscono di un ulteriore aspetto: la psicoterapia è un'esperienza di conoscenza di sé, di elaborazione di vissuti e di conseguente cambiamento, così profonda e personale da essere difficile da descrivere. Quindi la riservatezza del suo partner non è da intendersi come un segno di mancanza di fiducia o di amore nei suoi confronti. Se è vero che un significativo rapporto di coppia si basa sulla condivisione e sulla confidenza, è pur vero che in ognuno ci saranno sempre spazi non condivisibili in quanto non raggiungibili su un piano di consapevolezza. Questi spazi potranno essere raggiunti solo con l'aiuto di un professionista.
Mi sento di rassicurarla sul fatto che, qualora il suo partner avesse scelto un percorso di psicoterapia in modo motivato e consapevole, questo non potrà che giovare a lui e, di conseguenza, al vostro rapporto.

Resto a disposizione.
Cordiali saluti.

Dott.ssa Barbara Furlano
Psicologa, Psicoterapeuta.
Specialista in Psicologia Clinica
Asti (AT), Alba (CN)

Dott.ssa Barbara Furlano Psicologo a Asti

94 Risposte

158 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

2 APR 2020

Si interroghi sul reale motivo che la spinge a chiedere sul contenuto sedute. Credo che la psicoterapia sia uno spazio personale. Se il problema del suo fidanzato è nella apertura, pressarlo con domande così personali potrebbe farlo chiudere ulteriormente. Lo lasci libero nel suo percorso, ne trarrete giovamento entrambi come coppia

Dott.ssa Germana Verganti Psicologo a Roma

5 Risposte

2 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

25 MAR 2020

Gentile utente, l'amore verso il proprio partner prende avvio dal rispetto nei suoi confronti. Lei dovrebbe rispettare la decisione del suo compagno, senza voler venire a conoscenza di" chissà quali torbidi segreti". Così come lo psicologo è severamente tenuto ad osservare il segreto professionale, così il suo ragazzo ha tutto il diritto di tenere per sé i suoi problemi relativi alla sfera familiare o comunque personali. Se, come lei afferma, ama il suo ragazzo, lo rispetti, le stia accanto facendogli capire la sua vicinanza e la sua disponibilità. Si ricordi che andare da uno psicologo è un modo per conoscersi, per aumentare la propria consapevolezza e migliorare il rapporto con sé stessi e con gli altri, non significa essere "chissà come". Prosegua nel suo ruolo di "compagna" senza avventurarsi in sentieri che non le competono. Sarà lui , se vorrà, e quando vorrà, ad aprirsi con lei. Cordiali saluti

Dottoressa Daniela Noccioli Psicologo a Cascina

275 Risposte

136 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

24 MAR 2020

Gentile Primavera,
se il suo fidanzato ha intrapreso un percorso psicologico, significa che ha consapevolezza di vivere una situazione di disagio oppure avverte la necessità di potenziare alcune aree della sua vita o risolvere dinamiche conflittuali.
Lei dice che vi conoscete solo da qualche mese, per cui è possibile che lui nonostante sia innamorato ,abbia bisogno di tempo per riuscire ad aprirsi completamente a lei e magari non avendo il timore di essere giudicato.
Cordiali saluti
Dott.ssa Vanda Braga

Dott.ssa Braga Vanda Psicologo a Rezzato

1359 Risposte

1256 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

24 MAR 2020

Gentile utente, per molti pazienti è difficile accettare di chiedere aiuto ad uno psicologo e, ancor di più, aprirsi su tematiche molto personali. Questo è un processo che richiede tempo così come il costruire quella fiducia necessaria per poter mostrare allo specialista la parte più vulnerabile di sé. Come primo consiglio le direi di tutelare la riservatezza di cui ora ha bisogno il partner riguardo al suo percorso terapeutico. Continui a fargli sentire la sua presenza discreta e la sua disponibilità all'ascolto in modo che sia lui ad aprirsi quando e se ne sentirà il bisogno. La invito anche a riflettere sui timori che sembrano emergere in lei ogni volta che sente di non avere la situazione totalmente sotto controllo come se non riuscisse a tollerare la frustrazione di fronte ad un quadro non ben definito. Questi timori rischiano di minare la sua autostima e il suo vivere quotidiano. Mi sento di esortarla a dare fiducia ad un uomo che potrà trarre solo beneficio da un percorso che lo porterà a conoscersi e ad affrontare al meglio la vita personale e di coppia.

Cordialmente,

Dott.ssa Marta Paci

Dott.ssa Marta Paci Psicologo a Roma

3 Risposte

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia di coppia

Vedere più psicologi specializzati in Terapia di coppia

Altre domande su Terapia di coppia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 28950 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 18350

psicologi

domande 28950

domande

Risposte 99050

Risposte