Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

Lui mi ignora, non so come comportarmi

Inviata da Bisognosadaiuto il 25 dic 2017 Terapia di coppia

Ho 26 anni e da 4 anni sto con un ragazzo più giovane di me di 2 anni. Tra di noi le cose sono sempre andate bene e io, forse ingenuamente, ho sempre creduto che il nostro rapporto fosse davvero sincero (ci siamo sempre detti praticamente tutto e io sono stata sempre fedele alla sua amicizia: pur sapendo che un suo amico più giovane non si comportava correttamente con la sua fidanzata -nonché mia amica- io non ho mai detto nulla). Sono molto legata a lui anche perché ho una storia famigliare un po’ complessa in cui vi è stata anche della violenza (e questo mio passato mi causa stati ansiosi/crisi di panico che cerco di controllare). Ho considerato il mio ragazzo un grande amico fino al momento in cui si reca in un locale, con il sopracitato amico e altri, senza dirmelo (lo scopro grazie alla fidanzata dell’amico che scopre di esser stata tradita in quella serata). Da quel momento non mi fido più di lui e sono ossessionata dal fatto che possa mentirmi. Sono mesi che litighiamo spesso, a volte anche perché lui fa uso di sostanze stupefacenti (potrei tollerare un uso molto sporadico ma una volta a settimana o piú proprio no). In questi2 giorni sono lontana da
casa (viviamo insieme) e lui è stato molto freddo. Oggi però mi ha scritto che gli mancavo e ne sono stata molto felice. Stasera però abbiamo ancora litigato per colpa di questa coppia di amici. Praticamente ho messo sotto controllo il whatsapp del mio ragazzo perché temevo mi tradisse (so che è un grosso sbaglio ma ho perso tutta la fiducia in lui) e dal suo whatsapp vengo a sapere che stanotte, come anche venerdì, lui ha fatto uso di stupefacenti. Questa cosa mi fa arrabbiare moltissimo e mi sfogo con la fidanzata dell’amico che proprio ieri mi aveva consolata perché il mio ragazzo non mi considerava. Con lei mi lamento del fatto che lui farà anche stasera uso di stupefacenti e le dico che anche il suo ragazzo sarà in questa compagnia ma che non so se ne farà uso (in realtà io sapevo di si), la prego comunque di non dire nulla al suo ragazzo perché avrebbe messo in difficoltà me visto il momento di crisi che sto vivendo con il mio. Lei non risponde più e dopo vengo a sapere dal mio ragazzo che questa coppia ha litigato. Il mio ragazzo mi chiede se ho detto qualcosa a lei.. inizialmente nego e poi svuoto il sacco. Dal suo whatsapp vengo a sapere che l’amico ha letto la conversazione tra me e la sua ragazza. Lui vorrebbe vedere la conversazione tra me e lei ma io l avevo cancellata. Lui si è infuriato dicendo che lo umilio davanti ai suoi amici e si è arrabbiato ancora di più perché la settimana scorsa mi aveva scoperta cancellare una conversazione con un’altra amica in cui parlavo di lui e di come non fosse abbastanza responsabile. (Preciso che la mia amica ha scoperto il tradimento da una foto inviata dal suo fidanzato al gruppo whatsapp degli amici, foto che il mio ragazzo aveva cancellato dalla conversazione). Comunque ora io e il mio ragazzo non ci stiamo sentendo, mi ha bloccata su whatsapp dicendo che non mi vuole più sentire sul serio. Lui mi vuole bene e poco tempo fa mi ha regalato un bellissimo anello che io ho tanto apprezzato ma in un litigio gli ho detto per rabbia che con le cose non si comprano le persone. So che mi ama -o forse mi ha amata- ma la nostra storia si sta deteriorando per tante piccole cose (tra cui il suo fare spesso uso di stupefacenti). Proprio in questo momento, il giorno di Natale alle 7 di mattina, deve ancora rincasare: ha passato la nottata in piazza con gli amici e ha fatto uso di stupefacenti.
Vorrei un consiglio su tutta questa situazione e anche su come affrontare l’amica che mi ha tradita. Aggiungo che lui è molto geloso (e forse è per questo che in questi giorni era arrabbiato con me) e aggiungo che io mi sento sempre in colpa (e sento che tutta la colpa è mia) e spesso, quando siamo a casa insieme e lui esce, faccio le notti completamente in bianco perché sono piena di pensieri. Mi rendo conto che questa situazione non è sana e mi sento molto sola (viviamo per 6 mesi lontano dal mio paese d’origine e quando vi torniamo lavoriamo sempre dunque non ho tempo di coltivare le mie vecchie amicizie). Non so con chi confidarmi (visto che le nuove amicizie non sono affidabili). Stanotte sono arrivata al punto di confidarmi con mia madre (sono lontano da casa per passare il Natale con la mia famiglia) ma naturalmente non ho potuto raccontare tutta la storia per bene..
PS sono stata in cura da una psicologa prima di incontrarlo ma ora non mi sento di andarci nuovamente.
Spero mi risponderete, ne ho davvero bisogno. Vi auguro buon natale

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Psicologi specializzati in Terapia di coppia

Vedere più psicologi specializzati in Terapia di coppia

Altre domande su Terapia di coppia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 20050 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 15450

psicologi

domande 20050

domande

Risposte 77850

Risposte