Lui mi ha lasciata dopo due mesi di frequentazione; problema erezione

Inviata da Mariluz · 28 gen 2019 Terapia di coppia

Buongiorno,

Ho frequentato per due mesi un ragazzo (abbiamo 25 anni entrambi). Nel momento in cui abbiamo iniziato a vederci lui aveva lasciato da due mesi all'incirca la sua ex, dopo 5 anni di relazione (mi aveva detto che era mesi che pensava di lasciarla perché non provava piú lo stesso sentimento). Ci siamo piaciuti dal primo momento in cui ci siamo visti ed è stato lui a fare il primo passo e a chiedermi di uscire. Sembrava tutto perfetto: mi diceva che con me era felice, che aveva avuto fortuna a incontrarmi, voleva sempre vedermi, dormivamo insieme una volta alla settimana ecc... Unico "problema": non riusciva a mantenere l'erezione. Mi diceva che non gli era mai successo e che non riusciva a capire il perché, che gli piacevo tanto e si agitava, pensava di non essere all'altezza. Io ho cercato sempre di rassicurarlo e dirgli di non preoccuparsi, che non avevo nessuna fretta. Dopo solo un mese ha cominciato ad essere un po' piú distaccato per messaggi, mentre quando eravamo insieme era sempre tutto perfetto, e da come si comportava, da come mi gurdava e dai suoi gesti sembrava molto preso, gli ha anche parlato ai suoi genitori di me. Due volte abbiamo discusso perché non mi andava bene il suo cambio improvviso e perché non riuscivo a capire perché non mi scrivesse piú come prima. Prima di natale ci siamo salutati(siamo stati 3 settimane senza vederci perché lui é tornato nella sua cittá e io nella mia per le vacanze) e sembrava che tutto andasse bene (apparte il sesso, quello ormai era giorni che lo evitava, probabilmente aveva paura di riprovarci, dopo svariati tentativi) . Durante queste settimane lo notavo freddo e distaccato e, infatti, ha deciso di interrompere la frequentazione. Dice che con me stava bene, che mi reputa una ragazza "perfetta" ma che vedeva che io volevo subito qualcosa di piú serio mentre lui non si sente pronto adesso a darmi quello che io vorrei, che non puo´darmi le attenzioni che mi merito. Ci siamo visti piú di una settimana fa per parlalo faccia a faccia ma é rimasto sulle sue idee. Chiaramente non ci siamo piú sentiti perché nonostante mi faccia male, rispetto la sua scelta. Il problema é che io non riesco a farmene una ragione perché a me lui piace davvero tanto e davvero stavamo bene insieme, ci siamo sempre detti che é come se ci conoscessimo da molto piú tempo, c'è sempre stata tanta complicitá. Per questo io non riesco a capire perché si sia allontanato cosí e non riesco a togliermi dalla testa il fatto che la sua scelta sia dovuta, in parte, al problema che aveva durante il sesso e che, per vergogna, abbia deciso di smetterla. So, che non dovrei, ma adesso sto vivendo con la speranza che si renda conto di aver sbagliato e che ritorni da me. Come puó un ragazzo sembrare tanto preso e all'improvviso allontanarsi cosí? Puó essere per il problema di erezione? O semplicemente si é reso conto che dopo 5 anni di relazione non era pronto a iniziarne giá un'altra? Che cosa dovrei fare io? Aspettare? Se si pente mi scriverá lui? Devo smetterla di sperare?
Grazie per il vostro aiuto
Mariluz

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 28 GEN 2019

Gentile Mariluz,
a mio parere, sia il disagio per il deficit di erezione sia il non essere tranquillo e pronto ad iniziare una nuova relazione subito dopo averne chiusa un'altra durata 5 anni hanno avuto un ruolo nella decisione di questo ragazzo di interrompere la frequentazione con lei.
D'altra parte, queste due possibili cause possono benissimo essere correlate tra loro.
Quanto a ciò che dovrebbe fare lei, se gli ha già detto che si sarebbe adeguata ai suoi tempi e che le dispiace per la decisione presa, credo che non debba fare altro e debba andare avanti per la sua strada senza sentirsi vincolata a possibili ripensamenti di lui.
Una consulenza psicologica dal vivo potrebbe comunque esserle utile per chiarirsi ulteriormente le idee.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

7462 Risposte

20934 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

30 GEN 2019

Gentile Mariluz,
comprendo la delusione, forse questo ragazzo non si sente ancora pronto per una nuova relazione. L'ansia di prestazione nei maschi è spesso elevata e inibsce la spontaneità. Sicuramente è preso da lei, ma la paura di non riuscire è troppo elevata.
Provi a ricontattarlo e si mostri comprensiva. Una consulenza psicosessuologica potrebbe risolvere la situazione. Nel frattempo lei potrebbe ritagliarsi uno spazio per se stessa.
Cari saluti
Dr.ssa Donatella Costa

Dr.ssa Donatella Costa Psicologo a Rezzato

2765 Risposte

2298 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

28 GEN 2019

Carissima,
le spiegazioni dell'addio possono essere molte. Credo che il problema dell'erezione sia importante. Ma ci possono essere anche tante altre spiegazioni. Comunque il problema non è questo. Lui l'ha lasciata. Poi avete avuto un incontro vis-a-vis e ha ribadito le sue intenzioni. Quindi bisogna farsene una ragione, cosa che lei non sta facendo. Se non ce la fa da sola le consiglio qualche seduta da uno psicologo della sua zona o presente sul sito ma che usi Skype.
Mi faccia pure qualche domanda se ne ha bisogno!

Dott. Angelo Feggi - Psicoanalista Genova

Dott. Angelo Feggi Psicologo a Genova

473 Risposte

795 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia di coppia

Vedere più psicologi specializzati in Terapia di coppia

Altre domande su Terapia di coppia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 29050 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 18350

psicologi

domande 29050

domande

Risposte 99300

Risposte