Lui è confuso e ci siamo lasciati

Inviata da Simona · 9 dic 2019 Terapia di coppia

Salve non vorrei dilungarmi troppo ma credo sia necessario spiegare un po' di cose per Ricevere una risposta. Partirò dalla domanda. È davvero confuso?
Il più brevemente possibile sto con un ragazzo da un anno e mezzo ma ci conosciamo da quasi 3 in quanto prima era il mio migliore amico e si è vissuto molti miei ritorni di fiamma con il mio ex, molti miei momenti particolari, era un periodo in cui eravamo perlopiù da soli entrambi, senza un vero gruppo di amici con cui uscire, con molto tempo libero e questo ha fatto sì che si creasse un feeling tra di noi, ci capivamo come nessuno. Si è creata un'amicizia davvero unica in quanto su sette giorni ci veda amo almeno 6 giorni. Con il tempo le cose sono nate da sole e ci siamo avvicinati sempre di più fino a quando non ci siamo messi insieme. Per un annetto siamo stati bene perché eravamo appunto sempre soli e quindi essendo io e lui non c'erano pretesti per far sì che nascessero discussioni. Adesso le nostre vite sono cambiate lui è entrato all'università e io anche ma mentre per lui continuo a nutrire il solito sentimento attualmente dalla sua parte noto qualche differenza... È una persona che tende all'anaffettività quindi il mio opposto, però quando ti abbraccia o fa qualcosa di carino sai che gli viene dal cuore ed è fortemente sentito, è una persona per l'età che ha molto concreta e razionale a livelli quasi spaventosi,non mostra mai i suoi sentimenti a nessuno. Per lui bisogna lavorare sodo per raggiungere qualsiasi obiettivo e nella vita le sue priorità sono sicuramente più concrete delle mie infatti ha sempre provato a spronarmi con qualche critica a destra e sinistra in quanto non tollera la gente come me, senza obiettivi, senza volontà ecc ecc. Io sono molto possessiva, gelosa e affettuosa, alla continua ricerca di conferme che ritrovo nell'abbraccio in più, nella foto postata sui social, su ciò che lui ritiene stupidaggini. E lo riconosco anche io. Abbiamo un'età in cui bisogna divertirsi e questo per lui è importante perché se la vuole godere ma il problema è che tende ad escluderei dal suo giro di amicizie, dalle sue uscite e così via facendomi sentire trascurata e da parte mia di conseguenza vi è una ricerca costante di conferme in ogni suo atteggiamento che porta a inevitabili malumori e discussioni. Le cose attualmente da un mese e mezzo con l'inizio dell'università sono peggiorate perché mi sta facendo sentire molto trascurata, dice che se non ci vediamo per una settimana non succede nulla perché non c'è fretta, e intanto esce con gli amici, dice che non gli manco se mi sente per telefono e che puo' capitare a causa di impegni ecc di nn vedersi. Ma così mi da per scontata.. Tralasciando il fatto che mi conosce come le sue tasche e prima che io dico una cosa lui la sa già. Una cosa paurosa! Sono un libro aperto. Tra di noi comunque c'è sempre stata molta sincerità reciproca e forse lui ha sempre detto che è questo uno dei tanti problemi. Ci diciamo tutto quando altre coppie fanno finta di niente. Lui dice che io voglio stare con lui ma cerco altro e che tutti i problemi che ho dati dai suoi atteggiamenti sono problemi miei. Però mi scarica le responsabilità perché se sto male mi dice di fare ciò che mi fa stare meglio perché vuole la mia felicità. Dice che se sta che sto male lui sta peggio. Non mi vuole sentire piangere e nn vuole sapere che soffro. Questo mese gli ho chiesto se mi ama e mi ha detto che non lo sa, che è troppo stressato, che tra i tanti problemi che ha gli altri sa come Risolverli ma i nostri non sa più come prenderli e quindi lascia correre. Però ha un atteggiamento più strafottente verso di me ma mi confonde perché poi mi dice che sono la persona più importante della sua vita dopo i suoi genitori, che sono il suo punto di riferimento, che non vuole che chiudiamo un rapporto come il nostro perché abbiamo vissuto intensamente tanti momenti e quando dico che forse in un futuro lontano ci riparleremo a lui da fastidio, quando dico che nn lo voglio più vedere e chiudere ogni porta si secca e dice che la devo smettere perché per lui questi momenti di confusione possono capitare a tutti e che la vita è fatta così e nn ha senso allontanarsi del tutto da una persona se è stata importante. Considerando che sono la sua prima storia seria e dice sempre che per me è un anno e mezzo ma per lui è un matrimonio. Ma questi discorsi bene o male li ha sempre fatti però mentre prima erano solo parole adesso mostra il più totale disinteresse. L'ho lasciato perché è Confuso e nn sa cosa fare o cosa prova mentre prima lo sapeva, però non crede nell'amore. Mi sento forse più confusa di lui. Voglio tornarci ma lui vuole capire tante cose e ha bisogno di questa sorta di pausa da me perché il problema sono io e deve capire come risolverlo e se gli mancherò, se è solo abitudine ecc. È stato molto sincero inutile. Dice che mi vuole sentire però perché lui sta male se nn ci sentiamo. Premetto adesso nn ci sentiamo da due giorni e penso che se ci tiene lo capirà in poco tempo. Senza rispondere a eventuali messaggi o chiamate. Ma non so cosa fare. Io voglio aspettarlo perché non posso credere alla sua confusione ma per come è fatto lui se sotto ci sarebbe stato altro credo me l'avrebbe detto. Secondo me una settimana dovrebbe bastare per capire se tieni a una persona ma è molto razionale e dice che anche quando lo capirà non verrà mai subito da me perché ne deve essere sicuro al 100%. Io gli ho detto che sicuramente a me mi vuole un gran bene ma forse è legato alla mia figura più come amica che altro. Ma mi ha detto di no, che nn ci capisce più nulla e non sa niente quindi inutile fargli domande a cui nn sa rispondere. Mi confonde perché molte sue reazioni per uno che a stento dice ti voglio bene e che non è per niente affettuoso sono esagerate. La scorsa volta quando ci siamo lasciati per la prima volta si stava per mettere a piangere. Un malessere deve averlo ma non so se sia tristezza verso i miei confronti perché sa che ci tengo troppo o altro. Ma penso che se tieni tanto a una persona e non riesci a stare senza sentirla e anzi neanche lo Vuoi detto che è finito del tutto il vostro rapporto... Insomma qualcosa di più ci deve essere. Non so che fare e quanto aspettare. È davvero confuso come dice? O mente a sé stesso e a me. Ho anche pensato che forse non avendo mai provato un sentimento simile all'amore e conoscendolo caratterialmente forse si trova a disagio con ciò che sente e ha paura che posso fare da ostacolo ai suoi obiettivi, alle sue amicizie, alla sua vita da ventenne che si vuole godere.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Psicologi specializzati in Terapia di coppia

Vedere più psicologi specializzati in Terapia di coppia

Altre domande su Terapia di coppia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 30000 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 18800

psicologi

domande 30000

domande

Risposte 102150

Risposte