Lo amo ma non mi sento completamente felice

Inviata da Chiara · 28 mag 2018 Terapia di coppia

Buongiorno,
Ho 25 anni e sono insieme al mio ragazzo da due anni. Questa storia è iniziata poco dopo la fine di una mia storia precedente durata sei anni per cui ho sofferto molto. Dopo un paio di mesi ho iniziato a parlare tramite social con il mio attuale ragazzo. proprio nel periodo in cui ero caduta in depressione. A lui confidai tutti i miei stati d animo e seppe aiutarmi. Parlare con lui è bellissimo perché è una persona comprensiva che ascolta ed ha sempre una parola di conforto nei momenti bui. Ci siamo innamorati ed ho iniziato una storia con lui . Lui da un lato Ha delle qualità meravigliose : mi ama tantissimo, mi da molte attenzioni , mi dice ogni giorno che sono la sua vita; dall altro lato non è una persona che ama molto staccare dalla solita routine o che prenda iniziativa nel fare qualcosa di diverso per divertirsi un po’ o comunque uscire. Questo mi spaventa perché sta rendendo piatto il rapporto. Lo sento piatto. Ne ho parlato con lui, ma al solo pensiero di non vederlo ne sentirlo più mi fa morire dal dolore . Lo amo ma non riesco a sentirmi felice .. non riesco più a comprendermi . Potrei avere tutto ed invece mi focalizzo sulle negatività . Chiedo un consiglio

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 28 MAG 2018

Buonasera Chiara,
Capisco la situazione e comprendo come lei si possa sentire. Come ha detto lei "non riesce a comprendersi", sente che sia lei il "problema" oppure il suo compagno? Ha detto che ne ha parlato con il suo ragazzo e cosa le ha detto? non per forza bisogna prendere le distanze, magari sta solo passando un periodo che mette in discussione tutto ed ha bisogno di un cambiamento.

Cordiali saluti

Dott.ssa Alice Noseda Psicologo a Lecco

1665 Risposte

1180 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

30 MAG 2018

Cara Chiara, da come ti racconti sembra che per te le cose debbano essere o nere o bianche: o hai una relazione perfetta e appagante a 360 gradi o devi lasciare il tuo ragazzo...come se sia difficile per te integrare gli aspetti positivi che vivi giorno dopo giorno con questa persona, e tollerare quelli meno appaganti nell'ottica di lavorare insieme per migliorarvi. Parli anche del fatto che ti senti confusa e non sai più cosa vuoi, e bisogna andare a vedere se l'insoddisfazione che provi è legata soltanto alla monotonia della tua relazione o anche ad altri ambiti della tua vita. Senza dubbio i pensieri negativi a volte ci ingabbiano in una spirale disfunzionale che non aiuta a vivere bene, quindi ti consiglio di iniziare pian piano a lasciarli correre come fossero un rumore di sottofondo (senza lottare per eliminarli dalla tua testa) e a spostare la tua attenzione sulle cose che ti fanno stare bene e ti fanno sentire piena. Valuta la possibilità di fare un percorso psicologico per imparare a comprenderti e ascoltarti, in modo da capire quali sono i veri bisogni per te stessa e la tua relazione.
Auguri di cuore, Dott.ssa Daniela Cannistrà.

Daniela Cannistrà - Psicologa e Psicoterapeuta Psicologo a Seregno

580 Risposte

273 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

30 MAG 2018

Cara Chiara, da come ti racconti sembra che per te le cose debbano essere o nere o bianche: o hai una relazione perfetta e appagante a 360 gradi o devi lasciare il tuo ragazzo...come se sia difficile per te integrare gli aspetti positivi che vivi giorno dopo giorno con questa persona, e tollerare quelli meno appaganti nell'ottica di lavorare insieme per migliorarvi. Parli anche del fatto che ti senti confusa e non sai più cosa vuoi, e bisogna andare a vedere se l'insoddisfazione che provi è legata soltanto alla monotonia della tua relazione o anche ad altri ambiti della tua vita. Senza dubbio i pensieri negativi a volte ci ingabbiano in una spirale disfunzionale che non aiuta a vivere bene, quindi ti consiglio di iniziare pian piano a lasciarli correre come fossero un rumore di sottofondo (senza lottare per eliminarli dalla tua testa) e a spostare la tua attenzione sulle cose che ti fanno stare bene e ti fanno sentire piena. Valuta la possibilità di fare un percorso psicologico per imparare a comprenderti e ascoltarti, in modo da capire quali sono i veri bisogni per te stessa e la tua relazione.
Auguri di cuore, Dott.ssa Daniela Cannistrà.

Daniela Cannistrà - Psicologa e Psicoterapeuta Psicologo a Seregno

580 Risposte

273 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

30 MAG 2018

Cara Chiara, sembra che da un lato tu ti senta amata a sufficienza dal tuo ragazzo, ma dall'altro è come se non ti bastasse....hai paura che il vostro rapporto si stia appiattendo? senti che dicendo come ti senti al tuo ragazzo lui non arriverà a comprenderti? da come ti racconti sembra che debba essere tutto o bianco o nero: o vi lasciate o se state insieme deve essere tutto perfetto e sereno. Parli anche del fatto che ti senti confusa e non sai bene cosa vuoi....c'è una sorta di infelicità senza una connotazione ben precisa che pare ingrigirti la vita. Ecco che, forse, iniziare a fermarti un attimo per dare un nome e un significato a quello che succede a te stessa, prima ancora che al tuo rapporto, può essere una strada. Chiediti da dove arriva questo malessere, prova a pensare se in passato ti sei sentita nello stesso modo e in che circostanza, cosa il tuo stato di malessere ti fa pensare di te stessa, come invece senti che vorresti sentirti e cosa puoi fare per migliorare...questi solo alcuni spunti, per sottolineare il fatto che fare un percorso psicologico di crescita e consapevolezza potrebbe aiutarti sia a fare chiarezza dentro te stessa e in merito ai tuoi bisogni, sia di conseguenza nella tua coppia. Non crogiolarti in questo stato nocivo, decidi di prenderti cura di te.
Auguri di cuore, Dott.ssa Daniela Cannistrà.

Daniela Cannistrà - Psicologa e Psicoterapeuta Psicologo a Seregno

580 Risposte

273 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

30 MAG 2018

Buongiorno Chiara,
dal suo racconto emerge una conflittualità nel suo modo di vivere questo rapporto di coppia, infatti da una parte dice di essere innamorata del suo ragazzo dall'altra sente che non le da abbastanza stimoli e vede il rapporto come piatto.
Potrebbe tentare di essere maggiormente chiara con lui e fargli il presente il disagio che sta provando in questo momento. Potrebbe anche esserle utile ricercare un aiuto psicologico per comprendere a fondo le motivazioni della sua difficoltà in questo rapporto di coppia.
Cordialmente,
Dr. Gianmaria Lunetta

Dr. Gianmaria Lunetta Psicologo a Torino

249 Risposte

401 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

29 MAG 2018

Gentile Chiara,
lei stessa dice che questo ragazzo ha molte qualità e le dà tante attenzioni.
Non si capisce allora perchè mai dopo aver parlato con lui di ciò che desidererebbe non mancasse nella relazione (uscire e divertirsi un poco in più) le siano venuti in mente pensieri negativi, tanto da pensare alla probabilità di rompere anche con lui.
Piuttosto, sarebbe interessante sapere se vi è reciprocità nel vostro rapporto e cioè se anche lei ricambia le attenzioni che riceve.
In ogni caso, credo che lei potrebbe giovarsi di un sostegno psicologico per comprendere meglio se stessa, acquisire più ottimismo e di conseguenza coltivare e migliorare la relazione con quest'altro ragazzo.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

7190 Risposte

20438 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

29 MAG 2018

Gentile Chiara,
il suo rapporto con questo ragazzo ha avuto un'evoluzione da confidenza e supporto a rapporto di coppia: forse però ci sono aspetti della relazione che ancora non avete affrontato e che solo adesso iniziano ad affacciarsi alla sua riflessione. Ha fatto molto bene a parlarne con lui, e se doveste accorgervi di aver bisogno di qualcuno che vi aiuti a discuterne serenamente è consigliabile una consultazione con un terapeuta di coppia.
Se invece sente che i dubbi e le domande siano più sue che di coppia, uno spazio di riflessione individuale potrebbe aiutarla a chiarire dentro di sé i suoi vissuti e le sue paure.
Se lo desidera rimango a sua disposizione.
Un cordiale saluto,
drs Lucia Mantovani, Milano

Studio di Psicologia Dott.ssa Lucia Mantovani Psicologo a Milano

995 Risposte

475 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia di coppia

Vedere più psicologi specializzati in Terapia di coppia

Altre domande su Terapia di coppia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 26400 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 17600

psicologi

domande 26400

domande

Risposte 91950

Risposte