Litigare fa davvero bene?

Inviata da Giulia · 2 set 2016 Terapia di coppia

Vi racconto brevemente la mia storia.
Quasi due anni fa si conclude per me una storia molto importante durata cinque anni, in modo doloroso. La decisione viene presa da me perché non mi sentivo amata.
Come previsto, lui non fa nulla per recuperare e tutto finisce.
Poco dopo conosco un ragazzo meraviglioso, che mi dimostra molto, sempre presente e affettuoso ed io, che avevo tanto sentito il bisogno di tutto questo nella storia precedente, nonostante il dolore, decido di cedere ed inizia una storia.
Purtroppo la storia non va come dovrebbe, nessun idillio.
Il fidanzato precedente ha portato la mia autostima a livelli minimi, sto male ed ogni giorno mi sveglio pensando di essere una fallita (nel frattempo non riesco più a dare esami all'università perché i pensieri negativi mi tengono bloccata).
Con il nuovo fidanzato tutto va male. Le sue attenzioni mi infastidiscono, a volte vorrei stare da sola e litighiamo per ogni cosa. La sua gelosia morbosa mi rende sempre nervosa e mi sento soffocata.
Tra noi c'è un notevole divario di mentalità e cultura (ma questo è relativo): lui molto all'antica, non vede l'ora di sposarsi, io voglio prima realizzare i miei obiettivi, uscire con gli amici e a volte passare anche delle serate senza di lui.
Le nostre liti mi privano della serenità già vacillante ed intanto il mio malessere interiore peggiora. A volte vorrei stare a letto tutto il giorno e dormire per non pensare a niente e soprattutto ai miei fallimenti.
Due mesi fa, poi, prendo la decisione di lasciarlo, seppure molto sofferta perché so che, nonostante le liti e nonostante i difetti, un ragazzo come lui non lo avrò mai più.
Da quando l'ho lasciato, ho avuto modo di trovare una soluzione ai miei problemi, ed il fatto di non dover rendere conto a nessuno delle mie decisioni mi ha resa più serena e libera di fare le scelte più giuste per me stessa e per il mio avvenire. Infatti mi trasferiro' nella città della mia università e mi concentrero' solo sullo studio, cercando di lasciare i problemi familiari e tutto il resto, a casa.
Ho capito che devo ritrovare me stessa ed amarmi, prima di stare con qualcuno. Perché mi rendo conto che le liti con lui , spesso erano dovute alla mia aggressività, penso dovuta alla rabbia che provavo nei miei confronti e che sfogavo con lui, spesso ingiustamente.
Premetto di essere una ragazza molto dolce e paziente, e nella storia con lui, durata un anno e mezzo, lo sono stata poche volte.
Adesso che sono serena ,e direi anche felice, perche sento che sto imboccando la giusta via, sento la sua mancanza e so che lui spera in un mio ritorno.
Io non tornerò con lui, almeno ora, perché voglio prima mettere a posto le cose dentro di me e non voglio chiedergli di aspettarmi perché non sarebbe Giusto.
Nonostante sia cosciente della possibilità di perderlo definitivamente, sento di non poter più mettere me stessa al secondo posto e non voglio nessuna distrazione.
Però mi sento confusa sui miei sentimenti...
Sono state le liti a rendermi infelice, io stessa oppure lui non era davvero la persona per me?

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 5 SET 2016

Gentile Giulia,

Complimenti per la decisione di trasferirsi e di continuare gli studi su premesse differenti. E' molto coraggiosa!

Non abbia fretta di trovare subito una soluzione ai suoi dubbi. In questo momento la confusione è per lei l'opportunità per arrivare alla scoperta autentica di sé.

L'elefante si fa grosso una nocciolina alla volta! Parta da quello che sa: in quelle relazioni non era felice. Le risposte le troverà dentro di sé.

Cordialmente,

Dott.ssa Elena Consenti
Psicologa - Psicoterapeuta Latina

Dott.ssa Elena Consenti Psicologo a Latina

42 Risposte

701 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

5 SET 2016

Lei si chiede se sono state le liti a renderla infelice, se lui non era la persona giusta per lei, ma le suggerisco una terza domanda semplice ma importante: ma lei era o è innamorata di questo ragazzo? Purtroppo non basta che lui sia un bravo ragazzo, deve provare un sentimento e il desiderio di condividere con lui la sua vita (almeno in prospettiva). Si faccia la domanda, si dia la risposta e...prenda le sue decisioni senza scomodare insicurezze, colpe dell'ex ed altri non problemi. Ce la farà ne sono sicuro

Dott. Giuliano Nardino mediatore familiare Psicologo a Ancona

3 Risposte

3 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

5 SET 2016

Cara Giulia,
credo che l'unica persona che possa rispondere a questa domanda sia lei stessa, anche se ora non riesce ancora a farlo. Non sempre infatti siamo in grado di descrivere in modo preciso cosa ci accada, sopratutto se il cambiamento é ancora in corso.
Credo che molto dipenda da cosa è successo per lei, in ogni caso ci possono essere diversi modi in cui puó raccontare questa storia (non ce n'è mai uno solo, per fortuna!) e forse puó essere curioso riscrivere ció che é successo da molteplici punto di vista (spesso si scoprono cose interessanti!).
La cosa forse piú utile, per rendere questa esperienza davvero fruttuosa, puó essere chiedersi cosa sia cambiato in lei, perché è come.
Rimango a disposizione.
Cordialmente,

Annalisa Anni
Psicologa Psicoterapeuta Padova

Dott.ssa Annalisa Anni Psicologa Psicoterapeuta Psicologo a Padova

505 Risposte

925 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

5 SET 2016

Cara Giulia,
credo che l'unica persona che possa rispondere a questa domanda sia lei stessa, anche se ora non riesce ancora a farlo. Non sempre infatti siamo in grado di descrivere in modo preciso cosa ci accada, sopratutto se il cambiamento é ancora in corso.
Credo che molto dipenda da cosa é successo per lei, in ogni caso ci possono essere diversi modi in cui puó raccontare questa storia (non ce n'è mai uno solo, per fortuna!) e forse puó essere curioso riscrivere ció che é successo da molteplici punto di vista (spesso si scoprono cose interessanti!).
La cosa forse piú utile, per rendere questa esperienza davvero fruttuosa, puó essere chiedersi cosa sia cambiato in lei, perché è come.
Rimango a disposizione.
Cordialmente,

Annalisa Anni
Psicologa Psicoterapeuta Padova

Dott.ssa Annalisa Anni Psicologa Psicoterapeuta Psicologo a Padova

505 Risposte

925 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

3 SET 2016

Cara Giulia,
rispondo subito alla sua domanda finale. Le liti svuotano e ci tolgono molte energie, e possono allontanare la voglia di vivere, ma queste liti nascevano
delle differenze di cultura e progetti di vita che ci sono tra voi. In qualche modo lei si è buttata tra le braccia di questo ultimo ragazzo perchè le offriva ciò che il precedente non le ha offerto, forse soddisfava il suo bisogno di affetto e presenza, ma l'intimità mentale e progettuale forse non veniva appagata.
Si descrive come una fallita e ora fa fatica a vedere delle opportunità in queste esperienze di vita. Le suggerisco di rivolgersi ad un professionista che possa aiutarla a recuperare l'autostima, soprattutto perchè mi sembra sulla strada giusta per farlo, si sta dedicando molto a sè e ai suoi progetti di vita.
Le faccio i miei migliori auguri per il suo futuro.
cordiali saluti

Dott.ssa Monica Salvadore
Psicologa Psicoterapeuta
Torino

Dott.ssa Monica Salvadore - Psicologa Psicoterapeuta Psicologo a Torino

369 Risposte

849 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

3 SET 2016

Gentile Giulia,
penso che la decisione di prendersi del tempo per se stessa, per lavorare su di sé e per prendere delle decisioni importanti per la sua vita. Credo che per riuscire a portare avanti una relazione stabile ed equilibrata, lavorare sui propri aspetti critici sia fondamentale.
Rispondo alla sua domanda finale: a mio avviso, le liti non sono la causa, sono semmai la conseguenza sia del suo stato d'animo negativo di quel periodo (stato d'animo che si portava avanti dalla chiusura della relazione precedente) e anche delle differenze di mentalitá e cultura. Le ricerche psicologiche ci mostrano che le relazioni stabili e di lunga durata nascono quasi sempre tra persone che condividono gli stessi progetti di vita, gli stessi obiettivi, lo stesso livello culturale e lo stesso orizzonte di valori. Insomma, chi si somiglia si piglia. Per questo non mi sorprende che, viste le vostre differenze, ci fossero liti frequenti tra voi. Quindi cerchi di non dare a se stessa la colpa dell'insuccesso di questa relazione.
Il mio ultimo suggerimento riguarda il fatto di cercare di superare il sentimento di essere una fallita e di recuperare l'autostima, ma mi sembra, da quello che racconta, che lei sia giá sulla strada giusta per riuscirci. Continui pertanto a dedicarsi per il momento a se stessa per sistemare gli aspetti della sua vita che sente che non vanno. Poi, in un secondo momento, vedrá lei il da farsi con la sua relazione. Se ne sente l'esigenza, si confronti su questi temi con uno/a psicologo/a della sua zona.
Le auguro tutto il meglio.

Cordiali saluti.

dott.ssa Elisa Canossa, psicologa psicoterapeuta, Sustinente (Mantova)

Dott.ssa Elisa Canossa - Studio di psicologia e psicoterapia Psicologo a Sustinente

726 Risposte

2211 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

2 SET 2016

Gentile Giulia,
condivido in parte la sua analisi, specie laddove lei riconosce di essere stata un pò frettolosa nell'iniziare una nuova storia subito dopo la rottura di quella precedente e laddove dice che è bene ritrovare se stessa ed acquisire più autostima dando priorità allo studio prima di dare seguito ad un nuovo legame sentimentale.
Questo secondo ragazzo sembra avere delle qualità positive che lei apprezza anche se, a mio avviso, non è da sottovalutare il divario culturale e soprattutto la gelosia morbosa.
Penso che lei debba continuare per la sua strada chiarendo bene la sua posizione e lasciando a lui libera scelta di adeguarsi senza impegno nell'immediato oppure ritenersi completamente libero.
Tra l'altro, questo potrebbe anche essere un modo per testare l'entità del suo (di lui) interesse.
Su queste premesse la sua confusione attuale non ha più ragione di esistere.
Comunque, un sostegno psicologico per lei è indicato e non può che giovarle accompagnandola nelle decisioni più importanti.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

7180 Risposte

20397 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

2 SET 2016

Salve,
sì ora come dice lei stessa deve pensare a mettere le cose a posto dentro se stessa per poi una volta riacquistato il proprio benessere interiore concentrarsi su altri obiettivi es una relazione di coppia. Se le liti servono a chiarirsi sono costruttive.

Psicologia E Benessere Psicologo a Roma

311 Risposte

219 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia di coppia

Vedere più psicologi specializzati in Terapia di coppia

Altre domande su Terapia di coppia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 25650 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 17400

psicologi

domande 25650

domande

Risposte 90400

Risposte