limiti interiori

Inviata da Anonimo. 24 lug 2014 6 Risposte  · Autorealizzazione e orientamiento personale

volevo avere un suo parere..
sin da piccolo soffro nel tramutare i pensieri in azioni..
mi riferisco a quando ci si trova a prendere o realizzare qualcosa che ha importanza..
sono molto emotivo e anche se le mie idee, i miei pensieri vorrebbero realizzare quella data cosa, è come se il mio sistema emotivo-mentale non riuscisse a dare seguito a questo e nel momento in cui mi ritrovo a dover mettere in pratica l'idea, la cosa, il progetto ecc, non ci riesco, perchè la forte emotività mi blocca letteralmente nel passo che va a seguire le mie intenzioni preliminari.
l'ultimissima.
sin da piccolo, ho una forte fobia nell'affrontare visite di qualsiasi tipo.. nell'andare in ospedale, nel farmi visitare..
sono terrorizzato dal fatto che mi si possa trovare qualcosa di brutto..
sono fortemente ipocondriaco e questo peggiora di molto le cose, perchè è come un cane che si morde la coda..
quando mi trovo in sala d'attesa dal medico, ho mille pensieri prima di entrare in studio, il cuore va a mille, le mani mi sudano, le gambe diventano molli.. insomma, sto malissimo.. quando entro nello studio, invece, paradossalmente mi calmo un pò.. ma questo non conta, perchè se l'attesa mi fa stare così, io dal medico, difficilmente ci vado.
vorrei da lei, un parere, dei consigli.. dirmi di andare in terapia ci arrivo anche io, ma nel frattempo, vorrei mi spiegasse gentilmente in modo dettagliato una sua visione e sul perchè e se possano essere reversibili, questo tipo di problemi?
grazie mille.saluti

Miglior risposta

Da quel che descrive pare soffra di disturbi fobici.
La fobia è una paura che, con l'andare del tempo e con una personalità "predisposta" a questa tipologia di disturbo si struttura a tal punto da essere impedente nell' affrontare le normali attività della vita.
Esistono vari tipi di fobie e di problemi ad esso legati.
Se lei già sa che dovrebbe consultare un Professsionista, quello che posso consigliarle è una terapia breve strategica o cognitivo comportamentale, specifiche per tutta la gamma dei disturbi sia fobici che ossessivi.

Cordiali saluti,
Dott.ssa Roberta Alici, Psicologa, Psicoterapeuta.

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

Caro Marco,
mi sembra che tu abbia bisogno di acquisire una sicurezza in te stesso che ti consenta di affrontare la vita con maggiore serenità e realismo. L'ansia generalizzata per tutto quello che descrivi denuncia poca fiducia nelle tue capacità e scarsa autostima innestando un circolo vizioso di paure su paure, talora ingiustificate o enfatizzate dal pensiero. Se tutto questo dura fin da piccolo, come dici, credo sia arrivato il momento di comprenderne l'origine e di affrontarle insieme ad un bravo professionista della tua citttà.
Certamente ti aiuterà a stare meglio.
Dott.ssa Lilia Di Rosa

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

28 LUG 2014

Logo Dott.ssa Lilia Di Rosa Dott.ssa Lilia Di Rosa

62 Risposte

20 voti positivi

Gentile Marco,
posso capire che lei non voglia sentirsi rispondere "vada in terapia". Tuttavia è il migliore consiglio che da qui possiamo darle, considerando che non la conosciamo. Quello di cui ci parla sembra un problema "ansioso", che si riflette nella sua quotidianità ed in pensieri che ruotano attorno alla salute. L'ansia può essere superata attraverso la comprensione dei meccanismi che la sostengono e delle cause che la generano.
Come le dicevo, difficile capirà da qui.
Gli psicologi non sono dei "maghi", non possono tramite un click risolvere i problemi o trovare la risposta risolutiva. Solitamente il lavoro psicologico è un processo di "cm".
Desidera iniziarlo?

Restiamo in ascolto

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

28 LUG 2014

Logo Dr Mori, Psicologo Sessuologo Psicoterapeuta Dr Mori, Psicologo Sessuologo Psicoterapeuta

573 Risposte

354 voti positivi

Le fobie hanno origine da paure probabilmente infantili, magari nemmeno espresse alla loro origine ma rimaste nell'inconscio, spesso trasformate in altri tipi di timori o addirittura terrori. Il suo racconto mi fa ipotizzare che, da bambino, abbia subito una forte pressione da chi l'ha cresciuta. Forse i suoi genitori si aspettavano o pretendevano da lei la perfezione, e lei aveva paura di deluderli, di non essere all'altezza, che scoprissero che lei non era in grado di fare quello che volevano. È soltanto un'ipotesi, ovviamente. Ma potrebbe spiegare il suo blocco ad agire e il suo terrore che un medico scopra che in lei c'è qualcosa che non va. Potrebbero esserci mille altre spiegazioni, che solo un'anamnesi approfondita potrebbe mettere in luce.

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

28 LUG 2014

Anonimo

Carissimo,ritengo che questo 'tipo di problemi' abbia a che fare con uno stato di inibizione interiore le cui origini andrebbero individuate. Non ti dico di rivolgerti a qualcuno ma piuttosto di mettermi nelle condizioni di conoscerti meglio. Non hai detto nulla di te che possa dare un minimo indizio dal quale partire nella ricerca del tuo sviluppo emotivo. Quindi se vuoi che qualcuno possa darti una mano da qui,ed io sono disponibile, è indispensabile la tua storia personale ( età, rapporto con la famiglia,amici/compagni,quando è iniziato il 'disagio' ed altro che ti possa venire in mente). Un caro saluto
Dottssa Carla Panno
psicologa-psicoterapeuta

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

28 LUG 2014

Logo Dott.ssa Carla Panno Dott.ssa Carla Panno

1056 Risposte

601 voti positivi

Gentile Marco,
l'indecisione, l'ipocondria, i sintomi che accusa quando è nella sala di aspetto di un medico, hanno tutti una matrice ansiosa. In altre parole è presumibilmente l'ansia l'emozione di base che le causa difficoltà e disturbi.
Tenga presente che i disturbi d'ansia sono solitamente abbastanza facili da trattare, soprattutto se prevale la componente ansiosa su quella ossessiva, e perciò non deve avere timori al riguardo. Le percentuali di successo, ad es. con la Terapia Strategica Breve, sono molto elevate.
Perciò si rivolga quanto prima ad un/una psicologo psicoterapeuta poichè la sintomatologia a quanto dice, le fa perdere molto tempo ed energie preziose.
Cordiali saluti

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

28 LUG 2014

Logo Valentina Sciubba Valentina Sciubba

1054 Risposte

690 voti positivi

Domande simili:

Vedi tutte le domande
mi sento a pezzi, sono al limite

2 Risposte, Ultima risposta il 03 Gennaio 2015

sono al limite, mi sento a pezzi

2 Risposte, Ultima risposta il 04 Gennaio 2015

Periodo stressante, seguito da ansia

1 Risposta, Ultima risposta il 13 Dicembre 2016

Credo di avere bisogno di un aiuto, ma non sono sicura di meritarlo

2 Risposte, Ultima risposta il 13 Settembre 2017

Un consiglio su come gestire le mie emozioni e paure

7 Risposte, Ultima risposta il 26 Ottobre 2015

ansia per situazione familiare

2 Risposte, Ultima risposta il 30 Dicembre 2016

Cambiare terapeuta o concedermi un periodo di pausa?

1 Risposta, Ultima risposta il 20 Maggio 2016

Capire la natura umana quando l'amore diventa indifferenza e odio

1 Risposta, Ultima risposta il 20 Settembre 2016

Come capire se stessi, come?

6 Risposte, Ultima risposta il 14 Ottobre 2015

Crisi di coppia, superabile?

3 Risposte, Ultima risposta il 16 Maggio 2017