Limiti in terapia

Inviata da Ile. 2 set 2016 7 Risposte  · Autorealizzazione e orientamiento personale

È giusto in terapia sedersi sulle gambe del terapeuta?

terapia

Miglior risposta

Buongiorno Ile,
so che alcune terapie psico-corporee, in alcuni contesti e determinate circostanze molto specifiche (quindi, all'interno della strategia terapeutica condivisa con i pazienti), è prevista una modalità terapeutica simile. Quindi, dipende dall'approccio clinico e dal terapeuta...personalmente, non fa parte neanche di una ipotesi quella di poter fare qualcosa del genere...è troppo fraintendibile, ambigua, il più delle volte non deontologica e lontana dal mio modo di lavorare...
Buona fortuna
dott. Massimo Bedetti,
Psicologo/Psicoterapeuta
Costruttivista-Postrazionalista Rona

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

Cambi terapeuta...ma gli lasci una bambola..con tanto di denuncia!

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

8 SET 2016

Logo Dott. Francesco Testa Dott. Francesco Testa

123 Risposte

89 voti positivi

No, assolutamente. Per ragioni psicoterapeutiche e deontologiche.
Rispondo così sinteticamente perchè anche la Tua domanda era sintetica
Ci sarebbe molto da dire sui perchè. Ma sarebbe troppo lungo in questa sede.
Forse in gravi patologie quali la schizofrenia, e solo in casi assolutamente particolari ( vedi il libro " diario di una schizofrenica ). E non è certo il Tuo caso, e lo dimostra il fatto che te lo chiedi.
Domanda: sei sicuro/a che il terapeuta a cui Ti affidi sia iscritto all'albo degli psicologi e abbia l'abilitazione alla psicoterapia ? Guarda sul sito dell'Ordine degli psicologi. Se non lo è scappa a gambe levate, se lo è sappi che un tale comportamento di fatto lede sostanzialmente il processo psicoterapeutico.
Cordialmente
Dr. Marco Tartari, Asti

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

6 SET 2016

Logo Dott. Marco Tartari Dott. Marco Tartari

634 Risposte

355 voti positivi

La tua domanda dovrebbe essere arricchita di qualche dettaglio sufficiente a indurre ad un minimo di riflessione, per formulare una risposta. A prescindere dal fatto che in alcune particolari situazioni transferali, questo potrebbe diventare il desiderio del paziente o del terapeuta , passare all'atto quello che si dovrebbe esprimere senza limitazioni, verbalmente, a me non risulta corretto. Comunque, per approfondire, resto a disposizione.
Dott.ssa.Carla Panno
psicologa-psicoterapeuta

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

6 SET 2016

Logo Dott.ssa Carla Panno Dott.ssa Carla Panno

1056 Risposte

595 voti positivi

Salve Ile,
Ci sono delle regole che servono proprio per proteggere entrambi i componenti della relazione terapeutica, e tra queste c'è la regolamentazione degli spazi. Non è previsto in nessun approccio un contatto così stretto, quindi faccia attenzione. Buona giornata, dott.ssa Valeria Bugatti

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

6 SET 2016

Logo Dott.ssa Valeria Bugatti Dott.ssa Valeria Bugatti

105 Risposte

44 voti positivi

Gentilissima,
è fondamentale capire l'orientamento della sua psicoterapia. Nell'ambito di una psicoterapia funzionale (psico-corporea) questa è una delle tante tecniche che prevedono un contatto terapeuta-paziente.
Ovviamente lei deve aver sottoscritto un consenso informato a inizio terapia in cui era precisato che la psicoterapia avrebbe previsto tecniche che includevano un contatto terapeuta-paziente.
Ad ogni modo il contatto non deve mai essere di natura sessuale (e da quanto ho capito non è questo il caso).
Laddove la sua terapia preveda questo tipo di tecniche è fondamentale che lei esponga serenamente al suo terapeuta il disagio che le procura questa tecnica così da poter indirizzare al meglio il processo terapeutico .
Per eventuali ulteriori chiarimenti sono a disposizione.
Dott.ssa Ivana Gallo

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

6 SET 2016

Logo Dott. Ivana Gallo Dott. Ivana Gallo

14 Risposte

7 voti positivi

Gentile Ile,
nemmeno nelle cosiddette "psicoterapie a mediazione corporea" mi risulta che sedersi sulle gambe del terapeuta faccia parte di una tecnica ed abbia uno scopo terapeutico ( a meno di discutibili forzature).
Quindi la risposta alla sua domanda è decisamente negativa.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

6 SET 2016

Logo Dott. Gennaro Fiore Dott. Gennaro Fiore

5933 Risposte

16609 voti positivi

Domande simili:

Vedi tutte le domande
Il mal di pancia mi limita.

4 Risposte, Ultima risposta il 20 Aprile 2017

limiti interiori

6 Risposte, Ultima risposta il 27 Luglio 2014

Cognitivi, paĺlotole e terapia

3 Risposte, Ultima risposta il 10 Luglio 2017

non ottengo risultati dalle terapie

2 Risposte, Ultima risposta il 07 Aprile 2019

Difficolta' nella chiusura della terapia

2 Risposte, Ultima risposta il 22 Maggio 2018

Seduzione in terapia

5 Risposte, Ultima risposta il 19 Luglio 2017

Fagofobia; quale terapia?

5 Risposte, Ultima risposta il 03 Luglio 2016

Pallottole e terapia

4 Risposte, Ultima risposta il 24 Luglio 2016

Malpractice?

2 Risposte, Ultima risposta il 27 Settembre 2017