L'ho lasciato. Come posso liberarmi da questo senso di colpa?

Inviata da Miky · 30 ago 2017 Terapia di coppia

Buonasera a tutti.
Mi chiamo Michela, ho 30 anni e sono da poco reduce da una storia di 4 anni con un uomo di 35. Dopo due anni e mezzo ho avuto la forza di lasciarlo perché ero distrutta dalla sua gelosia insistente ed immotivata e dal suo atteggiamento autoritario nei miei confronti, e dal fatto che non riuscisse mai a tenere a "bada" i suoi invadenti genitori, che avrebbero voluto dettar legge persino nella nostra vita quotidiana. Dopo qualche mese, in lacrime, mi ha implorato di riprovarci e di dargli un'altra possibilità; mi ha giurato che lui sarebbe cambiato. Io, innamorata, ma pure devastata dai sensi di colpa, ho accettato ed ho acconsentito a riprovare a stare insieme. Lui si è comportato di nuovo male, in più occasioni mi ha dato dei dispiaceri ed ho appurato che non riesce proprio a non farsi manipolare dai suoi, pretendendo che io stia sempre ad ossequiarli e che vada a prendere tutti i fine settimana il caffè a casa loro. Distrutta, l'ho lasciato di nuovo. Stavolta sono decisa a non tornare sui miei passi. Ma è dura. Lui ha ricominciato a piangere, a pregarmi di tornare; si strazia dicendomi che senza di me si sente morire, e che non capisce come mai io voglia buttare via tutto: lui è convinto di non aver più sbagliato con me. È dura per me sentirlo piangere, sentire che soffre così tanto. Ma non voglio ricaderci... come devo fare? Come posso liberarmi dal senso di colpa? Sto malissimo. Un giorno tutto questo passerà? Come dovrei comportarmi?

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 31 AGO 2017

Buongiorno Michela,
che cosa fare credo lei lo sappia. Sa perfettamente che lui non cambierà. Se i suoi genitori sono manipolativi anche lui lo è.
Può stare a contatto con ciò che prova e legare questo stato ai pensieri che la attraversano. Scoprirà che molti di questi pensieri e giudizi su se stessa sono irrazionali e non realistici. Potrà così ridefinire ruoli e responsabilità di questa relazione.
Ovviamente non è facile, ma il pianto di lui serve solo a riagganciarla, non implica alcun cambianto, anzi semmai col passare del tempo le cose possono solo peggiorare.
I cambiamenti non sono fatti di parole o pentimenti più o meno veri: i cambiamenti arrivano con lo sforzo e la fatica, mettendosi in gioco, cambiando cose concrete della propria vita.
In bocca al lupo

dott.ssa Lucia Rinaldi

Lucia Rinaldi Psicologo a Roma

93 Risposte

162 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

4 SET 2017

Cara Miky,
se hai preso questa importante decisione significa che hai valutato bene ciò che ti faceva stare male, perchè dovresti cambiare idea? Vi siete concessi anche una seconda possibilità e quindi non hai nessun rimpianto.
Capisco che sia difficile sentire quanto sta soffrendo, ma prova a pensare alla tua sofferenza..sei sicura che sia stata capita e sentita, soprattutto dal tuo ex ragazzo?
Concediti un pò di tempo, la situazione migliorerà, altrimenti puoi sempre rivolgerti a qualche collega per elaborare al meglio il tuo senso di colpa.
In bocca al lupo
Dott.ssa P.Trevisanut

Dott.ssa Patrizia Trevisanut Psicologo a Portogruaro

22 Risposte

3 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

31 AGO 2017

Buongiorno Michela (?),
Porre fine a una relazione sentimentale comporta quasi sempe sentimenti di colpa e sofferenza verso il partner appena rifiutato, legata ai sogni infranti e al realizzare di far del male all'altra persona. Da quello che scrive però, si evince che la sua decisione di interrompere la relazione sia stata ragionata e valutata senza cedere a impulsività. Lei ha preso una decisione legata al suo benessere, pesente e futuro. Il consiglio che mi vien da darle è quello di pensare a se stessa ora e al suo benessere, costruendo una nuova quotidianità che la faccia sentire bene.
Dr.ssa Ambra Caselli (Brescia)

Dott.ssa Ambra Caselli Psicologo a Castegnato

118 Risposte

132 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

30 AGO 2017

Gentile Miky,
Inizio col dirti che se sei certa della tua decisione, devi continuare sulla tua strada. Capisco il dolore e i sensi di colpa ma è necessario che tu pensi prima di tutto al tuo benessere. Un giorno tutto questo passerà e potrai ricominciare a vivere come desideri per te stessa.
Se avverti una particolare difficoltà in questo momento considera di rivolgerti ad uno psicologo anche solo per una consulenza, potrà aiutarti ad elaborare la cosa e a trovare dentro di te le risorse per andare avanti!
Resto a disposizione,
Dott.ssa Daniela Vinci
Arluno (MI)

Dott.ssa Daniela Vinci Psicologo a Arluno

316 Risposte

679 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia di coppia

Vedere più psicologi specializzati in Terapia di coppia

Altre domande su Terapia di coppia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 30050 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 18850

psicologi

domande 30050

domande

Risposte 102450

Risposte