Leggero disgusto nell'approccio sessuale

Inviata da greg · 27 dic 2016 Terapia di coppia

Non mi è facile spiegarmi...non mi succede sempre questa cosa del disgusto...Allora faccio premessa: ho 50 anni, sposato,, figli, vita sessuale quasi normale (nel senso che non c'è tutta questa frequenza, beh, in realtà se ci penso bene adesso sono un bel po' di settimane che io e mia moglie non si fila più...ci si è lasciati un po' andare...entrambi...forse più lei...non si piace più, si trascura...io m'impigrisco -lo sono sempre stato un po' in realtà- e si va avanti. C'è affetto, per carità, ma sesso ora è proprio azzerato. E non va bene, lo so! ma nonn è questo il punto...o forse si...va be', aspetto che me lo diciate voi). Dunque, sempre nella premessa ci metto che sono un eiaculatore precoce e che se ci penso bene questa cosa del disgusto è una cosa abbastanza antica, risale ai primi anni di matrimonio, avevo problemi con il desiderio sessuale, andai in terapia e col tempo ritrovai buona parte del desiderio, si insomma, non è stato facile ma sento di esserci riuscito a sentirmi ok a letto e nel desiderio e nella ricerca di piacere....è rimasto il problema dell'eiaculazione precoce. Va bene, vengo al dunque...ah, per disgusto intendo uno stato percettivo che non mi aiiuta, praticamente divento ipersensibile agli odori altrui, ma anche a quello che fa il partner e che non gradisco...è come se la mia attenzione si spostasse al di fuori di me e mi osservassi,,chiaramente potete immaginare che tutto questo non mi permette di concentrarmi su quello che sta succedendo (o dovrebbe succedere). E' una cosa antica dicevo, sopita in buona parte nella relazione sessuale con mia moglie ma che oggi si è ripresentata...non con lei però! si, mi sono lanciato in un flirt -non è mio solito in realtà, se può esservi utile, l'ultima volta è capitato 10 anni fa- ed è successa la stessa cosa -come 10 anni fa del resto-...attrazione, sguardi, scambi, sensazioni, eccitazione, approccio fisico e...click, ecco che scatta quell'interruttore che in sostanza mi spegne il desiderio... Quindi, non so se il mio problema sia il disgusto o il desiderio. Certo è che non va proprio bene 'sta cosa. Di tornare in terapia non mi va, all'epoca feci una terapia analitica transazionale che, a dirla tutta, non so quanto mi abbia aiutato concretamente. Forse è stato più il confronto e il racconto di un amico (cioè di come lui gestiva la sua sessualtià nella sua coppia) che all'epoca mi ha permesso di riappropriarmi della mia mascolinità coartata. Forse potrei anche tornarci in terapia ma non c'è modo di avere indicazioni più precise su cosa lavorare? Mi sono dilungato proprio per darvi quanti più dettagli possibili e avere indicazioni precise. Cioè, in terapia ci torno, ma vorrei fare una scelta molto mirata. Grazie in anticipo per la pazienza della vostra lettura e delle vostre risposte.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 30 GIU 2017

Se l'approccio interpretativo e psicodinamico non le ha portato dei buoni risultati, probabilmente è il caso di provare un altro approccio basato più sul raggiungimento dei risultati, non trascurando pensieri e emozioni, ossia la terapia cognitivo-comportamentale o cognitivista.
Noterà un tipo di lavoro molto diverso e incentrato sul presente.
Buona giornata
Dott.ssa Ilaria Albano
Psicologa a Roma

Dott.ssa Ilaria Albano Psicologo a Milano

269 Risposte

332 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

24 GEN 2017

Gentile Greg,
perquanto riguarda il fatto che di per sè non "vada bene" che lei e sua moglie da un pó di tempo non abbiate rapporti sessuali, credo che onestamente sia difficile stabilire ciò che " vada bene o non bene in una coppia" e che perlomeno- anche se ci fosse qualcosa di "giusto o sbagliato" a priori non sia compito dello psicologo stabilirlo. Credo piuttosto che sarebbe utile uscire dal l'ottica di ciò che si deve o non deve fare in una coppia- che potrebbe essere anche molto colpevolizzante- e provare a capire piuttosto se la mancanza di rapporti sessuali e il flirt che ha da poco cominciato siano indicatori di un periodo di difficoltà che sta vivendo nel suo rapporto coniugale, che l'ha spinta forse a cercare nuove emozioni e stimoli in un nuovo rapporto. Un altro aspetto che si potrebbe considerare è che il senso di disgusto che avverte nel rapporto sessuale e che avvertiva anche in passato, nonché la concentrazione su dettagli che la distolgono dal rapporto sessuale in sè- sembrano nel tempo essersi "sopiti" nel contatto con sua moglie, mentre sembrano essere riemersi e particolarmente presenti durante i rapporti sessuali che intraprende al di fuori del rapporto coniugale. Sarebbe quindi utile esplorare maggiormente questo aspetto e, al di là dei sintomi che avverte, sarebbe importante capire se possa esserci una qualche connessione tra lo stato che riporta, che la porta poi ad avvertire una mancanza di desiderio ,e le relazioni extraconiugali che ha intrapreso.Un altro aspetto che meriterebbe attenzione è l'approfondimento del significato che ha per lei il sesso e la sessualità- che è unico e personale per ogni individuo. L'eiaculazione precoce può essere spesso legata a stati ansiosi, come l'ansia da prestazione. Sarebbe utile capire in che modo i consigli del suo amico le siano stati utili, nonché se si imponga determinati standard e parametri rispetto al rapporto sessuale, che presumibilmente non permettono di vivere il rapporto stesso con libertà e serenità. Penso che l'esplorazione dei significati relativi alla sessualità e al suo modo di vivere e agli aspetti che le ho già menzionato potrebbe essere molto utile e penso che una terapia che non si focalizzi solo sul sintomo ma che dia una lettura più ampia del disagio cbe prova e del significato che i sintomi che riporta hanno in questo momento della sua vita potrebbe esserle molto utile per uscire dalla condizione di disagio in cui si trova. Le auguro buona fortuna e rimango a disposizione per ulteriori chiarimenti.
Dott.ssa Angelica Ferretti- psicologa clinica- Ravenna, Faenza, Lugo

Dott.ssa Angelica Ferretti Psicologo a Lugo

3 Risposte

1 voto positivo

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

7 GEN 2017

Gentile Greg,
ritengo che il problema sia il senso di disgusto che lei prova e il fatto che si focalizza eccessivamente sugli odori o su ció che le fa la sua partner che non le piace.
Innanzi tutto quando la donna inizia a fare qualcosa che a lei non piace, glielo dovrebbe far presente e provare piuttosto a indirizzarla verso qualche tipo di pratica che a lei, Greg, piace.
Rimane il problema degli odori: per superarlo si concentri nel fare cose che non implicano il contatto ravvicinato del suo viso con le parti che sprigionano piú odori dell'altra persona (presumibilmente: le zona intime). Si concentri sugli aspetti piacevoli, sulle carezze, sui preliminarsi, sul toccarsi reciprocamente: questo metterá in secondo piano la questione dell'odore.
Per il problema dell'eiaculazione precoce invece il discorso diventa piú articolato e sicuramente è opportuno affrontarlo in terapia.
Il tipo di psicologo che a mio avviso fa maggiormente al caso suo dovrebbe essere ad indirizzo cognitivo, oppure cognitivo-comportamentale oppure interattivo-cognitivo, possibilmente anche esperto in problematiche sessuali.
Le auguro tutto il meglio.

Cordiali saluti,

dott.ssa Elisa Canossa, psicologa psicoterapeuta a Padova e Sustinente (MN)

Dott.ssa Elisa Canossa - Studio di psicologia e psicoterapia Psicologo a Sustinente

725 Risposte

2254 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia di coppia

Vedere più psicologi specializzati in Terapia di coppia

Altre domande su Terapia di coppia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 31200 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 19350

psicologi

domande 31200

domande

Risposte 107000

Risposte