Le malattie della prostata possono essere causate da disturbi psicosomatici?

Inviata da Federica · 29 set 2016 Disturbi psicosomatici

Buongiorno,
mio marito soffre da qualche anno, e ne ha 44, di problemi alla prostata, ingrossamento, difficile minzione, problemi ad eiaculare, che potrebbero portare alla sterilità. Per me tutti questi non sono problemi, in quanto non è mia priorità avere dei figli, però sono convinta che lui ne soffra tantissimo ed è per questo che vorrei aiutarlo. Ci siamo sposati da poco e io sono ancora nell'età giusta per una maternità. Inoltre anche la sua sorella è sterile. I miei suoceri sono persone straordinarie, però sono convinta che all'interno della loro famiglia si sia "inceppato" qualcosa a livello inconscio sull'educazione sessuale, mia suocera è molto credente... Credo che ci sia attinenza. O è familiarità? Attendo con piacere una risposta, ho bisogno di aiutare a star bene mio marito. Ringrazio anticipatamente a chi mi risponderà e saprà consigliarmi un buon professionista.

Federica

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 30 SET 2016

Salve, consideri che l'ipertrofia della prostata va ad alterare l'arco superbo, di cui i ragazzi si servono per gareggiare fra loro (più lontano arriva l'urina più lontano si va nella vita?) e quell'atteggiamento di forza (gambe divaricate, il flusso viene indirizzato offensivamente in avanti) che viene assunto dalla posizione degli uomini al momento di urinare. Se questa facoltà diminuisce si ci avvicina allora al modo e al polo femminile. Questo tendere al mondo femminile si manifesta troppo rapidamente e che il corpo è costretto a vivere quello che la psiche cerca di evitare. In sostanza il sintomo di suo marito lo invita a rinunciare alla grandi fantasie e ad avere un contatto con il concetto junghiano di Anima (la parte femminile nell'uomo). Consideri che il compito della prostata come quella del seme è di lubrificare in modo da avere un miglior rapporto sessuale. L'urologo infatti consiglia di avere rapporti sessuali costanti. Il sintomo, quindi, vuole dire anche a suo marito di abbandonarsi alla propria sessualità. Saluti

Dott. Christian Verdirame - Psicologia del Profondo Psicologo a Ragusa

28 Risposte

188 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

14 OTT 2016

Gentile Federica,
in teoria la grande maggioranza delle malattie di medicina interna può risentire di fattori psicosomatici e la prostata si connette alla funzione procreativa per cui si può ipotizzare che ci siano problematiche relative.
Le consiglio di consultare uno psicologo psicoterapeuta per saperne di più, meglio sarebbe se venisse anche suo marito.
Se vuole approfondire occorre un rapporto professionale
cordiali saluti

Valentina Sciubba Psicologo a Roma

1054 Risposte

759 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

4 OTT 2016

Gentile Federica,
sarebbe importante conoscere alcuni dettagli in più riguardo al problema, così come anche i vostri tentativi per superarlo. Certo, nulla esclude che possa esserci un trasferimento a livello somatico delle difficoltà psichiche, soprattutto se si è indagato a fondo attraverso visite mediche, accertamenti clinici ecc. e non sono emerse cause organiche tali da spiegare il problema. Ad ogni modo, l'apprendimento di una tecnica di rilassamento psicofisico, unitamente ad un'analisi dei vissuti sia fisici che psichici, potrebbero sbloccare la situazione. Tale percorso può svolgersi anche on line, e non richiede molte video-sedute.
Cordiali saluti
Dott.ssa Maria Giovanna Zocco - Specialista in tecniche autegene brevi

Dr.ssa Maria Giovanna Zocco Psicologo a Modica

162 Risposte

283 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

3 OTT 2016

Gent.ma Federica,
da quello che racconta, mi sembra csia necessario distinguere due aspetti: da una parte le difficoltà alla prostata e le sue ricadute fisiche, dall'altra le paure e i desideri legati all'avere figli e alla sessualità in generale.
È chiaro che possono influenzarsi in modo circolare. Tuttavia per intervenire sull'aspetto fisico è necessario rivolgersi al proprio medico o ad un andrologo che poi sapranno indirizzarvi su cosa fare. Per gli aspetti psicologici potrebbe essere utile rivolgersi ad uno psicoterapeuta per un breve percorso di coppia che faccia emergere quali sono i desideri e le paure legati alla sessualità e alla prospettiva di avere figli.
Cordialmente

Dott. Christian Giordano Psicologo a Roma

50 Risposte

28 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

29 SET 2016

Gentile Federica,
non ritengo che ci sia molta attinenza tra disturbi psicologici e malattie della prostata.
D'altra parte non è detto che suo marito debba per questo avere problemi di infertilità.
Le suggerisco comunque di far sottoporre suo marito a tutti gli accertamenti clinici, biochimici (spermiogramma) e strumentali del caso tramite visita medica presso un urologo o andrologo.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

7717 Risposte

21526 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Disturbi psicosomatici

Vedere più psicologi specializzati in Disturbi psicosomatici

Altre domande su Disturbi psicosomatici

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 31150 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 19300

psicologi

domande 31150

domande

Risposte 106900

Risposte