Lavoro e facoltà scelta

Inviata da potenza · 3 feb 2021

Al gentilissimo staff
Buonasera
Scrivo perché dentro di me sento che ho sbagliato facoltà anche se mi e' piaciuto il settore che ho scelto e sento che avrei potuto fare altre facoltà premesso che sapevo quando mi sono iscritta all' università che non era facile trovare lavoro e questa consapevolezza mi ha aiutato a non andare in depressione.
Il settore e' il diritto non la laurea magistrale in giurisprudenza ma la laurea breve ,in servizi giuridici operatore giudiziario .Sono laureata da sette anni e non ho trovato lavoro.Ho svolto il tirocinio non obbligatorio con convenzione tra l' università e il tribunale per vedere praticamente le cose che avevo studiato.
Ho ricevuto offerte di lavoro anche da settori non giuridici -premetto che non sono fissata a trovare lavoro solo nel mio settore- in questi anni ma volevamo il domicilio o la residenza sul posto o in posti vicino e perciò non mi hanno fatto andare a fare il colloquio,tanti avvocato hanno già impiegati, ho inviato candidature spontanee ad aziende,mi sono iscritta ad agenzie per il lavoro,ho fatto un corso di addetto base di segreteria organizzato dall' agenzia adecco,ho ricevuto offerte di lavoro a provvigione che non li vedo adatti per me.Mi hanno invitato a convegni giuridici avvocati e sono andata e ad alcuni sono andata io se potevo.Andare ai convegni mi ha soddisfatto perché ero nel settore giuridico e sono contenta.Alcube volte sento dentro di me una voce che dice che ho sbagliato facoltà anche se mi piaceva il diritto e mi piace,che avrei potuto fare altre cose universitarie che non so definire .Mi piace leggere libri sulla vicenda di genere,sulle testimonianze di sopravvissuti dei campi di concentramento ,di persone che non hanno pagato il pizzo e raccontano la loro storia,alcuni libri di Oriana Fallaci,ascoltare convegni online sulla violenza di genere,su primo Levi ,ascoltare video di psicologia che mi piace ,di donne e di uomini che sono andati a vivere fuori Italia e raccontano la loro esperienza .La voce parla successivamente alla fine delle cose o in altri momenti se posso usare questo termine e mi dice che avrei potuto fare altre cose,che il diritto non e' il settore adatto per me anche se ripeto mi e' piaciuto e mi piace.La voce lo dice che mi e' piaciuto e mi piace e mi fa vedere altre cose nelle quali mi collocò meglio della laurea breve che ho fatto.Mi dico che sono capitata in un periodo difficile per trovare lavoro rispetto a tanti anni fa che si trovava facilmente lavoro e poi per me vivo in una zona lavorativamente svantaggiata premesso che so che lontano non e' facile trovare lavoro come tanti anni fa.Vivo da sola nella seconda casa di mia madre - abitiamo vicino- e mi aiuta economicamente con mio padre.Sono figlia unica.Non mi scoraggio continuo a inviare curriculum nel caso possa trovare un lavoro.
La ringrazio
Cordiali saluti

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 3 FEB 2021

Gentile potenza,
Come lei stessa ha affermato, viviamo in un momento storico in cui effettivamente trovare loro può essere complicato, soprattutto in alcune zone geografiche. Da quanto mi è sembrato di capire, e in questo spero di aver centrato l'obiettivo della sua domanda, sta cercando di capire se il percorso di studi scelto sia stato quello giusto per lei o meno. Io credo che ogni persona sia un modo a sè, pieno di molteplici interessi e passioni, e che non esista un percorso di studi perfetto e definito per ognuno. Al contrario, credo che per ciascuno ci sia un ampio raggio di scelta, che contempla tutti ciò che ha a che fare con le nostre passioni. Nel suo caso, come apprendo con piacere, le passioni sono molte, ed ha scelto di approfondire una di queste nel suo percorso di studi. Il mio consiglio è quelli di guardarsi dentro, cercando di capire bene se l'ambito scelto con l'università sia ancora quello che la appassiona maggiormente. Se la risposta fosse affermativa, la incoraggio a non demordere, a continuare a cercare lavoro ed eventualmente anche chiedersi se sia disposta a continuare la formazione, nella speranza di aumentare le sue possibilità lavorative.

Dott.ssa Fulvia Messina Psicologo a Cosenza

60 Risposte

30 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 29750 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 18650

psicologi

domande 29750

domande

Risposte 101200

Risposte