Lasciare o meno l'università?

Inviata da Cristina · 15 apr 2018 Orientamento scolastico

Buonasera,
mi chiamo Cristina e ho 24 anni. Sono una studentessa universitaria che da marzo di quest'anno è entrata nel terzo anno fuori corso (praticamente la mia laurea in Economia si è trasformata in una laurea in Medicina). Mi mancano ancora 6 esami, senza contare lo stage che svolgerò nei mesi di giugno e luglio.
Sto prendendo in considerazione l'ipotesi di lasciare l'università. Ho già provato a farlo in passato, ma i miei genitori mi dissero di non essere d'accordo e così decisi di farmi forza e di continuare.
Adesso questa forza non ce l'ho più, ma mi sento terribilmente in colpa nei confronti dei miei genitori ed ho paura di non trovare un lavoro dopo. Non so cosa fare: sono combattuta tra il voler lasciare l'università ed il senso del dovere che mi sta portando a continuarla, anche stando male.
I miei ex colleghi di corso sono già in possesso di una laurea specialistica e lavorano, mentre io sono ancora a questo punto. Mi sento un peso, una persona inutile ed inferiore agli altri, ancora di più quando i miei ex colleghi di corso (nonché miei amici) non si pongono problemi per quanto spendere per una cena-rimpatriata grazie ai loro stipendi, mentre io devo chiedere i soldi a mamma e papà. In passato ho pensato anche di lavorare e studiare, ma anche qui ho ricevuto un "no" dai miei, perchè "Se sei indietro con gli studi non lavorando, figuriamoci il contrario!"
Mi rendo conto di dover decidere da sola, ma non ci riesco. Per il momento, l'unica cosa che sono in grado di fare è piangere mentre vado all'universitá, pochi giorni prima di un esame, quando un esame va male e chi più ne ha più ne metta. Cosa dovrei fare?
Grazie in anticipo!

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 16 APR 2018

Gentile Cristina,
sarebbe importante poter comprendere per quali ragioni tu non sia ancora riuscita a concludere il tuo percorso di studi; da quello che scrivi infatti non si riesce a ricavare una motivazione chiara: se quello che stai studiando ti interessa e appassiona veramente, se ci sono delle problematiche legate all’ansia di affrontare un esame o al tuo personale senso di sicurezza ed autoefficacia. Il consiglio che mi sento di darti è di non disperare, ma di agire per comprendere quale fattore potrebbe aver causato questo tuo stato per intervenire così di conseguenza ed in maniera mirata. A tal fine, potresti rivolgerti ad uno Psicoterapeuta della tua zona per iniziare un lavoro che ti aiuti a chiarirti le idee e ti consenta di ristrutturarti nella maniera più efficace per tornare ad agire in un modo che sia per te efficace e gratificante.

Cordialmente,
Dott. Colamonico Damiano

Dott. Damiano Colamonico Psicologo a Torino

643 Risposte

1120 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Orientamento scolastico

Vedere più psicologi specializzati in Orientamento scolastico

Altre domande su Orientamento scolastico

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 23000 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 16650

psicologi

domande 23000

domande

Risposte 84400

Risposte