L'apatia si può curare mediante la terapia cognitivo- comportamentale?

Inviata da Giovanna · 27 nov 2020

Buon pomeriggio,

Sono Giovanna e ho bisogno di un parere, di un aiuto.

Da molti anni ormai, ho perso la mia spensieratezza e la motivazione. Il motivo di tali perdite non riesco ad individuarlo.

Forse tutto è cambiato da quando ho conosciuto il mio primo amore, e che mi ha delusa.

Mi dicono che il mio atteggiamento sia passeggero, e che abbia bisogno di sforzarmi per cambiare, ma anche se per un po' cerco di farlo, la pigrizia ha la meglio su di me.

Non dico che sono assolutamente priva di emozioni o non capace di provare più sentimenti, ma non ho più cura di me stessa e delle cose. Insomma, mi sto lasciando un po' vivere. La scuola, prima, mi appassionava e riuscivo a concentrarmi, ora è come se tutto questo mi provocasse noia, rinuncia.

Sto cercando di scegliere il mio percorso universitario, siccome ho diciannove anni, ma vivo il tutto sempre con un certo distacco. Anche l'interesse per le mie relazioni è andato a scemare lentamente. Infatti, non ho più voglia di fare amicizia o di lanciarmi in un'altra storia d'amore, provocando un forte dispiacere nei confronti di chi crede in me e di chi riconosce il mio valore, in qualità di persona.

Il fatto è che me ne accorgo di tutto questo, ma il punto è che non mi causa sofferenza, anzi mi da, talvolta , anche un senso di sollievo, di tranquillità, di conforto.

Preferisco guardare un film, dormire, fare la doccia e parlare con i miei familiari, piuttosto che chattare o parlare a telefono con amici o uscenti.

Forse perché non sono quelli giusti, ma non credo.

Verificando su internet ho scoperto di essere un soggetto apatico e che psicologicamente, avrei bisogno di una terapia come quella cognitivo - comportamentale.

Voi che mi consigliate? Cosa mi sta succedendo da così tanto tempo? Perché?

Aspetto una risposta.

Cordiali saluti

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 30 NOV 2020

Salve, mi spiace molto della situazione di disagio espresso.Le consiglio in primis di non cercare informazioni su Internet in quanto potrebbero essere maggiormente disorientanti; tuttavia la terapia cognitivo comportamentale, così come anche altre psicoterapie, risultano molto efficaci nel trattamento dei sintomi che presenta.ritengo fondamentale pertanto intraprendere un percorso psicologico al fine di indagare le cause, origini e fattori di mantenimento dei suoi sintomi.
Cordialmente, dott FDL

Dott. Francesco Damiano Logiudice Psicologo a Roma

252 Risposte

112 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

28 NOV 2020

Cara Giovanna, la situazione che descrive rientra in un quadro di flessione del tono dell'umore che può sicuramente essere presa in carico con un percorso psicoterapeutico. La terapia cognitiva è indicata in letteratura come efficace per questo problema, ed è quindi consigliabile; anche se di fatto, qualsiasi terapeuta con cui Lei sia in grado di instaurare un rapporto collaborativo, di fiducia e di impegno, potrà fare al caso Suo. Rispetto alla domanda, fenomeni come questi compaiono quando sono ridotte, impossibili o negate le possibilità progettuali, ovvero, i futuri possibili, viabili e identitari. Lei rinuncia a vivere, e facendolo rinuncia a costruire: non c'è un progetto su cui mantenersi, qualcosa che La Proietti in un futuro che Le appartenga. Perché questa chiusura sia avvenuta è da ricercare in storia di vita con un colloquio clinico. Come risolverla: con una psicoterapia che abbia l'obiettivo di riaprire possibilità d'azione - riappropriandosi al contempo degli eventi che ne hanno provocato l'assenza. Sia preparata, quindi, a mettersi in gioco e a dover affrontare anche compiti esperienziali: le vite non cambiano nella stanza del terapeuta, ma nelle settimane e nelle esperienze se che ne seguono durante la settimana a fronte del lavoro svolto insieme. In bocca al lupo! Cordialmente, DP

Dott. Daniel Michael Portolani Psicologo a Brescia

998 Risposte

1023 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

27 NOV 2020

Cara Giovanna,
sembra ci sia un calo dell'umore per il quale la terapia cognitivo-comportamentale è sicuramente indicata. Questo non vuol dire che gli altri approcci non vadano bene. Che cosa Le sta succedendo e perché va compreso nel corso della terapia, approfondendo la situazione e la Sua storia. A volte sforzarsi è difficile e si necessita di un aiuto.
Cordialmente,
Dott.ssa Katarina Faggionato

Dr.ssa Katarina Faggionato Psicologo a Vicenza

430 Risposte

199 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 30050 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 18850

psicologi

domande 30050

domande

Risposte 102250

Risposte