Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

L'ansia prende il sopravvento, come placarla?

Inviata da Eleonora Puma il 4 mag 2017 Ansia

Carissimi,
Mi chiamo Eleonora e ho 22 anni. Vi scrivo perché credo di non riuscire più a sopportare l'ansia.
Sono sempre stata una persona ansiosa ma mai come quest'ultimo anno.
Sono al terzo anno di università, mi mancano 3 esami (tutti dal 28 al 9 giugno) e sto scrivendo la tesi essendo intenzionata a laurearmi a luglio.
Sono consapevole del fatto che l'ansia derivi dalla pressione data dagli esami però sento di non riuscire più a sostenerla.. ho trovato una valvola di sfogo nel capelli, precisamente nelle doppie punte, accade cosi: o mi tocco i capelli dalla radice fino alle punte oppure prendo ciocca per ciocca e inizio a strappare via le punte a volte ricorrendo a forbicine e arrivando ad avere il tavolo pieno di capelli tagliati. Li sto rovinando ed è diventata una vera ossessione. Ho provato con antistress e un po è diminuita ma sento sempre il bisogno di strapparli.
Inoltre non ho più voglia di socializzare, mi sento vulnerabile di fronte alla gente e mi passa la voglia di uscire e vivere la vita da universitaria. Sento sempre un vuoto nel petto, a volte fatico ad addormentarmi per la tachicardia e sospiro di continuo provando a riempire il vuoto con l'aria. Sono piu irritabile del solito e spesso mi infastidiscono anche le persone a me care.
Cosa posso fare per far si che l'ansia non prenda il sopravvento? Ho provato anche qualche esercizio di meditazione ma in quei minuti di silenzio la mia mente si riempie di pensieri sullo studio, il poco tempo ecc.

Grazie

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Gentile Eleonora,
lei, più o meno consapevolmente, tenta di scaricare l'eccessiva ansia tramite tricotillomania che è da inquadrare come un disturbo ossessivo-compulsivo.
Il notevole stress a cui si sta sottoponendo per poter rispettare il progetto fatto di dare 3 esami e preparare la tesi in soli tre mesi le sta comportando un surplus di ansia che non riesce più a gestire.
Per far sì che l'ansia non prenda il sopravvento quando lei è sotto stress dovrebbe, con l'aiuto della psicoterapia, cercare di ammorbidire la sua struttura rigida di personalità cominciando col comprendere che se invece di laurearsi a luglio (semprechè ci riesca) con enorme stress, si laurea a novembre o a dicembre con più tranquillità, non succede nessun disastro nè cambia granchè nella sua vita.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

6609 Risposte

18511 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Cara Eleonora,
lei sta vivendo un periodo di particolare stress dal punto di vista fisico e psicologico, pertanto la sua ansia è del tutto giustificata visti gli impegni che l'attendono nei prox mesi. L'abitudine compulsiva di strapparsi capelli e peli, procurandosi delle aree nude nel cuoio capelluto, nelle sopracciglia, nelle ciglia e in altre zone del corpo si chiama tricotillomania.
Le consiglio di rivolgersi (senza vergogna e/o pregiudizi) ad un PROFESSIONISTA PSICOLOGO/PSICOTERAPEUTA che sicuramente l’aiuterà a far fronte a questo periodo di stress e l'aiuterà a gestire l'ansia e a controllare la sua abitudine compulsiva.
Buona Fortuna.
Dott.ssa Crocicchio MariaGiovanna
Psicologa-Psicoterapeuta

Ma.Lu.A. Studio della dott.ssa Crocicchio MariaGiovanna Psicologo a Taranto

120 Risposte

153 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Eleonora, sembra che in quella che lei definisce un'ossessione abbia al momento trovato un modo per impegnarsi e scaricare un pò dell'ansia che sta provando in questo momento delicato e di transizione, qullo della prossima laurea. Al di là del problema ansioso che sta manifestando al momento, e dei suoi annessi (l'isolamento, la sensazione di fastidio in relazione con i suoi cari ecc...) che andrebbe affrontato attraverso un percorso psicologico, sarebbe per lei utile comprendere anche aspetti meno evidenti del suo disagio. Questo, in vista del suo traguardo universitario, e della prossima vita lavorativa e personale, potrebbe indirizzarla verso un'esistenza più serena e costruttiva possibile.
Resto a disposizione, ricevo anche su Skype.
Un caro saluto

Dott.ssa Piera Briganti Psicologo a Ancona

46 Risposte

6 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Per cercare di placare la sua ansia potrebbe parlarne con uno specialista e non farsi carico di esami e tesi molto vicini perché ciò aumenta notevolmente l'ansia causando stress e ansia.

Dott. Stefania Rossi Psicologa Psicologo a Montefiascone

43 Risposte

13 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Eleonora,
il disturbo di cui lei parla sembrerebbe essere la tricotilliomania, un disturbo associato a condizioni di notevole stress con ansia e depressione. Sicuramente il momento che sta attraversando può aver scatenato questa forma di comportamento che agisce allentando la forte tensione provata. L'indicazione che posso darle è quella di rivolgersi ad uno psicoterapeuta per affrontare questa sua situazione.
Cordiali saluti
dott. Anna Ambiveri

Dott.ssa Anna Ambiveri Psicologo a Torino

64 Risposte

60 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Buongiorno Eleonora se avverte che L ansia stia gestendo la sua vita, le consiglio di rivolgersi a uno psicoterapeuta. la meditazione e altre strategie possono essere utili ma non bastano. Il disagio che ci descrive andrebbe valutato da uno specialista per farle ritrovare un buon equilibrio di vita. Con i migliori auguri Dottssa maria pizzale

Dott.ssa Maria Pizzale Psicologo a Roma

90 Risposte

41 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Salve Eleonora.
In quali momenti arriva quest'ansia? A cosa pensa in quel momento?
Lei placa la sua ansia mettendo in atto un comportamento "distraente" proprio perché, come ci ha detto, non sopporta di sentirsi ansiosa.
L'ansia ha un forte impatto sulla vita delle persone e per questo è consigliabile intervenire.
Resto a disposizione
Dottssa Fabrizia Tudisco

Dott.ssa Fabrizia Tudisco Psicologo a Como

503 Risposte

942 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Cara Eleonora,
Immagino lei stia attraversando un periodo non facilissimo, considerando l'importanza degli ultimi esami.
Sarebbe interessante capire quante volte al giorno strappa i capelli, in quali situazioni e soprattutto quando ha iniziato?
Inoltre mi piacerebbe sapere cosa accade se si impone di non farlo.
Cordiali saluti
Dott.ssa Nadia Fasano

Dott.ssa Nadia Fasano Psicologo a Vomero

94 Risposte

134 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Ansia

Vedere più psicologi specializzati in Ansia

Altre domande su Ansia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 19350 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 15550

psicologi

domande 19350

domande

Risposte 78300

Risposte