L'amore può aiutare a risolvere i problemi di coppia?

Inviata da duedipicche · 6 ott 2020

Buongiorno, sono una ragazza di 23 anni e ho da 3 anni una relazione con un ragazzo di 24 (mia prima relazione e sua prima relazione importante). Un anno e mezzo fa lui mi aveva lasciata in quanto ferito da determinati miei atteggiamenti e mancanze, per poi tornare un mese dopo perché stando lontani aveva capito che il forte sentimento non era mai scemato.

Ora stiamo insieme, ma tuttora quello che lui mi chiede è di cambiare certi miei atteggiamenti per lui non corretti (esempio: mi rimprovera di essere uscita per 3 anni in una compagnia in cui c'era un ragazzo che gli dava fastidio perché troppo espansivo, con cui però non c'è mai stato niente; mi rimprovera di usare poco il telefono e rispondergli meno quando sono fuori coi miei amici; mi rimprovera se a volte sono in ritardo agli appuntamenti con lui se ero fuori coi miei amici, perché dice che così do meno importanza a lui se no arriverei puntuale; mi rimprovera di avere un rapporto con solo un gruppo dei suoi amici, quando lui vorrebbe che io andassi d'accordo e uscissi con tutti i suoi amici; mi rimprovera di non saper organizzare bene studio e impegni per poter vedere spesso anche lui, cosa che invece lui è sempre riuscito a fare; tutte cose del genere).

Recentemente io sono un po' agitata per vari pensieri (es. la mia laurea imminente, il rapporto coi miei genitori, i miei amici che studiano lontani e non posso vedere spesso), per di più mi sono sentita dire da lui che ha la sensazione di mettere 100 nella relazione, mentre io secondo lui metto zero. Ha anche detto di essere infelice non perché non mi ama ma a causa dei miei atteggiamenti, e di vedermi poco solare per il fatto che ne ho sempre una/ho sempre qualcosa per cui lamentarmi. Io non credo di lamentarmi di tutto, nei periodi più stressanti sono più suscettibile (es. questo in cui mi devo laureare), ma come esterno le cose che non mi piacciono esterno anche le cose che mi rendono felice. Se gli sembro poco solare credo che sia dovuto al fatto che mi sento sempre rimproverare per qualche motivo, quindi a parte che fisicamente (l'intimità tra noi non ha subito variazioni, ma penso sia perché siamo molto giovani) io da lui mi sento spesso poco apprezzata per la persona che sono. Da sottolineare che io invece mi apprezzo molto, nel senso che ho buona stima di me per quanto mi renda conto dei miei difetti ed errori.

La conseguenza è che sono frustrata nei suoi confronti, e qualsiasi cosa che mi infastidisce la ingigantisco e divento scostante con lui. Più sono scostante e vedo che gli do fastidio, più sono inconsciamente soddisfatta, e avverto proprio piacere nel scocciarlo. Solo quando vedo di star esagerando mi dispiace e mi pento. Cosa mi fa reagire così? La frustrazione che mi provoca il sentirmi sempre dire che ho atteggiamenti sbagliati da lui?

Io mi chiedo perché lui stia con me se tutte queste cose di me non gli vanno bene, e la sua risposta è sempre che mi ama e che a me ci tiene davvero molto. Lui il fatto che mi ami lo dimostra con le azioni che fa per me/i gesti, ma comunque visto il costante dire che ho dei brutti atteggiamenti io mi pongo queste domande lo stesso.

Per di più da febbraio causa virus io non lavoro più nei weekend e ho pochi soldi miei, quindi io e lui possiamo fare molto poco insieme (che non sia vederci a casa sua, guardare film, uscire a volte con amici in comune o uscire a fare un giro) soprattutto perché a me pesa farmi offrire da lui/chiedere soldi ai miei genitori (che in più mi aiutano solo per università e cose importanti, e questo il mio ragazzo lo sa). Visto che lui lavora, avrebbe piacere a fare più cose insieme (come anche a me piacerebbe), e io spero che mancando poco al mio lavorare questa situazione che mi fa sentire in colpa (anche se non dipende da me) cambi. Mi dispiace sentirmi dire da lui che non possiamo mai fare niente di diverso insieme, che sia una cena o un'uscita diversa.

In questi giorni io ho molti dubbi, nel senso che mi chiedo se siamo differenti in un modo complementare o in un modo che ci porterebbe solo a conflitti continui.

Visto che di fondo tra noi due (anche a detta sua) c'è dai primi giorni un legame di fondo inspiegabile e una grande connessione, che da qualche tempo è diventata amore (per quello che posso saperne sull'amore a 23 anni), è possibile ripartire da questa connessione per riappacificare e riequilibrare il nostro rapporto?

Vi ringrazio infinitamente per la pazienza di aver letto.
Grazie,
Camilla

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 7 OTT 2020

Cara Camilla,
nelle tue parole io scorgo una ragazza seria, che si preoccupa per gli altri e che ha bene in mente chi è e cosa desidera. Mi colpisce molto la tua maturità nell'ammettere di avere una buona autostima nonostante i tuoi errori. Ognuno di noi fa errori! E fai benissimo a non sentirti schiacciata o annullata da questi!
Tuttavia mi colpisce anche molto che utilizzi spesso il punto di vista del tuo ragazzo: lui pensa.., lui dice.. , lui vorrebbe..
Quello che non mi è chiaro quindi è: tu cosa pensi? Tu cosa desideri?
Penso non sia facile e per nulla banale rispondere a queste domande! Non devi farlo da sola! Cerca l'aiuto e il supporto di un professionista, che sappia ascoltare la tua storia, rileggerla insieme a te, scoprire quali sono i meccanismi interni che ti portano ad agire in questo modo e affrontare al meglio, con tutte le forze e con ampia consapevolezza, la ricerca di queste risposte.
A presto,
Dott.ssa Noemi Taddio

Mind Lab Psicologo a Trofarello

29 Risposte

10 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 27300 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 17850

psicologi

domande 27300

domande

Risposte 94200

Risposte