L'amore che non c'è

Inviata da Lockjaw · 20 ago 2017 Terapia di coppia

Sono un ragazzo di 23 anni che conduce una vita relativamente tranquilla. Sebbene io possieda molti amici e risulti anche stimato da essi, col passare del tempo mi reputo sempre più come un tipo controcorrente (nel vero senso della parola però, non a chiacchiere): al contrario dei miei coetanei, non mi piace andare in discoteca, non sono su Facebook (alcuni per questa cosa in molti rimangono quasi sbigottiti), vado spesso a messa la domenica, ecc. Oserei dire quasi un ragazzo modello.

Questo discorso però, si riflette anche sul piano sentimentale. Ho conosciuto diverse ragazze negli anni (di persona, non sui social), ma ancora per me non è mai giunto il momento del primo bacio e conseguentemente del primo fidanzamento.                                               Mi sento quasi preso in giro dal comportamento di molte di loro, quando, dopo lunghi periodi di frequentazione, fanno di tutto per non andare oltre la semplice amicizia o conoscenza. La cosa che irrita maggiormente è quando scopri che a distanza di meno di un mese si fidanzano con altre persone che oggettivamente non spiccano per intelligenza, simpatia, maturità, ecc (so che questa affermazione potrà sembrare un po’ presuntuosa ma è così). Si vedono in giro ragazzine/i di 14 anni che già parlano di incontri, esperienze amorose e quant’altro, quando io alla loro età preferivo uscire o giocare a calcio con gli amici.

Io non mi reputo un ragazzo brutto, rozzo, timido o quant’altro, ma c’è qualcosa che non riesco proprio a capire nei canoni di interesse della maggior parte delle ragazze: perché il figlio di papà o il fighetto di turno viene sempre preferito alla persona semplice? Non mi sono mai ritrovato nella mentalità dell’apparire a tutti i costi, del sentirsi il migliore di tutti, del “prendere più like”, ma sono sempre stato uno che bada alla sostanza e ai fatti. Forse è proprio qui che sbaglio, forse è meglio essere come una bomboniera che sicuramente sarà bellissima messa su di un mobile ma che alla fine dei fatti non serve a nulla.

In questi ultimi mesi inoltre, sta aumentando in me il timore di rimanere solo: vedo amici che si fidanzano, andando ad espandere la compagnia stessa di amici, mentre io rimango a guardare. La speranza credo sia sempre l’ultima a morire, ma sicuramente questa sorta di limbo mi avvilisce sempre di più.

Grazie in anticipo per le risposte.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 21 AGO 2017

Gentile utente,
il modo di essere e relativo comportamento "non conformistico" richiede di essere sostenuto da una buona autostima e struttura di personalità altrimenti si rischia il sentirsi esclusi, emarginati e depressi.
Visto che lei ha molte amicizie e non si ritiene timido, le suggerirei un approccio con ragazze più mature delle quattordicenni di cui ha notato la superficialità.
Sicuramente troverà la ragazza adatta a lei.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

7200 Risposte

20461 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

21 AGO 2017

Buongiorno Lockjaw,
comprendo molto bene il suo disagio verso una modalità di interagire che non segue degli standard sociali pre-costituiti.Il suo non aderire ad una conformazione comportamentale comune impone un certa differenziazione che ha in un certo senso un "prezzo da pagare". Il più delle volte risulta più "semplice" ( mi passi il termine) seguire un determinato modello comportamentale-sociale perché ci permette di non metterci troppo in discussione, non innestare troppe domande se stiamo facendo la cosa "giusta" o meno. Da sempre, sostenere un proprio modello risulta spesso faticoso, impegnativo, innescando dubbi e domande a cui spesso non sappiamo darci delle risposte. Credo che se credi in un qualcosa che è importante per te, in campo sentimentale piuttosto che in amicizia, tu debba lottare per poterlo difendere. A volte anche contro te stesso. Una buona giornata Francesco T.

Dott. Francesco Tesser Psicologo a Roncade

57 Risposte

70 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia di coppia

Vedere più psicologi specializzati in Terapia di coppia

Altre domande su Terapia di coppia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 26400 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 17650

psicologi

domande 26400

domande

Risposte 92000

Risposte