La psicoterapia individuale può servire se connessa alla psicoterapia di coppia?

Inviata da DANIELA il 1 mar 2013 12 Risposte  · Terapia di coppia

Miglior risposta

salve,
a volte il terapeuta di coppia può prescrivere ad entrambi o anche ad uno solo un percorso individuale, ogni situazione è unica per cui non c'è una linea di condotta generale, comunque certamente può essere abinata, ma devono essere tutti d'accordo

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

Gent.ssima Daniela, in psicoterapia il percorso che un individuo o una coppia decide di intraprendere, insieme al terapeuta, dovrebbe essere sempre adeguato e costruito sulla base delle esigenze della persona. E' proprio per questo che possono esistere situazioni in cui, soprattutto in fase iniziale, si può lavorare contemporaneamente sia con la coppia e dunque con le difficoltà relazionali tra i partner che con l'individuo che necessita di un lavoro più profondo centrato sulle problematiche personali.
La terapia di coppia, inoltre, è sempre un lavoro sugli individui poichè si cerca di sostenere e aiutare le due persone a comprendere il proprio modo di stare in relazione con l'altro sostenendoli in questo complesso lavoro. Sono d'accordo con i colleghi che dicono che nel caso in cui ci sia un percorso in parallelo si cercherà di diversificare i terapeuti ma ci sono casi in cui questo non è consigliabile, soprattutto quando la richiesta di coppia diventa un pretesto per lavorare su di sè. In tali occasioni si può utilizzare il contesto di coppia per lavorare anche sulle proprie difficoltà personali e dunque alternare colloqui individuali a colloqui di coppia può essere utile.
I casi vanno sempre valutati accuratamente.
Cordiali Saluti
Dott.ssa Laura Amato (Psicoterapeuta-Palermo)

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

12 MAR 2013

Logo Dott.ssa Laura Amato Dott.ssa Laura Amato

18 Risposte

2 voti positivi

In accordo con altri miei colleghi posso dirle che la terapia individuale se mirata a sbloccare determinati aspetti che magari ostacolano nella coppia é molto utile. Rimane poi da decidere se il terapeuta può essere lo stesso oppure é meglio che sia un altro..la questione é sia etica che soggettiva..a volte per comodità si preferisce utilizzare lo stesso terapeuta. Magari ci si accorda ma vanno chiarite prima le cose. Cordialmente Dottoressa Debora Stranieri, Padova.

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

12 MAR 2013

Logo Dott.ssa Debora Stranieri Dott.ssa Debora Stranieri

11 Risposte

16 voti positivi

Ogni situazione è a se e va presa in considerazione in quanto tale, si può intraprendere una psicoterapia individuale e poi valutare se è opportuna anche una psicoterapia di coppia.

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

11 MAR 2013

Anonimo

Salve,
sono uno psicoterapeuta e posso dirle che in alcune circostanze, soprattutto all'inizio di un percorso psicoterapico individuale, la terapia farmacologica è utile però bisogna considerarla come una stampella su cui ci si appoggia sino a quando non si sono apprese le strategie comportamentali ed adattive che ci permettono di abbandonare la stampella. In alcuni casi però la terapia farmacologica non può e non deve essere abbandonata però può essere rafforzata negli obiettivi terapeutici con una buona psicoterapia individuale.
Cordiali saluti
Dr. Angelo Vecchierelli
molisepsicologia.it

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

11 MAR 2013

angelo vecchiarelli

Gentile Daniela,
come già altri colleghi le hanno indicato, terapia di coppia e individuale possono coesistere, in genere con terapeuti differenti. Il terapeuta della coppia può consigliare, se lo ritiene necessario, un percorso individuale. Questo potrebbe avere inizio anche ad opera di uno dei partner, qualora ne avverta l'esigenza, o di entrambi per risolvere problematiche personali che possono inficiare la relazione di coppia. Può anche accadere che il terapeuta con cui si è iniziato un percorso terapeutico consigli una terapia di coppia che potrà sostituirsi al percorso individuale o avvenire in parallelo.

Dott.ssa Laricchia M. Antonietta

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

11 MAR 2013

Laricchia Maria Antonietta

Gentile Daniela, gli interventi nelle situazioni di coppia e familiari sono di molti tipi diversi. Tra di essi ci sono sicuramente anche doppie prese in carico per cui un terapeuta (o una coppia di terapeuti) si occupa della coppia e altri si occupano del/dei singolo/i. È importante che i percorsi siano fatti da professionisti diversi per non correre il rischio di pericoli quali segreti, prese di posizione, alleanze, ecc. che neutralizzerebbero l'efficacia del tutto.
Saluti

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

11 MAR 2013

Logo Alessandro Degasperi Alessandro Degasperi

91 Risposte

54 voti positivi

Dipende dall'orientamento dello psicologo e dalle intenzionionalità del richiedente. In genere nulla osta all'unione dei due interventi se il primo serve per chiarire determinate problematiche personali che possono inficiare il risultato della coppia. Se dalla psicoterapia individuale, che dovrebbe precedere quella della coppia, dovessero emergere chiare incompatibilità sulla seconda, quest'ultima non avrebbe più senso e il problema non si porrebbe più, perché prima di vivere in due è bene imparare a vivere da solo. Con molti auguri, Giuseppe Staffolani, psicologo psicoterapeuta

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

5 MAR 2013

Staffolani Giuseppe

Salve Daniela,

in generale un percorso di psicoterapia individuale può essere affiancato da un percorso di psicoterapia di coppia, se condotto da due terapeuti diversi.

Ogni situazione, va , però, analizzata nello specifico e comprese bene le finalità.

saluti

Lucia Anna Lombardo

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

5 MAR 2013

Logo Dott.ssa Lucia Anna Lombardo Dott.ssa Lucia Anna Lombardo

6 Risposte

1 voto positivo

Dipende dall'orientamento dello psicologo e dalle intenzionalità del richiedente. In genere nulla osta all'unione dei due interventi se richiesti allo scopo di chiarire certi lati del comportamento individuale, per favorire l'unità della coppia o per uscire dalla coppia medesima una volta compresane l'incompatibilità.
Con molti auguri. Giuseppe Staffolani

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

5 MAR 2013

Anonimo

Certo Daniela, io la suggerisco spesso, sebbene sia auspicabile che il terapeuta della coppia non lo sia lo stesso dell'individuale.Cordiali saluti. Dott.ssa S. Orlandini

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

5 MAR 2013

Logo Dott.ssa Sabina Orlandini Dott.ssa Sabina Orlandini

336 Risposte

173 voti positivi

gentile signora Daniela,
spesso una terapia di coppia si affianca ad una terapia individuale per problematiche personali che ostano un rapporto di coppia. Ciò avviene o contemporaneamente o anche prima di una terapia di coppia un partner desidera affronatre sue difficoltà personali con il terapeta che può anche essere lo stesso che gestisce il rapporto di coppia.
dr paolo zucconi, sessuologo clinico e psicoterapeuta a udine

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

5 MAR 2013

Logo Dr. Paolo G. Zucconi (sessuologia clinica & Psicoterapia) Dr. Paolo G. Zucconi (sessuologia clinica & Psicoterapia)

1087 Risposte

1548 voti positivi

Domande simili:

Vedi tutte le domande
Terapia fallita

10 Risposte, Ultima risposta il 13 Luglio 2018