La mia terapeuta mi manipola?

Inviata da Anna · 3 ott 2018 Psicologia risorse umane e lavoro

Salve a tutti,
Sono in terapia da quasi 5 anni ( quindi da quando avevo 17 anni di età ), io soffro del disturbo bipolare e assumo regolarmente anche una terapia che mi è stata prescritta da uno psichiatra.
Il mio rapporto con la terapeuta è sempre andato bene, finché non ho iniziato l' università in una città diversa, non troppo lontana ( 1 ora e mezza di treno dalla mia città natale).
A parte la difficoltà nel frequentare le lezioni dovendo rispettare rigorosamente gli orari della terapia e tornare ogni volta in tempo col treno...
Si è aggiunto il problema esami.
Ora non voglio dilungarmi troppo, ma il succo è proprio che la terapeuta non mi viene per niente incontro con gli orari e dopo anni di inferno in cui cercavo di incastrare tutto, dovendo spesso però pagare sedute mancate in cui non andavo solo per motivi scolastici...Quest'anno ho deciso insieme al mio psichiatra che sono pronta a cambiare psicologa.
Il fatto è che ogni volta che provo a comunicarglielo sento che lei riesca a farmi credere che non è veramente quello che voglio, quindi per qualche mese continuo ad andarci serenamente poi risorgono gli stessi problemi, ma non riesco mai a prendere la decisione che vorrei io. È possibile che lei mi manipoli?

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 3 OTT 2018

Cara Anna,
in questo contesto e con così pochi elementi, non è possibile comprendere se la sua volontà di interrompere l’attuale percorso terapeutico sia dovuta esclusivamente a motivi di organizzazione, o se ci potrebbero essere altri fattori scatenanti. Considerando che il suo percorso con questa professionista va avanti da diversi anni, lei è sicuramente in grado di valutare e di poter decidere se il meglio per lei in questo momento è rappresentato dall’interrompere questo percorso per iniziarne uno nuovo. Se è sicura della sua scelta la riferisca alla sua Psicologa senza paura, e senza il timore di essere manipolata.

Cordialmente,
Dott. Colamonico Damiano

Dott. Damiano Colamonico Psicologo a Torino

643 Risposte

1139 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

4 OTT 2018

Gentile Anna,
lei parla di un rapporto che dura nel tempo con la sua terapeuta e penso sia significativo dell'aver stabilito una buona alleanza.
Premesso questo penso dovrebbe valutare l'importanza di continuare il percorso, facendo presente le sue nuove necessità e cercando di concordare nuovi orari.
Se questo non fosse possibile e continuasse a percepire la sensazione di essere manipolata, forse potrebbe essere opportuno iniziare con un altro collega che riesca a soddisfare i suoi bisogni .
Cordiali saluti
Dott.ssa Vanda Braga

Dott.ssa Braga Vanda Psicologo a Rezzato

1359 Risposte

1259 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

4 OTT 2018

Gentile Anna non saprei valutare se la tua psicoterapeuta ti manipola volutamente oppure è il tuo attaccamento a lei a tenerti legata, cmq dato che da tempo desideri un cambiamento dovresti seguire il tuo bisogno,magari è una relazione che non ti da più elementi nuovi.
D.ssa Tina Carone psicoterapeuta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

4 OTT 2018

Gentile Anna,
Comprendo la delicatezza della sua situazione e posso dirle che è sempre molto difficile stabilire quando l'interesse nei confronti di un paziente diventa manipolazione.
Forse, tuttavia, il problema principale sta nel fatto che lei mi sembra comunque attaccata alla sua terapeuta, e per questo le risulta difficile non lasciarsi influenzare da quello che la collega le dice.
Ovviamente è normale che negli anni si crei un legame con la propria terapeuta e questo non è affatto un male, ma quello che mi sento di consigliarle è di cercare di capire meglio che cosa lei vuole davvero. Se desidera interrompere con la collega e cercare un nuovo specialista, allora significa che la scelta è giusta. Se invece il problema è cercare di trovare dei compromessi con la sua terapeuta, di modo che lei riesca a frequentare le sedute più agevolmente, allora insista su questo punto e ne parli schiettamente con lei.
Spero di esserle stata utile, un cordiale saluto
Dott.ssa Federica Casale - Psicologa e Psicoterapeuta, Torino

Dott.ssa Federica Casale - Psicologa e Psicoterapeuta Psicologo a Torino

51 Risposte

86 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

4 OTT 2018

Gentile Anna, prima di rispondere una premessa: noi psicologi dobbiamo porre molta attenzione per motivi etici e deontologici (ovvero di correttezza professionale) prima di giudicare negativamente l'operato di un collega, sopratutto quando non si ravvisa una grave violazione del Codice Deontologico degli psicologi Italiani. Ti consiglio di leggerlo, avrai facilmente la risposta che cerchi, essendo facilmente disponibile sul Web. Cerca proprio la dizione Codice Deontologico.....su Google. Forse per questo la collega che ha scritto prima di me è stata più prudente del sottoscritto, e ciò è senz'altro lodevole. Tuttavia sulla base del menzionato documento a mio modesto parere ci sono tutti gli estremi per darti ragione, e per parlare di vera e propria manipolazione. Per di più vorrei aggiungere una nota tecnica: la terapia cognitivo-comportamentale dovrebbe averti insegnato le opportune strategie, appunto di pensiero e comportamento, per fa fronte al tuo problema. Questo apprendimento può richiedere del tempo, anche un anno o due, ma non certamente più di cinque anni! A questo punto non possiamo più parlare di terapia ma di sostegno. Non mi è mai capitato di vedere un paziente per più di cinque anni: se così fosse, consiglierei senz'altro al mio assistito di cambiare terapeuta! A meno che non si tratti, beninteso, di incontri sporadici di sostegno. Per finire vorrei informarti che usando tecniche usate da naturopati di alto livello, sottolineo di grande preparazione, o medici olistici (io collaboro con due di essi) e che comprendono alimentazione e uso di vitamine ad alte dosi, si possono ridurre o addirittura eliminare gli psicofarmaci, i quali da soli non portano alla guarigione. Resto a disposizione e ti auguro il meglio!

Dott. Leopoldo Tacchini Psicologo a Firenze

1011 Risposte

423 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

4 OTT 2018

Gent. le Anna, io ritengo semplicemente da professionista che se vi è un malessere, in questo caso attiene alla relazione tra Lei e la sua terapeuta, va espresso e va affrontato.
Pertanto se Lei ritiene opportuno di voler prendere una scelta consapevole e certa delle sue motivazioni interne e/o esterne allora ne parli con la sua psicoterapeuta che seppure per entrambi sarà difficile e/o doloroso giungere ad una nuova consapevolezza e sarà al contempo evolutivo. Pertanto se e solo se Lei Anna è certa o meglio sente con certezza quello che sta avvenendo con responsabilità affronti le sue decisioni.
Questo è importante: imparare ad ascoltare le proprie volontà, realizzarle (seppure se non prive di difficoltà) essere coerenti con sé stessi e portarle avanti con responsabilità.

Cordialmente, dott. ssa Arcangela AnnaRita Savino

Dott.ssa Arcangela AnnaRita Savino Psicologo a Sammichele di Bari

28 Risposte

21 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

4 OTT 2018

Cara Anna il fatto di interrompere con la sua terapeuta è una decisione importante che solo lei può prendere. Per quanto riguarda le sedute credo sia importante mantenere gli impegni presi potrebbe chiamare un giorno prima per disdire se ci sono problemi oppure mettersi d accordo per orari diversi a lei più consoni.
Il rapporto con la terapeuta è basato anche sulla fiducia e reciproca stima e questo un elemento importante da valutare.
Cordiali saluti Dott.ssa Peri Bonaria psicologa psicoterapeuta

Studio di Psicologia dott.ssa Peri Bonaria Psicologo a Massa

98 Risposte

31 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

4 OTT 2018

Gentile Anna,
approvo la sua idea di voler cambiare psicoterapeuta per almeno 3 buoni motivi che sono :
1) perchè non le viene incontro con gli orari considerando il disagio della sua situazione;
2) perchè le fa pagare le sedute mancate anche in caso di valide ragioni;
3) perchè in 5 anni di psicoterapia non le ha fatto acquisire una sufficiente quota di assertività, tanto da indurla a pensare di poter essere manipolata.
In verità, anche riguardo alla terapia farmacologica, se dura da altrettanto termpo senza interruzioni, ho qualche perplessità perchè, a mio avviso, non è auspicabile o giustificata una assunzione ininterrotta di psicofarmaci, specia in associazione alla psicoterapia quando il paziente riacquista un certo benessere.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

7516 Risposte

21036 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

3 OTT 2018

Buongiorno Anna,

In uno spazio così piccolo risulta difficile rispondere alla sua domanda, sarebbero necessari ulteriori elementi, della sua vita e del rapporto con la terapeuta. Sono tanti anni ormai che è in terapia e se sente la necessità di cambiare, sia per una questione scolastica, sia sua personale, ha tutto il diritto di farlo. Provi a parlare serenamente con lei, dicendole anche che ha fatto molta fatica a dirle la verità. Successivamente potrà poi cercare un'altra psicologa/o, più vicino a dove studia o online, così da poter continuare.
Resto a disposizione per eventuali chiarimenti, mi scriva.
Cordiali saluti

Dott.ssa Alice Noseda

Dott.ssa Alice Noseda Psicologo a Lecco

1664 Risposte

1187 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Psicologia risorse umane e lavoro

Vedere più psicologi specializzati in Psicologia risorse umane e lavoro

Altre domande su Psicologia risorse umane e lavoro

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 29750 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 18650

psicologi

domande 29750

domande

Risposte 101200

Risposte