La mia famiglia mi genera tantissima ansia

Inviata da Perla. 9 gen 2019 4 Risposte  · Ansia

Sono una ragazza di 20 anni molto ansiosa e sono sempre stata la pecora nera della mia famiglia, da sempre fin troppo legata alla tradizione e dalla mentalità bigotta. Nella mia adolescenza ho avuto tantissimi scontri con i miei genitori, cosa normale se non fosse per mia mamma che continua a non lasciarmi spazio personale né un minimo di privacy, prendendo continuamente decisioni per me (letteralmente come se lei fosse me). Credo che ancora non riesca ad accettare il fatto che ormai non sono più una bambina. Quando esco di casa mi tempesta di chiamate e messaggi per sapere dove sono, cosa sto facendo, quando torno (tutto ciò detto con un tono alterato e quasi arrabbiato), e ogni volta finisco in lacrime perchè tutto ciò mi crea un'ansia enorme. Un altro motivo del mio problema è mio fratello minore: quando parla lo fa per insultarmi pesantemente senza motivo, o per urlare. In casa inoltre c'è sempre un'atmosfera tesa, e questo si ripercuote negativamente sull'umore di tutti. Mi sento terrorizzata ogni volta che vedo un mio familiare, ma soprattutto smarrita: la famiglia dovrebbe essere un sostegno ma la mia non fa altro che ferirmi. Vorrei tanto capire come poter essere meno impaurita e ansiosa, o almeno come riuscire a superare questi terribili attacchi di panico senza arrivare a sentirmi così male.
Ringrazio di cuore

famiglia , genitori , panico , male , mamma , capire

Miglior risposta

Cara Perla, mi dispiace molto per quello che scrivi. I tuoi familiari hanno dei seri problemi psicologici. Purtroppo dal tuo racconto tu risulti ancora molto dipendente e legata ad una famiglia che ti fa soffrire. E' necessario che tu prenda le distanze ed impari ad essere non permeabile agli atteggiamenti provocatori specialmente di tua madre. Purtroppo però sei fragile, perché non hai ricevuto il giusto amore e sostegno a tempo debito. E' quindi fondamentale che tu ricostruisca la tua vita e la tua autonomia imparando gradualmente a costruire nuovi legami affettivi e di amicizia. Per questo però devi inizialmente affidarti ad uno/a di noi per ricevere il giusto supporto. Resto a disposizione
dr. Leopoldo Tacchini

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

Ciao Perla
Nel leggere il tuo nome ho sorriso..... sei una perla rara..... credo ti sia dato un compito. Nelle famiglie ogni componente gioca un ruolo e forse il tuo è un ruolo molto particolare. Quale mi chiederai? Forse quello di uscire dalle dinamiche che racconti.
Ogni famiglia ha un suo modo di essere, un po' come nel gioco di squadra. Ed ogni componente si adegua. A volte ci si sostiene, a volte ci si danneggia, ma tutti partecipano con il loro contributo a mantenere il tipo di gioco familiare.
Tuttavia a volte ci sono dei componenti che si rendono conto di non voler più giocare a quel gioco. Per i motivi più svariati. Semplicemente vogliono smettere o giocarne un altro. .....
Come fare? Domanda interessante. Ti invito come prima cosa a chiarire bene a te stessa cosa ti accade, cosa vivi e ciò che vorresti da ognuno dei tuoi familiari. Questo lavoro potresti farlo anche per iscritto. Poi potresti proseguire scrivendo una lettera, che puoi tenere per te, non devi consegnarla, ad ognuno di loro, raccontando tutto, ma proprio tutto ciò che vuoi dire a quella persona. Mi raccomando, in questa fase tieni per te il foglio, non c'è alcun bisogno di darlo al diretto interessato.
E' un lavoro solo apparentemente veloce. Ti invito a prenderti dei momenti per te in cui svolgerlo. Magari potresti stabilire un momento della giornata in cui farlo.... in cui scegli un posto dove trovare un po' di calma e dedicarti a questo ....
Piano piano scrivi e racconta.... poi eventualmente se desideri fammi sapere ....
Resto a tua disposizione
Laura Gaido

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

11 GEN 2019

Logo Dott.ssa Laura Gaido Dott.ssa Laura Gaido

35 Risposte

26 voti positivi

Sì rivolga al più presto ad uno psicologo che segue un approccio breve strategico, vedrà subito dei miglioramenti sia per l' attacco di panico, sia per le relazioni. Un cordiale saluto

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

11 GEN 2019

Logo Monticone Alessandra Monticone Alessandra

171 Risposte

69 voti positivi

Buonasera Perla, da ciò che ci riferisce, le sue sofferenze nascono molto presto in famiglia, tanto da essere etichettata come la "pecora nera". Esiste un concetto molto utile a spiegare alcune dinamiche familiari che è quello di "paziente designato". In sostanza, la famiglia, più o meno consapevolmente indica un componente come quello che ha dei problemi. Questo serve a tante cose, tra cui rassicurare gli altri componenti della famiglia che loro sono diversi, non hanno gli stessi problemi. Non so se questo sia il suo caso ma, quantomeno, si avvicina, a mio parere. Che fare? Da sola, credo che non sia in grado di risolvere situazioni relazionali tanto complicate. Probabilmente, alcuni colleghi potrebbero consigliarle una terapia familiare, proprio per affrontare direttamente tali dinamiche. Personalmente, credo che sia prima utile che lei inizi una terapia individuale per capire quale sia la sua coerenza emotiva, differenziarsi (sempre emotivamente e come immagine di Sé) in modo netto dagli altri componenti della famiglia e creare, in terapia, una base sicura solida da utilizzare poi per una eventuale (se la sua famiglia lo accettasse) terapia familiare. Le auguro buona fortuna,
dott. Massimo Bedetti
Psicologo/Psicoterapeuta
Costruttivista-Postrazionalista Roma

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

10 GEN 2019

Logo Dott. Massimo Bedetti Psicologo/Psicoterapeuta Dott. Massimo Bedetti Psicologo/Psicoterapeuta

658 Risposte

935 voti positivi

Domande simili:

Vedi tutte le domande
La mia famiglia mi genera ansia

6 Risposte, Ultima risposta il 17 Giugno 2015

non riesco a far parte di questa famiglia

1 Risposta, Ultima risposta il 14 Marzo 2018

Ansia, DOC, DIG, derealizzazione/depersonalizzazione, angoscia

2 Risposte, Ultima risposta il 13 Marzo 2018

Consigli su come affrontare autolesionismo, famiglia e fallimenti

1 Risposta, Ultima risposta il 28 Aprile 2018

Attacchi di panico, ansia

2 Risposte, Ultima risposta il 23 Aprile 2016

Situazione di ansia. Cosa sta succedendo?

3 Risposte, Ultima risposta il 03 Gennaio 2019

Problemi di ansia e depressione

9 Risposte, Ultima risposta il 25 Gennaio 2013

Periodo stressante, seguito da ansia

1 Risposta, Ultima risposta il 13 Dicembre 2016

E' ansia? E' stress? Consigli

5 Risposte, Ultima risposta il 29 Giugno 2017