La mia ex non si fida più di me

Inviata da Luca. 22 ago 2018 0 Risposte  · Terapia di coppia

Ciao a tutti.

So che probabilmente è un problema trattato più volte ,ma ci tenevo ad esporre il mio.

Cercherò per quanto possibile di essere chiaro e breve:
ad inizio luglio ho conosciuto una ragazza, tra noi è scoppiata la scintilla già alla prima uscita, con baci complimenti etc. dopo circa 2/3 settimane che la "relazione" stava andando avanti (ci siamo visti praticamente 6 giorni su 7) iniziano i primi problemi:
"io ho paura, mi conosco so che ti farò soffrire" frase che ha ripetuto più volte , ho sempre cercato di spiegarle che io ero tranquillo quando ero con lei, che delle volte ho dei comportamenti strani perché soffro d'ansia e sono una persona profondamente insicura e con scarsa(issima) autostima.
Arriviamo ad un martedì di qualche settimana fa, quando "grazie" anche all'effetto dell'alcool mi prende per il collo e mi espone il problema di fondo " devi essere te stesso con me, io non voglio perderti ! " , a quel punto ho scavato dentro di me e gli ho detto "si hai ragione, in alcuni momenti non sono me stesso" … non pensavo di aver risolto tutti i miei problemi in quel momento , anzi , il contrario, ma pensavo potesse essere un inizio per cambiare alcune cose di me stesso.

Dopo quel mercoledì ci siamo rivisti sabato, mi ha chiesto se avevo voglia di andarla a trovare,cosa che ho ovviamente fatto, ci siamo baciati , mi ha baciato ...eravamo felici.
Il giorno seguente mi accompagna a fare shopping, tento di baciarla e mi sento dire "no non ho voglia" , al che capisco che c'è qualche problema e chiedo spiegazioni:
"Credo sia meglio finirla qua".
Ci ritroviamo in settimana successiva sempre di mercoledì per discutere di questo lei mi dice " tu non sei coerente con quello che dici " (io faccio casino con le parole è vero , ma cerco sempre di rimettere le cose a posto) , parliamo gli chiedo un'altra possibilità e mi sento rispondere " si te la do solo perché me la chiedi tu eh sia chiaro " , io ho preso questa risposta come il tenere un piede in due staffe..

Non le scrivo nulla fino a venerdì, le ho mandato un papiro su WhatsApp per chiedere cosa voleva chiaramente da me lei , e quello che io volevo da lei (sbagliando probabilmente) , domenica andiamo a prendere un caffè e mi chiede il motivo per la quale non le ho scritto, le rispondo con la mia verità "pensavo volessi del tempo ed essere lasciata in pace in questi 4/5 giorni" la sua replica è stata " NO! non devi pensare quello che penso io , devi fare quello che vuoi tu nella tua testa non pensare alle reazioni altrui, potevi chiedermi se volevi venire da me a fare due chiacchiere anche se probabilmente non sarebbe cambiato nulla, se ad una persona ci tieni davvero le fai queste cose " …. praticamente mi ha fatto passare come quello a cui non gliene frega nulla , quando a me sembra il contrario visto che a distanza di 3 settimane circa che la cosa è "chiusa" continuo a dannarmi.
Arriviamo alla fine della favola, con ieri sera:
Ho lasciato una settimana di buco per schiarirmi le idee ed affrontare le cose a mente più lucida , e tentare probabilmente invano di farle schiarire anche a lei , senza contatto di alcun tipo… tra l'altro ho scoperto che era andata a letto con un altro nel frattempo , e va bene che è una "storia" di un mese e che era già chiusa da 2 settimane , ma un minimo di decenza e rispetto in più la si potrebbe avere, ovviamente non ho dato molto importanza alla cosa , e gliel'ho pure detto in maniera molto tranquilla.
Decido di aspettarla fuori dal lavoro , rimane un po spiazzata del trovarmi li e mi chiede: (V è lei , L io)
V-"cosa ci fai qui?" ,
L-"Avevo voglia di vederti e fare due chiacchiere"
V-"Due chiacchiere le fai con i tuoi amici, io non sono una tua amica, cosa sei venuto a fare non capisco veramente"

L-"ero veramente venuto a fare due chiacchiere con te e perché avevo voglia di vederti, e volevo veramente evitare l'argomento relazione ma visto che me lo chiedi son venuto anche per provare a riportarti verso di me , a cambiare le carte in gioco … o perlomeno a provarci"
V-"Si ma non mi sembra naturale che tu mi venga qui dopo una settimana con tutta questa tranquillità"
L-"io sono me stesso in questo momento, e sono tranquillo! mi sono preso un periodo per sgombrare la mente e pensare in maniera più lucida, in precedenza era un continuo vedersi sempre con lo stress addosso"

al 98% si parlava di me, gli ho spiegato alcune cose ed alla fine è uscita fuori la frase " io non mi fido di quello che dici , perché cambi sempre versione delle cose "
è vero alcune volte lo faccio, ma tendo a spiegare poi il motivo , un esempio stupidissimo può essere questo:
è quando sbagliando in preda all'ansia al panico ed al dolore gli ho chiesto " ti prego non uscire proprio ora dalla mia vita " …. ieri sera gli ho chiesto scusa di questo dicendogli "scusa se ti ho pregato, non volevo ci sono altri metodi di dire e fare le cose , non voglio che tu provi pena per me " e lei mi fa " si ma vedi ti rimangi quello che hai detto , i sentimenti non si controllano , se l'hai detto è perché lo pensavi " …… cavolo non mi sento capito , sembra che riesco a capirmi solo io, non so se si intende quello che voglio spiegarvi e farvi arrivare.
La morale della favola , è la non fiducia per queste "piccole cose" .
Giungiamo alla fine con un suo "ok io vado a letto" , ed io si ma potresti salutarmi " Non siamo amici io e te , cosa vuoi un bacio ? un abbraccio ?" e io rispondo "cosa c'è di male in un bacio sulla guancia?" , la risposta è stata "no....bho mi sembri un pirla delle volte" , al che saluto con un " ci rivedremo prima o poi?" e lei " si a giro sicuramente " , ed io " tanto ti verrò a ritrovare " la risposta è stata " si probabile, anzi sicuramente "
Mi chiedo ma come si può mandare tutto a rotoli per questo? le persone si aiutano tra di loro soprattutto se c'è del sentimento reciproco (che sono sicuro c'è ancora) , a me non sembrano cose gravissime possono essere rettificate , ed è una cosa che ho già avviato.
Lei sembra serena e tranquilla, ma non credo che infondo lo sia, io ovviamente sto male , non penso ad altro che a lei … e mi sento l'origine di tutti i mali e me ne prendo tutte le colpe...non riesco ad allontanarla o ad odiarla per quello che ha fatto , lo so che sembra stupido per solo 1 mese di relazione ma le persone danno al tempo il suo tempo.
Io vorrei tanto riconquistarla, i suoi modi di fare , il suo essere e la sua presenza mi hanno rapito il cuore.

Grazie a tutti coloro che avranno la pazienza di leggere e rispondere, spero di non aver omesso nessun dettaglio.

amici

Domande simili:

Vedi tutte le domande
Lei mi ha lasciato perchè non si fida più di me.

3 Risposte, Ultima risposta il 12 Ottobre 2016

Il mio ragazzo non si fida piu di me

4 Risposte, Ultima risposta il 19 Dicembre 2018

Dice di amarmi, ma non si fida di me...

5 Risposte, Ultima risposta il 05 Aprile 2016

Mi ha lasciata perché non si fida di me

4 Risposte, Ultima risposta il 21 Settembre 2015

Il mio ragazzo non si fida di me, voglio aiutarlo

2 Risposte, Ultima risposta il 03 Aprile 2018

Ho paura che abbia amato lei (ex) più di quanto possa mai amare me

5 Risposte, Ultima risposta il 29 Ottobre 2015

La mia ragazza non si fida di me

7 Risposte, Ultima risposta il 11 Ottobre 2017

Il mio ragazzo non si fida di me

7 Risposte, Ultima risposta il 13 Luglio 2015

Il mio ragazzo non si fida di me per via del mio passato

2 Risposte, Ultima risposta il 10 Maggio 2016