La mia è depressione ansiosa?

Inviata da diletta · 19 nov 2013 Depressione

La mia è una storia un po' particolare e lunga. Mi sono innamorata di un ragazzo molto bello ma piuttosto arrogante e che per colpa sua ho perso tutta la mia autostima e le mie doti carismatiche. E' da circa tre anni che ne soffro, ma ho cominciato a sentirmi male da due anni. Innanzitutto ero in presa dalla disperazione tanto che ci è andata di mezzo la mia salute e mi ha portato a fare una dieta drastica tanto è che ho perso tantissimi kg in pochi mesi (circa 3). In seguito si sono manifestati terribili momenti:( amenorrea, ansia, giramento di testa e confusione di cervello, solitudine). Non mi fidavo più di nessuno.Ora la situazione non è che mi sembri tanto cambiata.Intanto sto cercando un modo di salvare la mia vita sociale e riavere i miei veri amici e chi mi vuole veramente bene, non è giusto sentirmi sempre in competizione solo perchè lui si sente apprezzato da tutti e sta con chiunque.Mi sento molto sola tra la gente, e molto imbarazzata e ho solamente conoscenti con cui giro tra una parte e l'altra, non ne riesco ad avere amici fissi in quell'ambito li. Non so mai con chi stare e non mi viene spontanea la voglia di poterli unire e portali in giro a divertirsi e a conoscere gente nuova. Mi sento uno schifo, una persona disprezzata che ha solo il timore di stare tra tutta quella gente piuttosto vivace, non so più come muovermi, certo giro da sola tra un gruppo e l'altro chissà cosa pensino. Quello che voglio ora è solo il mio futuro, una vita felice senza pensieri e oppressioni e cercare di stare con tutti, trovare chi mi vuole bene veramente.Non voglio più rovinarmela per colpa di un cretino belloccio di turno, ma che fa solo del male.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 20 NOV 2013

Gentile Diletta,
Da quello che racconta si colgono il suo disagio, le sue difficoltà e tutta la sua sofferenza. Sente di aver perso parte di quella che era, mentre ciò che rimane sono il senso di solitudine e di spaesamento. C'è anche una certa quota di rabbia verso la persona che l'ha portata a questo. Si chiede, a questo punto, se tutto ciò siano depressione e ansia. Fatto sta, che sta ed è stata male. Tuttavia, dalle sue parole si coglie la voglia di cambiare. Sembrerebbe che proprio adesso abbia deciso di pensare al suo benessere, a sè stessa, a ritrovarsi. Come se, facendo appello al suo spirito di sopravvivenza, chiedesse aiuto. E proprio questo, il saper chiudere aiuto, è il primo importante passo. È la condizione migliore per intraprendere un percorso psicoterapeutico attraverso cui, accompagnata da un professionista, può chiarire la confusione, affrontare i problemi e ritrovare l'equilibrio. I migliori auguri.
Dott.ssa Mariangela Battistella - Padova

Dott.ssa Mariangela Battistella Psicologo a Selvazzano Dentro

14 Risposte

27 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

21 NOV 2013

Buonasera,
che confusione, è sì la serve un pò di ordine. Pensare a se stessa, rinforzare la sua stima per non vacillare di fronte come scrive al primo BELLOCCIO di turno.

Psicologia E Benessere Psicologo a Roma

311 Risposte

214 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

21 NOV 2013

Leggendo la tua lettera mi sono chiesta: perchè hai scelto un ragazzo che ti svaluta? Come stavi prima dell'incontro fatidico? Credo tu debba riflettere su come stava la tua autostima prima.
Mi sembra buono che tu abbia deciso di cambiare rotta, di cercare relazioni autentiche ma proprio per questo cerca di fare prima una riflessione su quanto tu ti piaccia e ti stimi.
Un caro saluto

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

20 NOV 2013

Cara diletta, credo si sia risposta da sola su quello che deve fare. Tenga presente che probabilmente si è innamorata del tipico narciso che è talmente pieno di sè da sminuire chi gli sta intorno, lei compresa. Queste persone sono assai difficili da trattare e riescono a frantumare l'autostima, la sicurezza di sè e l'identità di chi ha a che fare a lungo con loro. Mai soddisfatti, sempre pronti a far critiche, e molto meno pronti a elogiare, gratificare, dare affetto autentico. Lei deve sbarazzarsi di questa persona logorante (non cada nel grande autoinganno dell'"Io ti cambierò" perchè è pura utopia) e riappropriarsi di sè stessa, liberandosi di tutte le disistime di cui questa relazione l'ha caricata. Un sostegno psicologico potrebbe aiutarla in questo obiettivo.

Dott.ssa Chiara Pica - Studio SomaticaMente Psicologo a Grosseto

317 Risposte

365 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

20 NOV 2013

Cara Diletta,
bisognerebbe frequentare uno psicologo per poter esserle diagnosticato di che cosa nè soffre. Farsi la diagnosi da soli non va bene.Il consiglio e la terapia professionale l'haiterebbero di trovare se stessa e cambiare la sua vita in miglior modo. Lavoriamo anche on-line da tempo e se l'ha interessa potrebbe informarsi.
In bocca a lupo

Dott.ssa Stoyanka Georgieva Psicologo a Omegna

225 Risposte

140 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

20 NOV 2013

Gentile Diletta,
credo sia opportuno chiedere una valutazione psicologica e affrontare questo disagio in un contesto specifico. Le sue insicurezze, la bassa autostima e la "dipendenza" dall'altro sono aspetti di un'unico nucleo e andrebbero superati per evitare in futuro di ricadere nei medesimi schemi relazionali disfunzionali.

Cordiali saluti,
Dott. Giuseppe Del Signore - Psicologo Viterbo

Dott. Giuseppe Del Signore Psicologo a Viterbo

834 Risposte

759 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

20 NOV 2013

Gentile Diletta,
la sua esperienza con questo ragazzo ha incrinato la sua autostima e la sua personalità ma ha anche slentizzato problematiche profonde relative al senso della vita che erano già in lei. Le suggerisco di rivolgersi ad uno psicologo psicoterapeuta ad impostazione psicodinamica sia per ricevere una adeguata diagnosi che on line non si può dare, sia per elaborare l'esperienza e riuscire ad "incontrarsi" con se stessa e con i suoi problemi profondi di cui ha scarsa consapevolezza.
Cordialmente

Dr.ssa Anna Mostacci Psicologa Psicoterapeuta Psicologo a Roma

1714 Risposte

2831 voti positivi

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Depressione

Vedere più psicologi specializzati in Depressione

Altre domande su Depressione

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 24200 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 17050

psicologi

domande 24200

domande

Risposte 86950

Risposte