Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

La legge del piú forte. Quando finirà?

Inviata da Minni il 3 mag 2017 Psicologia risorse umane e lavoro

Buongiorno,
Premetto che sono affetta da disturbo pervasivo dello sviluppo non altrimenti specificato. E da quando sono nata, che la gente mi si avvicina solo per sfottermi e umiliarlo. Lo capisco: la legge del più forte ( non si sa mai che prima o poi questa legge gli si ritorna contro). Io sono debole, e quindi cercano di distruggermi. Dopo anni vissuti mali, ho deciso di chiudere con tutti, tranne che non la mia famiglia. Mi sono da poco lasciata con un ragazzo affetto da disturbo schizofrenico; pensavo che lui, essendo malato, potesse capirmi come mi sentivo, ma ovviamente mi sono sbagliata, e sono stata pure molto ingenua. La sua patologia era troppo degenerata, e gli impediva di lavorare, e di occuparsi di se stesso; oltre a dargli un ritardo mentale. Mi sbagliavo: Non basta stare insieme a persone altrettanto malate, per risolvere questo problemi. Io ero innamorata, e ho sofferto, lui manco un pochetto perché la sua patologia glielo impediva. Ho chiuso anche con delle ragazze che si sono finte mie amiche per anni. Mi hanno detto che mi frequentavano solo per pietà; e mi hanno detto che sono una nullità e una fallita. Mi hanno riferito che ridevano di me alle mie spalle; e che mi frequentavano solo per questo. Con queste ragazze avevo fatto lo stesso errore che ho fatto con il mio ex: Pensavo che uscendo con ragazze un po'"sfigatelle" sarei stata accettata. Pensavo: " delle ragazze bruttine; disoccupate; senza titoli di studio; mai state fidanzate ecc. non mi sfotterrà no mai, e mi accetteranno per come sono; senza sfottermi perché sono autistica. Come mi sbagliavo! E si, ben mi sta. Perché frequentavo queste persone per i motivi sbagliati, e per mie insicurezze; e forse il motivo per cui li frequentavo io, era ben peggiore del motivo per cui mi frequentavano loro ( anche se terribilmente deplorevole anche il loro; e giustificabile il mio motivo) il mio ex mi usava come sfogo sessuale; mentre loro mi usavano per sfogarsi dalle loro sfighe e farsi due risate. Attualmente mi sto dedicando solo al lavoro e allo studio e alle mie ambizioni; nonché hobby. Ho capito una cosa: non verrò mai accettata dagli altri. Sarò sempre la preda da aggredire. Questo non vuol dire che non lotterò. Da quando mi sono rassegnata, vivo molto meglio. Ho capito che devo fare carriera e fare il soldi, perché solo il potere mi permetterà di difendermi dalle persone. Ho capito che non posso fidarmi di nessuno, se no della mia famiglia; e che con i colleghi di lavoro devo essere gentile, ma anche molto distaccata. Non penso che tutto ciò abbia senso, anzi... Non ne ha. Ma per alcune persone la vita può diventare una guerra, e si tira a sopravvivere. Ma nonostante tutto amo la vita, e stranamente mi piace stare in mezzo alla gente, ma solo per osservarla...

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Gentile Minni,
nella vita è quasi inevitabile fare degli errori ma poi è importante imparare da essi mantenendo comunque un atteggiamento ottimistico che sembra tu stia perdendo.
Per te avere degli amici oltre ai familiari può essere importante ma è preferibile che siano "pochi ma buoni" senza però cadere da una parte nel vittimismo e nell'auto-commiserazione oppure, dall'altra, nell'atteggiamento paranoico di vedere nemici dappertutto.
Condizioni psico-fisiche permettendo, è ottima cosa impegnarti per raggiungere una soddisfazione lavorativa ed economica ma ciò a scopo di auto-realizzazione personale e non per vendetta o difesa.
Un percorso di psicoterapia potrebbe aiutarti nella tua crescita personale ed è una esperienza che ti consiglio.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

6573 Risposte

18403 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Buonasera, si la vita è dura per tutti e crudele poi se si è più sensibili può rivelarsi un inferno. Ma quello che tu consideri un difetto può piacere a qualcuno: Bisogna saper scegliere le persone che ci circondano e SELEZIONARE CIÒ CHE CI DICONO GLI ALTRI. Devi scoprire i tuoi punti di forza, le tue risorse, fin'ora da quanto hai scritto hai fatto un bel cammino contrariamente alla diagnosi che ti avevano fatto. Puoi sempre consultare uno psicologo per essere più serena e sicura di tè.

Psicologia E Benessere Psicologo a Roma

311 Risposte

172 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Psicologia risorse umane e lavoro

Vedere più psicologi specializzati in Psicologia risorse umane e lavoro

Altre domande su Psicologia risorse umane e lavoro

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 20100 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 15450

psicologi

domande 20100

domande

Risposte 77900

Risposte