Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

La depressione mi sta mangiando viva

Inviata da Dana · 22 mar 2020 Depressione

Buongiorno a tutti, avevo già scritto in questo sito ma non avevo avuto riscontro, per cui ci riprovo. Mi chiamo Dana, ho 28 anni e, come da titolo, la depressione mi sta mangiando viva. La cosa peggiore è che nessuna delle persone che mi sta accanto, a partire dalla mia famiglia, si accorge in che stato mi trovo davvero. Mi sento derubata della mia vita e le poche cose che riuscivano a farmi sentire viva mi sono state portate via.
Sono autolesionista fin da ragazzina, ho smesso da anni di procurarmi del male fisico anche se continuo mentalmente ad autosabottarmi, mi sento come se nonostante tutti i miei sforzi non mi meritassi di essere felice, sono senza prospettive e sento che il meglio della mia gioventù è ormai passato e non ho saputo sfruttarlo fino in fondo.
Penso sempre al suicidio e mi odio per non avere mai il coraggio di andare fino in fondo, mi sveglio tutti i giorni con l'ansia e spero che la morte venga presto a prendermi pur di far finire tutto questo...
Ho cercato di uscirne con le mie solo forze ma ogni mio attimo di serenità lo sto pagando caro, vorrei solo finisse tutto...

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Gentile Dana,
così come (in misura sia pure molto ridotta) ha assunto un atteggiamento attivo e propositivo nel riprovare a scrivere su questo sito quando non ha avuto risposte, dovrebbe trovare ora la voglia e la forza di assumere un atteggiamento altrettanto attivo contattando uno psicoterapeuta per un percorso di aiuto psicologico dal momento che esso può facilitare la fine o almeno la riduzione di questo pesante malessere che ora sta vivendo.
Se nessuna delle persone che le stanno accanto si è accorto finora del suo stato, abbandoni la sua rigidità e sia più disponibile a parlarne lei stessa perchè è possibile che non ci sia intenzionalità nella miopia degli altri magari distratti dalle contingenze quotidiane.
Sarebbe anche interessante sapere quali sono le poche cose che le sono state portate via...
Il fatto poi che a 28 anni lei si considera già in declino fisico e mentale è sicuramente una delle tante distorsioni cognitive del disturbo depressivo.
Quanto al pensiero suicida, esso è sostenuto dalla convinzione altrettanto errata della impossibilità di cambiamento nella propria vita ma la vita è per definizione fatta di cambiamenti continui che riguardano tutti e quindi riguardano anche lei per cui non ha ragione di persistere la disperazione cioè la mancanza di speranza.
Ne consegue che il suicidio, oltre ad essere un atto crudele e irresponsabile nato da un atteggiamento di grande rigidità e poca umiltà, è anche un atto di scarsa intelligenza che impedisce al suicida la possibilità di fare nel tempo questa importante verifica riguardo ai cambiamenti inevitabili.
Infine, metta da parte, se possibile, l'atteggiamento rigido e alquanto arrogante di voler uscire da questa situazione con le sue sole forze e faccia il favore di contattare un bravo psicoterapeuta preferibilmente di formazione cognitivo-comportamentale.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

6790 Risposte

18971 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Dana,
innanzitutto brava per aver trovato forza e coraggio di chiedere aiuto, scrivendo in questo portale.
La depressione porta ad una demotivazione e una perdita di interesse nei confronti della totalità delle cose e delle persone.
Spesso non viene compresa dalle persone che ci circondano oppure le stesse si sentono sprovviste degli strumenti di aiuto adeguati.
Lei ha la consapevolezza di non essere in grado di uscirne da sola.
Recuperi ancora un po' di forza e contatti uno psicologo della sua zona di residenza, con il quale iniziare una psicoterapia e valutare la necessità di un eventuale supporto farmacologico.
Coraggio!
Un caro saluto
Dott.ssa Vanda Braga

Dott.ssa Braga Vanda Psicologo a Rezzato

1312 Risposte

1142 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Dana,
la depressione oggi è curabile cosi come l'ansia, i pensieri negativi ora dominano la sua vita, nessuno sembra accorgersi del suo malessere profondo. Lei merita di essere felice, e' necessario ristabilizzare l'umore modificando le convinzioni limitanti con convinzioni maggiormente potenzianti.
Ha potuto constatare che da sola non è riuscita ad uscirne, allora è giunto il momento di chiedere un aiuto specifico e mirato per la propria difficoltà. Non lasci passare troppo tempo, inizi un percorso psicologico quanto prima. compia un atto di coraggio e responsabilità verso se stessa. Tutto cambia e si modifica!
Cari saluti
Dr.ssa Donatella Costa

Dr.ssa Donatella Costa Psicologo a Rezzato

2542 Risposte

2113 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Buongiorno Dana,
purtroppo non sempre le persone che ci sono accanto hanno gli strumenti per capire cosa stiamo passando, soprattutto perché spesso la depressione è "doppiamente infida": dentro sentiamo un abisso che nella maggior parte dei casi fuori non si vede! E' molto difficile notarlo, in particolar modo se chi ti sta guardando non ci è già passato.
Comprendo il desiderio di essere vista, è importantissimo e per questo condivido il consiglio delle colleghe di rivolgersi ad uno specialista; lei stessa ha parlato di auto-sabotaggio, quindi è importante che come prima cosa si chieda per quale motivo, soffrendo a tal punto da avere idee e pensieri suicidari, non abbia chiesto aiuto, ma al contrario abbia provato ad uscirne "con le sue sole forze".
Farsi aiutare non è una pecca o un segno di debolezza, ma è il primo passo necessario per riappropriarsi delle cose che "la facevano sentire viva" e che sente le sono state portate via.
Ha già fatto un importantissimo primo passo: ha chiesto di nuovo consiglio pur non essendo stata ascoltata la prima volta! Ottimo! Sfrutti questa spinta per il passo successivo, si riappropri della vita e della serenità.

Un caro saluto

Dott.ssa Sara Kastl

Dott.ssa Sara Kastl Psicologo a Crema

12 Risposte

10 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Buonasera Dana, personalmente vorrei capire quale sia l'ostacolo per cui lei non si sia rivolta, finora, ad un collega. Mi sembra chiaro che lei abbia un elevato livello di autoriflessione, per cui questa opzione sia già stata valutata e scartata, ma vorrei capire perché (motivi economici? I genitori sono contrari? Lei non è convinta dell'aiuto che ne può ricevere?). Poi, come mai parla di depressione? Lei si è autodiagnosticata la depressione? Comprenderà che è differente essere depressi in modo sintomatologico oppure come organizzazione di personalità. La invito, dunque, a rivolgersi ad un collega psicoterapeuta che, insieme a lei, comprenderà i contorni di questa sua sofferenza per poi agire nel modo più opportuno. A 28 anni lei ha tutto il diritto ma anche il dovere di avere, come obiettivo personale, quello di aumentare la sua qualità di vita, sia internamente che nelle relazioni. Perciò, il momento di fare da soli, cercando di "uscirne con le sue sole forze" è finito. Se vuole concretizzare un cambiamento utile ed efficace, deve dare fiducia a chi, di queste sofferenze, se ne occupa per lavoro e ne abbia anche un'ottima esperienza. Se cerca in questo sito o anche sul sito nazionale degli Psicologi, trovera' il collega adatto che lavora nella sua regione e città. Il passato si ripresenta sempre lo stesso, con tutte le sue negatività, solo in una evenienza: ovvero se siamo noi a permetterlo ripercorrendo, nel presente e nel futuro, la stessa strada fatta fino ad allora. Se, invece, si introduce un elemento di discontinuità, allora noterà dei cambiamenti. G. Bateson, diceva che dove ci sono cambiamenti ci sono informazioni. Ed in questo momento, sono proprio informazioni su di Sé che le servono (da quando si sente così, quando si sente male, con chi ed in che contesto, soprattutto, soffre; trovare delle coerenze di funzionamento all'interno della sua esistenza, valorizzare le sue risorse e trovarne di nuove, come mai ha difficoltà a fidarsi delle persone, come mai è abbastanza sicura che il passato tornerà sempre in forma negativa e tante altre informazioni). Buona fortuna,
dott. Massimo Bedetti
Psicologo/Psicoterapeuta
Costruttivista-Postrazionalista Roma

Dott. Massimo Bedetti Psicologo/Psicoterapeuta Psicologo a Roma

694 Risposte

1008 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Cara Dana,
Il suo dolore arriva dritto dritto al cuore di chi legge!
Scrivere qui è un primo passo verso il chiedere un auto concreto.
Contatti un terapeuta, merita di provare a regalarsi una vita migliore.
Un abbraccio
Dott.ssa Cristina Dordolo

Dott.ssa Cristina Dordolo - Psicologa Psicoterapeuta Psicologo a Udine

8 Risposte

4 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Dana, dalle sue parole si capisce che lei stia davvero soffrendo molto. Vista la grande sofferenza, i brutti pensieri e l'idea di togliersi la vita, sarebbe utile per lei contattare un professionista per intraprendere un percorso terapeutico per farsi aiutare.
Saluti Sara Vassileva psicologa psicoterapeuta

Dott.ssa Sara Vassileva Psicologo a Genova

101 Risposte

34 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Depressione

Vedere più psicologi specializzati in Depressione

Altre domande su Depressione

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 20850 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 16100

psicologi

domande 20850

domande

Risposte 80600

Risposte