La depressione in una storia d'amore a distanza, come affrontarla?

Inviata da Iris · 19 apr 2017 Depressione

Sono una ragazza di 23 anni e quasi un anno fa ho iniziato una relazione con un ragazzo di 27. Fin da subito abbiamo riconosciuto l'uno nell'altra la nostra persona ideale e abbiamo provato per la prima volta sentimenti bellissimi, di amore puro. Nel momento in cui abbiamo iniziato questa relazione sapevamo che qualche settimana dopo lui sarebbe dovuto partire per andare a fare un dottorato in America, ma la cosa non ci ha spaventato perchè eravamo certi che non esistesse nel mondo nessun altro che avrebbe potuto interessarci. La storia procede a gonfie vele, ci siamo sempre sentiti vicinissimi nonostante la distanza e abbiamo iniziato ad amarci sempre di più, avevamo le nostre abitudini: ogni sera ci sentivamo e stavamo insieme per ore...quando d'un tratto accade una tragedia:suo padre muore tragicamente e lui è costretto a tornare subito qui. In quell'occasione di grande dolore mi confessa che qualche anno prima aveva sofferto di depressione maggiore, ma era riuscito ad uscirne...passiamo bellissimi momenti insieme, fino a quando non deve ripartire per l'America, al suo ritorno passiamo un mese bello e tranquillo, nonostante la tristezza del lutto...che inizia a farsi sentire piano piano, questa situazione va ad aggiungersi allo stress del dottorato, che lo induce a trascorrere quasi tutta la sua giornata in laboratorio per cercare di ottenere i risultati che il suo professore insistentemente gli chiede..lui avverte la pressione, che unita al peso del lutto ha un effetto distruttivo..inizia a non riuscire più a trovare il tempo per vivere la nostra storia come vorrebbe, inizia a non sentirsi all'altezza di darmi la storia che "merito"...mi confessa i suoi sentimenti e cerchiamo di andare avanti...per le vacanze di Natale torna a casa per qualche giorno, e non appena ci vediamo ritrova la speranza sulla nostra storia, quindi parte da qui di nuovo convinto che il nostro amore riuscirà a vincere su tutto. Una volta tornato lì, però, si rende conto di stare male e decide di andare dallo psicologo il quale gli dice che si trova in uno stato di depressione per fortuna non molto avanzato...cerco di stargli vicino, ma lui inizia a cambiare...vede solo nebbia e non riesce a vedere un futuro positivo per la nostra storia..adesso la distanza inizia a diventare un problema per lui, il pensiero che ci vedremmo due volte l'anno inizia a farlo stare male..così tutto inizia a vacillare...mi confessa i suoi pensieri, ma mi dice che nutre ancora speranza, che magari sono pensieri passeggeri..io mi faccio forza, perchè in cuor mio sento che, per l'amore che mi ha dato, vale la pena lottare per riaverlo con me..essere paziente, cercare in ogni modo di stargli vicino...ma le cose vanno solo a peggiorare, si arriva ad un punto in cui mi dice che è arrivato il momento di fare la scelta importante, mi dice che ne dobbiamo parlare al telefono e mi chiamerà..ma dopo tre settimane dice di non aver ancora trovato il tempo per chiamarmi, che è un periodo di fuoco..io gli scrivo, cercando di non essere pesante, di non assillarlo..semplicemente per fargli capire che ci sono, che gli voglio bene..ma lui molto spesso m'ignora, non risponde ai miei messaggi...e non è il tipo che farebbe mai una cosa del genere...quindi mi chiedo: come posso comportarmi per cercare di mantenere un rapporto con lui? È possibile che una volta passata la depressione lui possa tornare a provare i sentimenti di prima? La distanza non è mai stata un problema tra noi...lo è diventato adesso, che il mio fidanzato sta male e io non posso abbracciarlo...

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 22 APR 2017

Gentile Iris,
la distanza geografica ( tanto più quando è notevole) è di per sè una "controindicazione" per le relazioni sentimentali.
In ogni caso, lo stare lontani per una coppia non dovrebbe essere a tempo indeterminato ma rientrare in un progetto di ricongiungimento e vita insieme e richiede comunque equilibrio mentale e forza del legame per essere ragionevolmente sopportato.
Qui abbiamo da una parte un ragazzo stressato e depresso e dall'altra una ragazza che comincia ad avvertire un allontanamento anche emotivo nei suoi confronti per cui iniziano ad affacciarsi dubbi e confusione.
In conclusione, per entrambi c'è bisogno di aiuto psicologico.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

7134 Risposte

20297 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

20 APR 2017

Gentile Iris,
mi dispiace per la situazione. C'e molta distanza tra lei e il suo ragazzo. Speriamo che con il sostegno psicoterapico ed eventualmente farmacologico il proprio partner si rafforzi ed esca dalla depressione. Le consiglierei di pensare pure al proprio benessere psicologico. I miei migliori auguri!
Dott.ssa Donatella Costa

Dr.ssa Donatella Costa Psicologo a Rezzato

2757 Risposte

2240 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

20 APR 2017

Gentile Iris,
la depressione si cura abbastanza facilmente con la terapia strategica breve, associata o no ai farmaci in base alla gravità della depressione stessa.
In ogni caso conviene curare la depressione con la psicoterapia, associata o no ai farmaci, prescritti dal medico.
La distanza è spesso un problema notevole per le relazioni difficilmente risolvibile. Se lei è convinta non lo sia, l'unica cosa da fare è affidarsi a un bravo psicoterapeuta per la cura della depressione.
Anche lei comunque potrebbe recarsi da uno psicoterapeuta che le darebbe gli strumenti per interagire al meglio con il suo ragazzo, in questo difficile periodo.
cordiali saluti

Valentina Sciubba Psicologo a Roma

1054 Risposte

726 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Depressione

Vedere più psicologi specializzati in Depressione

Altre domande su Depressione

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 24850 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 17300

psicologi

domande 24850

domande

Risposte 88550

Risposte