La amo, ma lei è molto aggressiva

Inviata da stefano · 9 nov 2015 Terapia di coppia

Buon giorno, io ho 55 anni e sto con una donna di 48 e per amor suo ho anche lasciato la mia famiglia (la mia ex moglie ha ottenuto la separazione). E' una persona dolce, ma purtroppo si arrabbia subito anche per un nulla. In passato mi ha cacciato da casa sua alcune volte e poi mi ha incolpato a me che me ne sono andato perché, secondo lei, non dovevo andarmene via, se l'ho fatto era perché lo volevo io. Anche con i suoi figli (uno 30 e un l'altro 25) usa lo stesso atteggiamento: urla, strepita e offende in modo pesante e come reazione i suoi figli addirittura si avvicinano a lei mostrando il petto come si fa in una lite in strada. Una volta ha aggredito il padre a male parole e urlando come una pazza, dove sinceramente sono rimasto allibito. Lei dice che da quando il marito l'ha abbandonata ha cambiato carattere, perché prima non era cosi!!!! Ha subito un operazione 5 anni fa e gli hanno dato dei psicofarmaci (cosi lei mi ha detto) EN 2 mg (ora ridotti a uno) ed un altro di cui non ricordo il nome. Spesso la mia compagna dorme e sinceramente non gli va tanto di muoversi, anche se un anno fa è caduta sbattendo fortemente il ginocchio. L'ultima litigata è avvenuta poco più di 4 settimane fa, quando gli dissi che non potevo scendere a casa sua (io sono di roma e lei un paese vicino caserta) per fare delle visite mediche e perché la domenica andavo a vedere una gara di judo di mia figlia. Comunque avevo proposto che sarei sceso il giovedi dopo la visita (poiche scendo sempre il mercoledi sera) e ripartito la domenica mattina presto. Mi ha subito "consigliato" di non scendere, cioè se scendevo non mi avrebbe aperto nemmeno la porta di casa, poiché le chiavi che mi aveva dato le ha volute indietro dopo un altra lite perché con il traffico che trovai per scendere impiegai 4 ore invece delle solite 2,30. lei dice sempre che do la colpa a lei ma che sono io che non la capisco, e come sempre rigira la frittata cosi come fa con i genitori quando gli chiedono il perché, come mai non sono sceso. alcune volte, poiché non do nulla per scontato, penso che forse sia in parte mia anche la colpa, ma certo lei non facilita le cose. Una volta che gli ho detto che casa sua è anche mia quando c è da pagare ma che poi non sono mai riuscito a stare da solo nemmeno due secondi (visto che l accompagno alla scuola dove lavora ed attendo che esca li dopo le sue 4 ore e io rimango in macchina a fare il telelavoro, e rischio perché se la mia azienda viene a sapere che non sto in casa rischio il posto e lei lo sa) lei mi ha risposto è perché rompo il cavolo ai suoi figli (cosa che non mi sembra vero....anzi), e poi dopo qualche giorno mi ha detto che io me la sono inventata la storia che rompo le scatole ai suoi figli e che non è vero......Aiutoooo!!

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 10 NOV 2015

Caro Stefano
è una situazione di estrema confusione sia tua che sua.
La sua confusione credo che sia dovuta ad una sorta di ambiguità con cui vive il rapporto con te, probabilmente, anche a causa dei suoi problemi personali e per la sua insicurezza che la rende molto aggressiva. Diciamo anche che la difficoltà di dover gestire due figli probabilmente è pesante e non aiuta.
Credo che questa persona viva momenti di grande stress e ha bisogno di molte conferme.
E' chiaro che lei pure si trova in difficoltà a fronte della difficoltà emotiva di lei e così tra l'uno e l'altra tutto s'ingarbuglia. Ci vuole molta calma e pazienza!
Occorre ritrovare il filo del discorso in questo labirinto di emozioni e di difficoltà emotive.
Trovate del tempo per voi in modo da poter affrontare con quanta più chiarezza possibile e calma le reciproche situazioni e aspettative e cercate di ripartire da zero con nuovi propositi.
Sono consapevole del fatto che questo potrebbe non essere sufficiente.
La sua compagna deve affrontare i suoi problemi personali e voi due come coppia potreste essere aiutati da un terapeuta di coppia!
Un caro saluto
Dott Silvana Ceccucci Psicologa psicoterapeuta

Dott.ssa Silvana Ceccucci Psicologo a Ravenna

3084 Risposte

6941 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

14 NOV 2015

Gentile Stefano,
lei, all'inizio della sua mail, definisce la sua compagna "una persona dolce".
C'è da chiedersi, dopo il suo racconto, cosa farebbe questa donna se non fosse dolce!...
In realtà, come ormai ha imparato a sue spese, questa donna non è facile da gestire sia per il suo carattere e sia per le conseguenze dei traumi psicologici subìti in passato.
In tutto questo, ciò che, a mio avviso, è più fastidioso e problematico, è proprio il tratto dell'aggressività che rischia di esitare in qualche possibile acting-out.
Non credo che lei sia adeguatamente attrezzato per fare da contenimento e da ammortizzatore a tempo indeterminato (da quanto tempo dura questa relazione?) e credo che prima o poi lei getterà la spugna.
Se proprio vuole tentare di salvare questa relazione le suggerisco di provare a persuadere la sua compagna ad intraprendere una psicoterapia di coppia che possa ammorbidire il suo tratto di impulsività e aggressività.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

6918 Risposte

19228 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

11 NOV 2015

Grazie molto per le vostre risposte. posso rispondere ad alcune vostre domande:
la sua compagna è consapevole delle sue reazioni? --> sul momento no, ma in seguito le rimane difficile esserne consapevole, e laddove lo fa ha delle scuse pronte per giustificarsi o, spesso con me, diciamo che rigira la frittata incolpandomi dell atto stesso che lei ha provocato, e rimango allibito perche non so se lo fa apposta o si scorda, dimentica....non so
Ne soffre? --> no, anzi dice che lei è cosi e percio se uno la vuole cosi lei è
E' consapevole dell'effetto che hanno sugli altri? --> no assolutamente no, solo con il figlio primogenito (spesso usa questa parola...) che a lui è molto attaccata.
La sua tendenza all'impulsività che tipo di risposte riceve? da parte mia cerco di comprenderla, ma non sono un santo ed anche io esplodo perché non è possibile incolparmi di certe situazioni che non stanno ne in cielo ne in terra...spesso devo combattere con la sua estrema gelosia (mi controlla se sto su whatsapp oppure sta attenta al minimo rumore al cell per poi dirmi che ne so che non stavo in casa ma in giro...e rimane difficile farle capire che stavo a casa....). Prima della separazione sono a conoscenza di fatti che lei stessa mi ha raccontato ma non so esattamente come siano andate le cose. Prima della separazione aveva un bel fisico, ma poi nel tempo si è lasciata andare prendendo molti chili, lei dice che sono le medicine che prende, ma nei racconti che mi ha fatto è stata per molto tempo al letto in preda a una specie di depressione.
Grazie ancora per il vostro interessamento.

Stefano

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

10 NOV 2015

Gentile Stefano,
dalla descrizione che fa della situazione emerge al di là di tutto una sua grossa difficoltà a comprendere ciò che sta avvenendo e perché. Sono tante le domande che mi vengono in mente, ad esempio: la sua compagna è consapevole delle sue reazioni? Ne soffre? E' consapevole dell'effetto che hanno sugli altri? E ancora: la sua tendenza all'impulsività che tipo di risposte riceve? Se è vero che prima della sua separazione la situazione era diversa può essere che non abbia ancora elaborato la fine del suo matrimonio e di conseguenza non abbia chiaro il ruolo della sua nuova relazione. L'unico consiglio che mi sento di dare è quello di consultare un professionista per fare chiarezza e comprendere il ruolo di tutti in questi scoppi di aggressività. Un caro saluto,
dott.ssa Roberta Monda

Dott.ssa Roberta Monda Psicologo a San Severo

91 Risposte

148 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

10 NOV 2015

Salve,
credo che da qui non sia possibile aiutarti, usando lo scritto.Hai bisogno di un contatto più diretto, per lo meno a voce, ma meglio di tutto, di una consulenza di persona. Resto a disposizione se sei interessato a risolvere quello che tu stai vivendo come un tuo problema.
Dott.ssa Carla Panno
psicologa-psicoterapeuta

Dott.ssa Carla Panno Psicologo a Milano

1057 Risposte

638 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia di coppia

Vedere più psicologi specializzati in Terapia di coppia

Altre domande su Terapia di coppia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 22900 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 16550

psicologi

domande 22900

domande

Risposte 84200

Risposte