Isolamento sociale

Inviata da Yenn · 13 ott 2016 Relazioni sociali

Salve, ho deciso di rivolgermi a voi in quanto questo problema sta prendendo il sopravvento sulla mia vita. Ho avuto un'infanzia difficile, mio padre mi malmenava. Una volta che miei genitori si separarono trovai una specie di figura paterna in mio nonno che poco dopo tempo morì. Sono cresciuta senza un padre e credo che questo mi abbia segnato. Ho iniziato ad avere problemi di alcool e altre sostanze, in quel periodo pensavo fosse un gioco, un divertimento ma col passare del tempo mi accorsi che non era così e decisi di allontanarmi dai miei amici per paura che potessero riportarmi sulla brutta strada...riuscì ad uscire da questo tunnel da sola, senza l'aiuto di nessuno ma con frequenti attacchi di panico e paura di morire ogni volta che uscivo di casa. Credo che anche questo mi abbia segnato, da allora non ho più avuto amici, nessun con cui poter parlare, nessuno con cui poter uscire, ho perso la fiducia in me stessa e credo di odiarmi. Tuttora faccio fatica e ho paura di fidarmi delle persone, ogni volta che lo faccio finisco per star male e sentirmi inutile perché mi affeziono velocemente alle persone e tendo a pensare prima a loro che a me stessa, ma ovviamente loro lo fanno solo per interesse e non per i sentimenti . Ho 26 anni, non ho un lavoro, sono sempre chiusa in casa da 5 anni se non di più e passo le giornate a chiedermi cosa c'è che non va in me, perché a nessuno importa, soprattutto guardando le altre persone che si godono la vita. Cerco sempre di nascondermi dietro ad un'armatura, nascondermi dietro ad un sorriso, sono una persona molto riservata e tendo a nascondere i miei sentimenti ma tutto questo sta iniziando a pesare...

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 15 OTT 2016

Gentile Yenn,
hai avuto finora una vita difficile ma hai anche dimostrato di avere coraggio e capacità di giudizio allontanandoti da amicizie pericolose e già per questo sei una persona da ammirare.
Ora però hai bisogno di migliorare la tua autostima, trovare un lavoro anche se umile e riprendere altri contatti sociali sentendoti non schiacciata e sottomessa ma alla pari con gli altri.
E' un processo non semplice ma necessario che non deve spaventarti e spingerti ad isolarti ma deve portarti a cercare l'incontro con gli altri partendo da un livello più elevato di fiducia e sicurezza interiore e da un miglior tono dell'umore.
Per questo dovresti chiedere l'aiuto della psicoterapia, privatamente o, in alternativa, presso l'ASL.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

7180 Risposte

20399 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

17 OTT 2016

Cara Yenn,
ho letto con molta attenzione ciò che hai scritto, cogliendo in ogni parola molta sofferenza. Mi son chiesta il perché manchino figure di riferimento femminili nella tua vita o almeno è quello che mi arriva visto che non ne parli. Descrivi un passato fatto di maltrattamenti, separazioni, perdite, lutti e un presente di solitudine, sfiducia verso l'altro è sofferenza. La tua riservatezza sicuramente non ti aiuta, considerato che tendi a isolarti e a soffrire in silenzio. Ed è nel silenzio che la voce del dolore si fa sentire sempre più forte...inoltre, l'assenza di un confronto sociale non ti permette di verificare se le tue teorie, rispetto all'altro "che fa tutto per interesse" sono veritiere. Le esperienze, sopratutto quelle negative, se si ripetono nel corso del tempo, creano degli schemi che indirizzano i nostri comportamenti e i modi in cui percepiamo noi stessi e gli altri. Per questo, spesso, riproponiamo nelle diverse relazioni sempre lo stesso modo di fare, che se disfunzionale, crea disagio personale e relazionale. Questo provoca sofferenza e, a lungo andare, evitamento delle situazioni e delle relazioni. La mia è solo un'ipotesi...però ti consiglio vivamente l'aiuto di uno specialista. C'è troppa sofferenza in te...hai bisogno di "accettare" quelle cose che non si possono cambiare, di capire come funzionano i tuoi cicli relazionali e di apprendere strategie di fronteggiamento degli stati emotivi negativi.
Cordiali saluti

Dott.ssa Simona B. Morabito Psicologo a Reggio Calabria

50 Risposte

165 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

14 OTT 2016

Cara Yenn, sei troppo giovane per passare così la tua vita. E' necessario che tu ti rivolga subito alla ASL più vicina a te facendo presente il tuo malessere e chiedendo un supporto. Non dici con chi vivi, nessuno si è accorto del tuo malessere? Fatti accompagnare da qualcuno, ma non indugiare. E' il momento che tu prenda in mano la tua vita. Vedrai che troverai chi ti aiuterà. Auguri dr. Annalisa Lo Monaco

Dott.ssa Annalisa Lo Monaco Psicologo a Roma

551 Risposte

805 voti positivi

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

14 OTT 2016

Gentile Yenn,
da quanto scrive emerge che lei ha dovuto affrontare delle difficoltà davvero importanti (il padre violento, la perdita del nonno al quale era molto legata, l'uso di sostanze), e fino ad ora ha cercato di cavarsela sempre da sola, riuscendo addirittura ad evitare di cadere in una dipendenza da sostanze. Sembra quindi che ci sia una grande forza di volontà in lei, ma che il voler superare da sola ogni problema stia anche esigendo un prezzo per il suo benessere (gli attacchi di panico, la paura di uscire, l'isolamento crescente). L'aver chiesto aiuto qui è già un passo importante, ma penso sia ancora più importante per lei avviare un percorso di sostegno con uno psicologo, perché anche lei ha il diritto di esprimere come si sente, senza doversi nascondere nella sua armatura, e un professionista qualificato è la persona migliore con la quale cominciare.
Spero di esserle stata di aiuto. Cordialmente,
Dott.ssa Isabella Di Paoli

Dott.ssa Isabella Di Paoli Psicologo a Gorle

26 Risposte

8 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Relazioni sociali

Vedere più psicologi specializzati in Relazioni sociali

Altre domande su Relazioni sociali

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 25700 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 17450

psicologi

domande 25700

domande

Risposte 90450

Risposte