Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

Ipocondria smisurata

Inviata da Anonimo il 24 ago 2018 Ipocondria

Buonasera a tutti. Ho 23 anni e da circa 2 anni soffro di ipocondria a livelli altissimi. Passo la maggior parte del mio tempo a pensare alle malattie, ad ascoltare il mio battito cardiaco e ad aver paura di non riuscire a respirare. Evito di fare tantissime cose perché ho paura di sentirmi male, evito persino di viaggiare e andare in vacanza per questo timore. Ci penso quasi tutto il giorno e ho il terrore che possa succedere qualcosa da un momento all’altro e a volte o anche paura a camminare. Faccio il meno possibile in modo tale da non affaticarmi troppo e per non “rischiare”. Quando faccio i controlli per un breve periodo di tempo si placa, ma dopodiché ricomincia esattamente come prima e allora inizio a fare ricerche su internet e a chiamare il medico. Tutto ciò mi causa molta ansia e agitazione e limita tantissimo la mia vita. Non lo sono mai stata se non in questo periodo. A volte mi impongo di imparare a gestirla ma non sempre è facile. Grazie a chi leggerà il mio racconto.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Cara Jade,
lei è giovane, e mi sembra che i sintomi che lamenta le impediscano di vivere in modo sereno e autonomo la sua vita quotidiana; per questo vanno affrontati senza tergiversare oltre.

L'ipocondria è un disturbo d'ansia e, come sta sperimentando sulla sua pelle, se non viene affrontata può innescare comportamenti di evitamento, continuo monitoraggio delle proprie sensazioni corporee e aumento dell'ansia per le proprie condizioni di salute.

Il fatto che dopo i controlli tende a "placarsi", come dice lei, è un buon segnale, si tratta di lavorarci sopra con l'aiuto di un collega in modo d imparare a gestire l'ansia e capire l'origine del suo malessere.

Le consiglio quindi di rivolgersi ad uno psicoterapeuta della sua zona, o in alternativa al servizio pubblico, per affrontare le sue difficoltà. Nel caso si valuti la possibilità di affiancare al percorso psicoterapeutico un sostegno farmacologico, almeno nelle fasi iniziali della terapia, se si sente bloccata a causa dell'ansia.

Si faccia aiutare!
Un caro saluto,
Dott. Alberto Mordeglia

Dott. Alberto Mordeglia Psicologo a Busca

81 Risposte

118 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Ipocondria

Vedere più psicologi specializzati in Ipocondria

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 20250 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 15900

psicologi

domande 20250

domande

Risposte 80000

Risposte