Io ho tutto il mondo contro e la mia migliore amica non si riprende

Inviata da maria elena coppola · 15 lug 2016 Disturbo bipolare

Salve, gentili psicologi,
sono di nuovo Maria Elena,la famosa ragazza aspie di 24 anni che ogni tanto chiede consulti qui su questo sito perché per lei questo sito è da sempre stato un punto di riferimento in tutti i sensi. Ora scrivo sia per me che per la mia migliore amica, la ragazza di cui parlai nella mia lettera precedente. Sono spiacente di comunicarvi che i consigli che due di voi psicologi (non amo fare nomi) purtroppo non sono serviti a nulla, lo faccio con il cuore in gola e terrorizzata dalla possibilità di ferire questi due psicologi, ma purtroppo è la verità. Non so proprio cosa fare per aiutarla. Chi vuole rispondermi in merito a questo legga la mia lettera precedente. Ora lei è più serena o pare che sia così, ma non ha risolto i suoi problemi. Ed io? Beh, io sto peggio di lei e non so più a quale santo votarmi, non so più come trovare la forza di sopravvivere. Su un sito di mamme asperger, la mamma di quell'antipatico di un ragazzo che mi trattava e rispondeva sempre male, finché io non ho smesso di parlargli , è il ragazzo di cui parlai in una lettera un po’ di tempo fa ha pubblicato delle foto sue foto su questo sito, io ho commesso l'"errore"di dire lì che questo ragazzo deve migliorare il suo carattere, e spalancatevi al massimo cielo e terra! Mi sono sentita finire addosso talmente tanta di quella bestialità da parte di tre mamme (compresa quella di quel ragazzo) che ho deciso di andarmene da quel sito. Quando mio zio è diventato sindaco, ho immediatamente pubblicato la notizia sul mio profilo Facebook, vantandomene e comportandomi da altezzosa, con un eccesso di autostima che prima non avevo mai avuto. Ma poi mia mamma mi ha fatto notare che essere la nipote di un primo cittadino equivale ad essere una cittadina come tutti gli altri, vivendo in una cittadina e non a Roma, e comunque, sempre a detta di mia madre, essere parente del sindaco di Roma non si può di certo paragonare ad essere parente di Barack Obama, e vantandomi di una cosa infinitesima come questa, mi avrebbe fatta apparire come una squilibrata mentale e ho dovuto dire che era tutto uno scherzo per non farci questa figura essendo impaurita dalle parole di mia mamma. Così oltre ad aver ricevuto prese in giro (le avevo ricevute anche quando avevo detto di essere la nipote del sindaco della mia città), c'è stata una ragazza che mi ha detto che sarei stata da denuncia per far credere a tutti di essere parente del sindaco della mia città, e tutto questo a causa delle mamme che mi avevano fatta sentire una nullità e volevo riscattarmi. Ora è successo oggi un episodio al centro d'ascolto dove vado perché ho bisogno di sfogarmi , mi hanno cacciata senza motivo alcuno, non so perché, ho perso il controllo ,ho afferrato una bottiglia e l'ho presa a calci , scagliandola dove capitava, poi la riprendevo in mano, la rimettevo a terra e le sferravo un altro calcio con tutta la forza che avevo, dando spettacolo , facendo ridere alcuni operatori e facendo impaurire l'operatrice che mi stava cacciando a tal punto da costringerla ad uscire da quella dannata stanza, non prima però di averla fatta scansare impaurita di essere magari colpita perché avevo scagliato la bottiglia proprio nella sua direzione anche se non di proposito, anche se avevo tutte le ragioni per farlo, non l'ho fatto di proposito, e stavo per colpirla alle gambe vendicandomi seppur involontariamente. È successo che l'operatrice che mi stava cacciando era uscita dalla stanza, ma sentendo tutto quel casino è tornata di corsa in quella stanza dicendo: Ma cosa sta succedendo qui? E mi guardava impaurita. Prima che entrasse lei, ho urlato: Canestro! Avendo centrato in pieno un cestino con la bottiglietta e facendola finire nel mezzo del cestino, nemmeno a farlo apposta, forse inconsapevolmente avevo preso bene la mira, non so. Questo ha fatto ridere una delle operatrici che ridendo ha ripetuto: Canestro! Anche se il mio tono di voce era molto più basso del mio, quasi sussurrava. Questo episodio mi ha portato a perdere completamente fiducia nelle donne adulte, dai 40 anni in su, per la faccenda di quelle mamme e questo episodio di oggi è stata la classica goccia che ha fatto traboccare il vaso, in quanto questa signora che ha voluto cacciarmi ha 49 anni compiuti a Febbraio. Ho scritto questo su una chat di bipolari dove sto anche io avendo amicizia con un bipolare di circa 50 anni del quale ho parlato alla mia seconda lettera, che scrissi quella sera in cui mi aveva fatta piangere tantissimo. Anche questa sera l’ha fatto. Vi spiego: su quella chat maledetta c'è una donna che ha più di 40 anni anche se non so di preciso la sua età che si è risentita, anche un uomo di 44 anni non ha trovato giusto quello che avevo detto, io gli ho detto di stare zitto, ne è nata una discussione e questo bipolare si è arrabbiato, mi ha sgridata come una bambina e voleva punirmi come una bambina togliendomi da quella chat della malora. Ammetto di essere già nera di mio, ma questo bipolare stanotte mi ha fatta scoppiare in lacrime, ora sono quasi le 6 del mattino ed io non ho la minima voglia di dormire soprattutto a causa sua. È arrivato a scrivermi "e basta" in maiuscolo, io gli ho detto di usare le lettere minuscole perché scrivere in maiuscolo equivale ad urlare, ma lui ha ammesso che stava urlando perché era arrabbiato .Mi ha urlato contro questo scheletro umano, visto che è alto 1,82 m x solo 62 kg, ma come si è permesso?! Non lo perdonerò mai più! E tornando a parlare del centro non è la prima volta che vengo trattata a cavolo, l'altra volta si sono rifiutati di farmi conoscere una nuova operatrice che poi non è venuta più, senza motivo! È successo qualche settimana fa. Non mi fido più delle donne minimo 40enni, non mi fido più di nessuno. L'umanità sta andando sempre più a rotoli. Nessuno mi vuole benee mi sa apprezzare. Aiuto! Maria Elena.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 18 LUG 2016

Cara Maria Elena
mi dispiace perché in questa mail sento che sei davvero tanto in crisi e tanto demoralizzata.
Hai questi brutti pensieri e queste sensazioni di essere rifiutata dagli altri e di non essere compresa da nessuno.
Anche per le cose che ci racconti, per la tua amica e quelle mamme e tutti gli altri che non ti capiscono dispiace.
Ormai dalle tue mail ti conosciamo un pochino. Personalmente penso che tu abbia tante cose buone.
Quello che posso dirti è che non devi mai smettere di "lavorare" su te stessa.
E' importante.
Se tu vuoi vivere in armonia con le persone (e sappi che tutti abbiamo dei lati bui e delle disarmonie) devi imparare a tenere molto bene sotto controllo le emozioni negative.
Ad es. quel gioco che racconti con quella bottiglia, poteva essere pericoloso...vedi, per te poteva essere una sorta di sfogo però... magari si poteva fare male qualcuno.
Quindi cara fai attenzione e non fare cose sciocche per rabbia o anche per gioco.
Pensa sempre a dare il meglio di te.
Ora spero che tu oggi sia più calma e che torni in te un poco di fiducia nelle persone e di positività.
Sai, a tutti capitano degli attacchi di pessimismo.
Anche questi bisogna vincerli però.
Un carissimo saluto
Dott. Silvana Ceccucci psicologa psicoterapeuta.

Dott.ssa Silvana Ceccucci Psicologo a Ravenna

3084 Risposte

7010 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Disturbo bipolare

Vedere più psicologi specializzati in Disturbo bipolare

Altre domande su Disturbo bipolare

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 24150 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 17050

psicologi

domande 24150

domande

Risposte 86900

Risposte