Non puoi recarti in nessun centro?
Trova uno psicologo online
Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

Invidia e bassa autostima

Inviata da Miriam Mastroianni il 4 lug 2017 Autostima

Buonasera.
Riflettendo su alcune problematiche che in questi ultimi tempi mi tormentano (Insuccessi lavorativi, parcheggiata all'università e di conseguenza invidia per i successi altrui) ho cercato dei consigli online. Mi lascia perplessa la reazione di molti professionisti che, nell'ascoltare persone che hanno davvero motivo di sentirsi inferiori (sia per facoltà fisiche che mentali) ribattono con "e allora? Fai del tuo meglio con ciò che hai" o con "Facciamo pace con i nostri limiti". Sono seriamente curiosa di chiedervi se qualcuno con problemi simili sia completamente "guarito" dalla sua tristezza. Perché a me l'idea di essere nata inferiore e di dovermene fare una ragione è solo un motivo in più per smettere di vivere.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Buongiorno Miriam,

ognuno di noi ha dei limiti, a volte sono più oggettivi, mentre altre sono più frutto di alcune nostre convinzioni su cui possiamo lavorare. La sua osservazione sul "doversene fare una ragione" è più che comprensibile, ma a parer mio necessita di due specificazioni:
- quanto serve sbattere con un limite anzichè accettarlo? in alcuni non accettare alcune condizioni aumenta il nostro malessere, pertanto accettare la situazione non è forse la cosa che sentiamo più giusta da fare, ma è quella che può farci stare meglio (quanto meno non peggiorando una situazione di difficile gestione)
- all'accettazione va aggiunta una presa in carico delle proprie emozioni. Se un contesto mi crea difficoltà, accettarlo non vuol dire che non le creerà più, ma imparare a gestire le difficoltà (pratiche e psicologiche) che ci crea, gestendo se stessi al posto di perdersi in giudizi negativi su di sè o sul contesto stesso.

Spero che possa applicare le mie riflessioni nel suo contesto più concreto, da sola o con un supporto psicologico per farlo.

Buona giornata,
Luca Morganti

Dott. Luca Morganti Psicologo a Abbiategrasso

8 Risposte

3 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Carissima, spesso non siamo noi che siamo incapaci, semplicemente ci scegliamo obbiettivi che non sono nostri, al punto da non avere la motivazione o la forza necessaria per poter affrontare gli ostacoli che troviamo sulla strada. Dovremmo pensare prima di intraprendere certi percorsi tortuosi a cosa realmente ci appassiona non solo s ciò che vorremmo si realizzasse per noi. Ad esempio: scegliere il percorso universitario pensando di rifocillare l'orgoglio dei genitori, o solo perche lo si e visto far fare agli altri, o perché non si sa che altro fare o ancora se lo si fa per mero scopo lavrativo, beh, non so quanta forza ci darà poi nell'affrontare le difficoltà e i sacrifici che fanno parte di qualunque percorso universitario. Per il lavoro il discorso è lo stesso. Un lavoro che non ha nulla a che fare con le nostre aspirazioni o con quelle che sono le nostre capacità, non ci darà molte soddisfazioni, almeno fin quando non ci impegnamo ad impararlo come si deve. Dunque, pensare a quello che si ha, potrebbe essere inteso come pensare ad obiettivi più sentiti in cui investire più facilmente le nostre energie, con cui affrontare i sacrifici con più serenità, il che comporta rinunciare a quelli a cui ci siamo aggrappati fin ora in modo disperato, ma che non ci appartengono sul serio. Il mio è un discorso generale al momento. Resto a disposizione se lo volesse.
Cari saluti.
Dott.essa Barbara De Luca

Dott.ssa Barbara De Luca Psicologo a Catanzaro

404 Risposte

185 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Cara Miriam,
la tua osservazione è assolutamente coerente e non fa una piega. "Come posso usare le mie risorse se penso di non possederle?" Ti senti una fallita ora e vorresti avere delle caratteristiche che hanno gli altri e non VEDI magari quanto di bello c'è in te. Chi crede che sei una fallita?O chi ti ha portato a pensar questo di te e a non farti vedere le tue qualità? Capisco che se non hai qualcuno attorno che te le faccia vedere non sia semplice, ma se fossi curiosa di vederle e utilizzarle credo che un professionista ti possa aiutare.
Cari salui
Dott.ssa Alessandra Xaxa Psicologa Augusta ( Sr ) - Vittoria ( Rg )

Dott.ssa Alessandra Xaxa Psicologo a Vittoria

80 Risposte

94 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Autostima

Vedere più psicologi specializzati in Autostima

Altre domande su Autostima

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 20750 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 16000

psicologi

domande 20750

domande

Risposte 80400

Risposte