Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

Intrappolata tra emozioni e ragione

Inviata da Manu · 29 ott 2019 Terapia di coppia

Salve, avrei bisogno di un vostro aiuto.
Ho conosciuto in chat un ragazzo della mia età 39 anni, in pochi mesi ci siamo scambiati molte informazioni private e foto, c'è stata molta intimità e interesse reciproco. Poi siamo passati al numero di telefono . Dovevamo incontrarci ma ho avuto paura perché volevo conoscere meglio prima . Io forse mi sono molto attaccata a lui e gli ho rappresentato che mi mancava e che provavo qualcosa. Lui si è così chiuso e allontanato per un po' così ho cercato di smorzare il fatto . ho continuato a farmi sentire nonostante tutto e alla fine ha iniziato a farsi sentire anche se molto più raramente di prima. Alla fine stanca di questo tira e molla gli ho rappresentato i miei sentimenti più o meno, che soffrivo a non sentirlo .... Lui mi ha detto che gli dispiace se non si è fatto sentire, che non può avere una relazione ora perché deve pensare alla carriera ma che gli piaccio ancora. Io vorrei distaccarmi da lui perché razionalmente so che soffrirò solo io, ma non riesco e continuo a umiliarmi mandandogli messaggi quasi speranzosi.
Cosa posso fare per distaccarmi da lui? Credo che sia chiaro che non mi voglia ma quando provo ad allontanarmi lui mi richiama come se gli dispiacesse ed io continuo a ricaderci e a sparci male di non sentirlo tanto... E si ricomincia sempre...
Ho delle emozioni che prevalgono troppo e non so come fare per uscire fuori da questa situazione.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Gentile Manu,
lei dovrebbe innanzitutto rendersi conto della sua contraddizione perché dapprima dice che non ha voluto incontrare quest'uomo in quanto lo conosceva ancora poco e poi dice di provare dei sentimenti per lui e glielo dichiara pure.
In ogni caso lui è stato chiaro nel dire che al momento la sua priorità e' la carriera e lei dovrebbe prenderne atto.
Se ciò le risulta difficile sarà il caso di chiedere un sostegno psicologico.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

6790 Risposte

18971 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Cara Manu, non siamo una mente e un cuore tra loro separati e "nemici" ma persone che si orientano nel mondo secondo ciò che ci attrae, per qualche motivo, secondo una qualche intenzionalità. Evidentemente se Lei pur nella consapevolezza che non è possibile avere un futuro con questa persona continua a cercarla, c'è qualcosa in questo che fa si che Lei si senta, in qualche modo. Tanto più che questa relazione, si evince dal messaggio, non è mai sfociata in una frequentazione di persona ma è sempre rimasta sul versante telefonico/telematico. Il modo per uscire dall'empasse è comprendere cosa Le da questa relazione, e in che modo questo non Le permette di staccarsene. Per fare ciò è necessario comprendere questi avvenimenti alla luce della Sua specifica storia di vita e delle Sue specifiche modalità di muoversi nel mondo e verso gli Altri. Intraprenda un percorso con un collega nella Sua zona: in breve tempo tutto Le sarà molto più chiaro e sarà in grado di muoversi nel senso desiderato e identitario - quale esso sia. In bocca al lupo! Cordialità. DMP

Dott. Daniel Michael Portolani Psicologo a Brescia

134 Risposte

69 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

gentile Manu,
da quello che lei riferisce sembrerebbe che lei abbia avuto la tendenza a catastrofizzare il fatto che questo ragazzo, conosciuto in chat, possa essere un cattivo ragazzo, e questo è comprensibilissimo nel mondo di oggi, pieno di brutte notizie riguardante incontri, per così dire, al buio, non andate a buon fine. inoltre lei, forse ancora complici i mass media, ha avuto la tendenza a dare per scontato che tale ragazzo sia un cattivo ragazzo, ma non è detto. inoltre sembrerebbe che lei abbia dato per scontato il fatto che lui si sia allontanato da lei per colpa sua, perché si è rifiutata di incontrarlo, mentre magari il motivo era un altro e apparteneva soltanto a lui, quindi magari si è allontanato per motivi che non hanno niente a che fare con il suo rifiuto di incontrarlo. inoltre forse lei ha preso sul personale il fatto che lui si sia allontanato da lei, mentre magari in quel momento può avere avuto impegni o problemi suoi e non aveva il tempo di chattare o di chiamarla telefonicamente. inoltre non è detto necessariamente che lui pensi che lei non lo vuole conoscere perché si è rifiutata di incontrarlo, questa è solo una sua lettura del pensiero che però non ha un riscontro diretto con la realtà. inoltre sembrerebbe che lei debba sempre accondiscendente gli altri perché altrimenti si sente in colpa, ma in realtà non è detto che, se lei non accondiscende gli altri, verrà abbandonata, è non è neanche detto che per essere accettati e amati dagli altri bisogna sempre accondiscenderli. infine la sua stanchezza dovuta al tira e molla continuo con questo ragazzo in chat sembrerebbe dovuta al fatto che lei tenda a valutare le situazioni solo in termini di bianco o nero, senza sfumature intermedie che, forse, non riesce a tollerare.
resto disponibile per ulteriori chiarimenti.
dottoressa Laura Lupi
psicologa.

Dott.ssa Laura Lupi Psicologo a Firenze

49 Risposte

10 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Cara Manu,
la trappola delle chat è davvero perversa, lo ricordi quando la utilizza. Certo, può anche essere un modo per conoscere delle persone ma anche un luogo in cui nascondere le proprie paure ad esporsi in una vera relazione. In rete tutto sembra (attenzione, sembra!) più facile: conoscersi, parlare ampiamente di sé, rivelare segreti e insoddisfazioni, persino entrare in intimità in vari modi. Lo schermo funge da muro di protezione . Magari può andar bene se si preferisce, mi passi il termine, giocare a far finta di avere una relazione. Altra cosa è passare ad un livello successivo, che è quello del conoscersi nella vita reale, con tutti i nostri pregi e difetti, e con la possibilità/timore di coinvolgersi carne e ossa con qualcuno. Lei non ha voluto compiere questo passo nel momento in cui ne ha avuto la possibilità, quindi posso pensare che o non avesse fiducia in questa persona o non avesse fiducia nella sua stessa volontà di vivere una relazione vera (e per relazione intendo un rapporto di qualsiasi tipo, di amicizia, di amore…).
Lei dice di soffrire, ma si interroghi sul motivo della sua sofferenza. Soffre per questa persona (che potrebbe anche non esistere), soffre perché non ha più un interlocutore confidente (che poi, in fondo, chattare con uno sconosciuto è un po’ anche parlare a se stessi) o perché faatica ad avere relazioni reali?
Cosa può fare per staccarsi da lui? Esca, viva, provi ad iscriversi ad un corso di ballo, di cucina, o qualsiasi cosa le piaccia fare. Frequenti persone reali e cerchi di capire quali siano i suoi reali progetti.
Cari saluti,
dott. Claudia Praderio

Dott.ssa Claudia Praderio Psicologo a Torino

9 Risposte

5 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Manu,
le relazioni on line sono difficili da creare e gestire, si rischia di illudersi o comunque di avere riscontri negativi. Il rischio di dipendenza è sempre piuttosto elevato. Occorre creare legami concreti e reali, sperimentando l'altro. Nello specifico cosa rappresenta questa relazione? Soddisfa i propri bisogni emotivi? Se la risposta è negativa le consiglierei di rivolgere la sua attenzione verso altri tipi di relazione. Se permane ancora la difficoltà, un percorso di counseling potrebbe sicuramente essere utile.
Cari saluti
dr.ssa Donatella Costa (Brescia e provincia)

Dr.ssa Donatella Costa Psicologo a Rezzato

2542 Risposte

2113 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Salve Manu,
Concordo con quanto detto dal collega. Forse avrà idealizzato la figura di questo ragazzo tanto da investire dei sentimenti in questa conoscenza che non sono ricambiati. Se questo stato di malessere persiste le suggerisco di rivolgersi ad un professionista che la aiuterà a conoscersi e a risolvere il problema. Cordiali saluti

Dott.ssa Nigri Emanuela Psicologo a Ceglie Messapica

1 Risposta

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Salve cara Manu,
comprendo questa sua sofferenza. In merito a inviterei a riflettere sulla natura di questo legame. Comprendo cosa sta rappresentando per lei, però credo sia qualcosa di più mentale e virtuale che reale, nonostante le confidenze di cui parla, le quali virtualmente accadono più velocemente e facilmente, però veloce alla stessa maniera, avviene la rottura. La inviterei a riflettere su quali tipi di legami lei desidera instaurare nella sua vita e che progettualità vorrà per il suo futuro. Valuti anche il comportamento di questa persona non solo ciò che sente.
Resto a disposizione,
Dott.ssa Valeria Alescio

Dott.ssa Valeria Alescio Psicologo a Vittoria

19 Risposte

10 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia di coppia

Vedere più psicologi specializzati in Terapia di coppia

Altre domande su Terapia di coppia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 20850 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 16100

psicologi

domande 20850

domande

Risposte 80600

Risposte