Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

Insonnia

Inviata da Gennaro Gargiulo il 3 giu 2016 Insonnia

Salve a tutti, da qualche settimana la sera a letto mentre sto per addormentarmi, quando sento di iniziare a prendere sonno, mi desto, mi sveglio e così avanti per diverse ore fino a crollare.
Ormai la mia mente si è abituata a questo meccanismo in automatico.
Come posso fare ad ingannare la mente? Penso a questo circolo ogni sera.
Grazie in anticipo


.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Buon pomeriggio Vincenzo,

solitamente i disturbi del sonno e i problemi di addormentamento sono legati alla difficoltà a gestire lo stress.

Quando la luce cede il passo al buio, ecco che non riusciamo a separarci dalle tensioni che ci hanno accompagnato durante la giornata.
Questioni affettive, lavorative, finanziarie ci chiedono prepotentemente spazio nel nostro letto e noi glielo lasciamo!

Abbiamo bisogno di rimanere vigili, sentiamo il bisogno di continuare ad esercitare il nostro controllo e intanto le ore passano e sopraggiunge un nuovo giorno,

Sarebbe importante capire cosa le procura tensione in questo motivo della sua esistenza e provare a individuare, magari con l'aiuto di un collega, quali sono le sue risorse per affrontarla.

Di grande aiuto, nei disturbi del sonno, risultano essere le tecniche del trening autogeno che lavorano soprattutto sul respiro, ma anche sulle capacità di visualizzazione.

Anche la meditazione risulta essere un valido alleato, essa infatti ci permette di rilassare la mente e di ridurre l'interferenza del vociare continuo dei nostri pensieri, alleviando i sintomi dello stress, e migliorando la qualità della vita.

Certo anche in quest'ultimo caso sarebbe importante, almeno per i primi tempi, farsi seguire da una persona seria e competente!

Anche l'effetto paradosso del "cercare di rimanere svegli" spesso aiuta!

Direi che l'ideale, in questa fase, sarebbe provare a mettersi in ascolto di se stesso, ponendosi in maniera accogliente verso il "sintomo" che ci descrive, nonostante la stia mettendo duramente alla prova; probabilmente sta cercando di mandartle un segnale e allora perché non provare a leggerlo, magari con l'aiuto di un esperto?

Auguri,

cordiali saluti.

Dott.ssa Patrizia Borrelli

Dott.ssa Patrizia Borrelli Psicologo a Milano

72 Risposte

219 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Guardi....la sua ipotesi è validissima, può essere benissimo che la sua mente si sia abituata a questo tipo di cicli sonno-veglia.
In questo caso, per prendere in giro" la mente, può essere efficace andare a dormire ad un'altra ora ed in un altro letto.
Prima di attribuire il tutto a cause psicologiche, le consiglierei un visita neurologica, perché esistono disturbi organici che danno lo stesso sintomo, principalmente la depressione.

Anonimo-157342 Psicologo a Montebelluna

554 Risposte

386 voti positivi

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Vincenzo,
lei in realtà fornisce poche informazioni su quella che ha già deciso essere una insonnia.
Non ci riferisce se per caso nelle ultime settimane ha cambiato abitudini e orari modificando la sua igiene del sonno.
Nulla sappiamo riguardo ai suoi risvegli: se quando avvengono si trova a rimuginare su qualcosa in particolare o se prova particolari sensazioni che può ricondurre a parti fisiche del suo corpo.
Nulla sappiamo relativamente alla situazione che lei sta vivendo in questo momento: se ci sono situazioni di ansia o stress, qualcosa relativo alla vita affettiva, familiare o lavorativa che la preoccupa in qualche modo più del solito.
Provi a fare il punto: ci possono essere abitudini o situazioni subentrate che potrebbero essere la causa di tutto ciò.
Saluti
Dott.ssa R.Pranzo

Anonimo-146760 Psicologo a Torino

28 Risposte

12 voti positivi

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Buonasera Vincenzo.
In primis mi sentirei di chiederle: ha difficoltà a risvegliarsi? Le capita di sentirsi stanco durante la giornata? Quante ore riesce a dormire durante la notte? Quanto questo problema incide sulle attività di vita quotidiana?
Il mio parere è che "aggirare la mente" non è un modo efficace per risolvere quello che chiaramente lei avverte come un problema. I disturbi del sonno, in questo caso l' insonnia (da indagare poi nello specifico), possono essere sintomatici di altri aspetti. È probabile che qualcosa nella sua vita stia cambiando, qualcosa che comprende la sfera emotiva e/o affettiva. Potrebbe iniziare un percorso di sostegno psicologico e/o terapia per approfondire l' analisi di questi comportamenti al fine di arrivare al superamento di tali problematiche.
La saluto cordialmente e le faccio i miei più sinceri auguri.
Dott.ssa Fabrizia Tudisco

Dott.ssa Fabrizia Tudisco Psicologo a Como

503 Risposte

944 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Vincenzo,
La sua difficoltà legata all'addormentarsi e al mantenere un sonno ristoratore può implicare che non riesce a lasciare andare o a gestire qualcosa che le capita durante il periodo di veglia. Per riuscire a risolvere in modo definitivo il problema ha quindi da comprendere i motivi per i quali non riesce ad abbandonare pensieri durante la fase notturna. Inoltre, da quello che scrive, comprendo anche che ora si É creato un circolo vizioso tale per cui la preoccupazione di non riuscire ad addormentarsi e a mantenere il sonno comportano poi in effetti l'insonnia conseguente. Quindi come primo passo le consiglio di andare presso qualche erboristeria o farmacia e prendere delle compresse di semplice valeriana che potranno aiutarla a rilassarsi e successivamente consideri l'ipotesi di intraprendere un percorso di psicoterapia così da comprendere come mai in questo momento della sua vita qualcosa dentro di sé la porta a rimanere sveglio e vigile.
Cordialmente
Dott.ssa Anna Gallucci
Psicologa - Psicoterapeuta
Vicenza

Dott.ssa Anna Gallucci, Psicologa - Psicoterapeuta Psicologo a Vicenza

126 Risposte

69 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Vincenzo,
quando non si riesce a prendere sonno nonostante la stanchezza, è evidente che alla base vi sia una problematica legata a forse a qualche vicenda emotivo-affettiva o riguardante il lavoro. Per questo motivo sarebbe importante per lei , prendere contatto con uno psicoterapeuta per mettere quantomeno a fuoco , i motivi che possono aver causato il disagio che lamenta , per elaborarli e possibilmente, per apprendere una tecnica di rilassamento che le consenta di "staccare la spina". Il training autogeno si è rivelato nella mia pratica clinica uno dei migliori strumenti atti a favorire un riposo adeguato, andando a disattivare quella parte del sistema nervoso preposto al mantenere "alta la guardia "(il sistema nervoso autonomo simpatico), e ad attivare invece quella che favorisce la serenità e la calma (il sistema nervoso autonomo parasimpatico). Si affidi con fiducia ad uno psicoterapeuta in grado di abbinare queste due modalità di intervento e le assicuro che non tarderà a riscontrarne gli effetti positivi.

Cordiali saluti

Dott.ssa Giuseppina Cantarelli
Psicologa-Psicoterapeuta
Psicoanalista Junghiana
Parma

Dott.ssa Giuseppina Cantarelli Psicologo a Parma

191 Risposte

639 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Salve Vincenzo,
ciò che descrive è un tipico indicatore del circolo vizioso dell'insonnia. Nel suo caso il problema sembra avere un esordio abbastanza recente, si potrebbe quindi trattare di un breve periodo di insonnia acuta (legata ad esempio ad un periodo particolarmente stressante o ad un cambio di abitudini) che scomparirà da solo. Se ciò non dovesse accadere, potrà consultare un esperto per un trattamento adatto al caso. Ad oggi, il trattamento di prima scelta per l'insonnia è la terapia cognitivo comportamentale per l'insonnia (CBT-I: Cognitive Behavioural Therapy for Insomnia). Resto a disposizione per ulteriori informazioni.
Cordialmente,
Dott.ssa Michela Corrias

Dott.ssa Michela Corrias Psicologo a Roma

2 Risposte

2 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Caro Vincenzo,
Non credo sia facile ingannare la mente. Forse dovrebbe focalizzarsi su qualche motivo che la disturba e la rende particolarmente agitato durante la notte. C'è qualcosa che preoccupa? Analizzi il problema è cerca di non aggirarlo perché altrimenti ritorna sempre.

In bocca al lupo

Dott.sa Leone

Dott.ssa Morena Leone Psicologo a Bari

13 Risposte

13 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Vincenzo, sarebbe utile sapere se quando è successo la prima volta ci fosse un motivo particolare, oppure un pensiero che la preoccupava particolarmente. E se questo eventuale pensiero persiste ancora oggi oppure no.
Si sa, la mente non dorme mai, e anzi ci fa stare svegli anche controvoglia!
Credo quindi che prima capirà come mai è iniziato questo "automatismo" e prima riuscirà ad arrestarlo.
Un saluto,

Dott.ssa Elisa Paterlini

Dott.ssa Elisa Paterlini Psicologo a Carpi

32 Risposte

9 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Salve. Per i problemi legati alla insonnia è molto utile imparare la tecnica del training autogeno e le tecniche di rilassamento. A disposizione per chiarimenti. Cordiali saluti. Dott.ssa Pulvirenti

Dott.ssa Carmela Pulvirenti Psicologo a Catania

32 Risposte

27 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Insonnia

Vedere più psicologi specializzati in Insonnia

Altre domande su Insonnia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 19900 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 15750

psicologi

domande 19900

domande

Risposte 79400

Risposte