Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

Insicurezza , ansia e gelosia ingestibili.

Inviata da Giulia il 1 ago 2018 Ansia

Buonasera, sono una ragazza di 20 anni e ho una relazione da circa un anno ; per la prima volta mi sento realmente coinvolta e (anche se non ne parlo con il mio fidanzato) questa relazione è ormai diventata il centro della mia vita e la cosa su cui investo principalmente. Tuttavia vivo costantemente in uno stato di ansia e gelosia ,oltre che di paura dell'abbandono, che non mi permette di vivere come vorrei nè l'età che ho nè la mia bella relazione che da tanto aspettavo ma che ora che ho mi sento sfuggire dalle dita per colpa mia. Ultimamente questa gelosia e sensazione di instabilità mi ha portato a non vivere più nulla con serenità , in nessun ambito , dai rapporti familiari a quelli di amicizia. Questo rapporto di estrema concentrazione su una persona non è qualcosa che mi appartiene nè qualcosa che la persona con cui sto mi richiede , la paura però mi sta ossessionando e quando non sono con lui vivo nella ossessione vera e propria che lui non sia con me perché non mi vuole o perché c'è l'ha con me. Sono in uno stato di confusione e di ansia che non mi permette di vivere bene nulla nella mia vita e so che probabilmente sto accusando la cosa sbagliata : la mia relazione , mentre in realtà è solo una questione con me stessa che si è palesata in maniera più forte nel momento in cui io, persona che non si è mai esposta, lo ha fatto per la prima volta. Sono ben consapevole di quanto sia deleterio il mio comportamento ma non passa giorno in cui io non sia concentrata su queste sensazioni negative che ho.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Cara Giulia,

Lo hai scritto chiaramente: “ho paura”. Quanto pensi che pesi il fatto che tu ti senta per la prima volta ‘realmente coinvolta’, che questa relazione è ormai diventata il ‘centro della tua vita’ e che da molto tempo desideravi una storia come questa? Nonostante la confusione emozionale che stai vivendo, emerge però da ciò che ci hai scritto che tu hai avuto la capacità di leggere molto bene la tua ansia e gelosia come una reazione alterata rispetto alla realtà che stai vivendo. Dunque su queste basi puoi ricorrere a cambiare qualcosa nel tuo atteggiamento che ti consenta di redistribuire il peso di questa relazione col resto della tua vita, e allo stesso tempo potresti adoperarti per non alimentare tutti quei pensieri che ti portano a creare ed alimentare vere e proprie reazioni ossessive. Coraggio!!!

Dott. Edoardo Guerrieri Psicologo a Empoli

13 Risposte

17 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Buona sera a Lei, cara Giulia, Lei ha ben ragione a dire che questo doloroso vissuto ha le Sue cause in problematiche inconsce centrate sul tema dell'abbandono.
Così come ha ragione nel dire che questa relazione è stata l'evento scatenante della riattivazione di angosce profonde e risalenti alla Sua più remota storia personale.
E' assai difficile risolvere questa situazione senza l'aiuto di un bravo psicoterapeuta ad orientamento psicodinamico. Ma ho la sensazione che ciò non dovrebbe richiedere un lungo percorso psicoterapeutico.
Ed è questo il suggerimento che Le do.
Io naturalmente resto a Sua disposizione e le porgo un caro saluto.
Dr. Marco Tartari, Roatto Asti

Dott. Marco Tartari Psicologo a Roatto

714 Risposte

417 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Giulia certo, questo riguarda la tua autostima e la tua identità, chi sei e chi vuoi diventare davvero. Occorre comprendere quali sono le tue paure le tue insicurezze da cosa derivano davvero e trasformare le tue emozioni cosi da darti più sicurezza e pienezza di te. Anche attraverso la tecnica dell EMDR. Sono a disposizione per informazioni e per chiarire qualsiasi dubbio. Buona giornata

Dott. Davide Milanese Psicologo a Tortona

194 Risposte

56 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Cara Giulia, in genere chi non si ritiene abbastanza amabile o desiderabile e' facile che abbia timore dell'abbandono o di essere sostituita.
Il quadro e' accompagnato da una sensazione di essere inadeguata, di evitamento e tristezza.
Ovviamente e' solo una ipotesi.
Ti occorrerebbe un consulto con uno psicoterapeuta, ma tranquilla, se ne puo' uscire.

Anonimo-157342 Psicologo a Montebelluna

554 Risposte

385 voti positivi

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Buongiorno Giulia, come hai scritto anche tu nella tua richiesta, è molto probabile che il tuo stato emotivo dell’ultimo periodo sia dovuto a qualche tua insicurezza interiore e personale che non ti consente di vivere con la tranquillità che desideri le tue relazioni e i tuoi rapporti con le persone a cui vuoi bene.
A volte un sostegno psicologico può aiutare a fare chiarezza rendendo più semplice affrontare i propri stati emotivi e le proprie difficoltà interiori.

Ti mando un saluto e resto a tua disposizione

Dott.ssa Margherita Benni Psicologo a Milano

42 Risposte

11 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Ansia

Vedere più psicologi specializzati in Ansia

Altre domande su Ansia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 19850 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 15700

psicologi

domande 19850

domande

Risposte 79250

Risposte