Inquietudine costante

Inviata da Mirca · 12 giu 2015 Autorealizzazione e orientamiento personale

Il mio ragazzo dice che ha un'inquietudine dentro che gli fa sentire che nulla gli basta mai e che vuole sempre di più. Sta cercando il successo con la scrittura e questo ora è il centro del suo mondo, ma dice che comunque se anche lo raggiungesse sarebbe dentro comunque da capo. E' chiaro che questo modo di ragionare e sentire si presenta anche nell'amare. Come affrontare questa inquietudine e perchè va proprio affrontata? Ho cnosciuto diversi uomini che si alimentavano di questa corsa infinita, e in un certo senso risulta anche costruttiva professionalmente, perchè è un motore sempre accesso; però non è il suo caso. Nel suo caso questa inquietudine non è costruttiva ma distruttiva, bloccandolo ad esempio nel nostro rapporto come nella scrittura. Grazie

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 12 GIU 2015

Cara Mirca,
lei si chiede se questa inquietudine va affrontata, ma credo che già lei si sia data una risposta: ovviamente sì, questo malessere che blocca il suo fidanzato sia nella scrittura sia nella relazione, va affrontata soprattutto perchè sta distruggendo anche il vostro rapporto e anche lei inizia a sentire la stessa inquietudine che la spinge a chiedere aiuto per poterla affrontare. Il consiglio che posso darle e di incoraggiarlo anche a fare altre attività e, per quanto possibile, di permettergli di raggiungere quotidianamente dei piccoli obiettivi che potrebbero servire a migliorare la sua attuale insoddisfazione.
Cari saluti
Dott.ssa Carla Francesca Carcione

Dott.ssa Carla Francesca Carcione Psicologo a Capo d'Orlando

263 Risposte

414 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

14 GIU 2015

Gentile Marca, su di te che effetto ha questa inquietudine? Dicevi che e' una caratteristica che hai riscontrato anche in altre tue vecchie conoscenze. Non e' un caso. Credo tu debba approfondire questa considerazione.
Cordiali saluti
Dott. Alessandro Bertocchi (Bologna)

Dott. Alessandro Bertocchi Psicologo a Bentivoglio

93 Risposte

147 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

14 GIU 2015

Buongiorno,
proprio perchè è una inquietudine non costruttiva il suo partner dovrebbe affrontarla, esplorarla, nasce da dentro da un vuoto il non essere mai soddisfatto!!

Psicologia E Benessere Psicologo a Roma

311 Risposte

210 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

13 GIU 2015

Cara Mirca, ti stai prendendo a cuore il caso del tuo compagno ma per te è molto difficile perchè la questione ti coinvolge emotivamente giacchè questa suo agire tu lo percepisci anche nella vostra relazione. Questo malessere potrebbe essere risolto con una psicoterapia ma in questo caso è fondamentale la motivazione e quindi quanto lui desidera affrontare la questione e se ha interesse nel farlo. Altresì bisogna capire la tua sofferenza e il tuo disagio cosa fa star male la tua persona e come ti senti con lui in questo momento. Se ritieni utile affrontarlo con lui potresti coinvolgerlo in una terapia di coppia. Per qualsiasi chiarimento sono a disposizione.
Cordialmente
Dott.ssa Rosas Maria Giovanna

Dott.ssa Maria Giovanna Rosas Psicologo a Como

19 Risposte

21 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

12 GIU 2015

Cara Mirca,
questa inquietudine di cui parla sembra non essere costruttiva come già sottolineava lei nella sua e-mail. Se in lui prevalgono emozioni negative, una sensazione di disagio nell'affrontare eventuali insuccessi, potrebbe essere utile per lui parlare con uno psicologo.
Cordiali saluti
Dott.ssa Elena Moretti

Dott.ssa Elena Moretti Psicologo a Vallecrosia

59 Risposte

48 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

12 GIU 2015

Cara Mirca,
ho l'impressione che questa inquietudine sia timore di avere successo e raggiungere dei risultati. Scrive, infatti, che il suo ragazzo non sfrutta l'inquietudine come un motore all'azione e resta bloccato, ripetendosi che ogni risultato non sarebbe abbastanza.

Provi a parlare con lui dei sui momenti di successo e dei suoi momenti di fallimento e, se noterà in lui tristezza, rassegnazione e senso di impotenza, potrebbe suggerirgli qualche incontro con uno psicologo per riorientarsi e acquisire fiducia.

Un saluto
Dott.ssa Francesca Fontanella

Dott.ssa Francesca Fontanella Psicologo a Rovereto

1030 Risposte

2064 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Autorealizzazione e orientamiento personale

Vedere più psicologi specializzati in Autorealizzazione e orientamiento personale

Altre domande su Autorealizzazione e orientamiento personale

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 24150 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 17050

psicologi

domande 24150

domande

Risposte 86850

Risposte