Innamorata del mio psicologo non faccio altro che pensarlo

Inviata da Natascia · 25 giu 2015 Orientamento professionale

Buongiorno, o finito la mia terapia con lo psicologo, e mi sento più vuota. Non faccio altro che pensarlo.leggere il suo nome sul telefonino. E sperare magari di incontrarlo quando sono in giro. Non posso più continuare la terapia nemmeno con un altro/a psicologo/a. Credo di essermi innamoratA. E non so come superare questa cosa. Grazie in anticipo

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 25 GIU 2015

Cara Natascia,
la sensazione di svuotamento che sta provando è legata all'abbandono e al lasciare una persona con la quale si è instaurata una relazione significativa.

Non si tratta di amore passionale, ma, piuttosto, di un legame profondo, di condivisione di sè, in cui si è avuta l'esperienza di avere a fianco una persona che ha fatto da testimone ai propri cambiamenti, incoraggiandoli e supportandoli.

Uno psicologo disse: "La terapia finisce, ma la relazione resta".
Questo significa che le emozioni positive che ha sperimentato nella relazione terapeutica restano con lei.

Se ne sente il bisogno, contatti il suo psicologo per informarlo della sua fatica nel distacco. Saprà accompagnarla alla vita.

Un caro saluto
Dott.ssa Francesca Fontanella

Dott.ssa Francesca Fontanella Psicologo a Rovereto

1030 Risposte

2063 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

26 GIU 2015

Buonasera Natascia,

quella che ci riporta è una dinamica che accade molto spesso in terapia, sia in fase conclusiva sia durante la terapia stessa...frutto del famoso "trasnfert" di cui probabilmente avrà sentito parlare. Come le mie colleghe hanno già anticipato, la relazione con il terapeuta è molto potente e in alcuni momenti emotivamente molto intensa, e proprio perchè è prevedibile che ciò accada durante un percorso terapeutico è lo psicoloogo stesso che fa in modo che questa, in itinere, non vada a ledere i progressi fatti e gli obiettivi raggiunti.

Io le suggerirei di affrontare questo tema con il suo ex terapeuta. Non so da quanto tempo avete terminato, ma se non riesce da sola a lasciarselo alle spalle probabilmente qualcosa della terapia è rimasto inconcluso.

Dott. Guglielmo D'Allocco Psicologo a Caserta

26 Risposte

14 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

26 GIU 2015

Cara Natascia, ho la sensazione che ci siano delle cose importanti che non ha detto al suo terapeuta. Come se la terapia non fosse ancora terminata. Lei dice che non può continuare la terapia ne' con il suo ex terapeuta ne' con uno nuovo. La invito a riconsiderare una di queste due opzioni. Non abbia paura di parlare dei sentimenti che prova verso il suo terapeuta perché questo, sebbene molto faticoso, può rivelarsi terapeutico in modo decisivo. Resto a disposizione per ulteriori domande. Un sincero in bocca al lupo. Dott. Massimo Perrini - Psicologo Psicoterapeuta Psicoanalista Relazionale a Roma.

Dott. Perrini Massimo Psicologo a Roma

86 Risposte

143 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

26 GIU 2015

Carissima,
la terapia non è ancora finita perché non è stato liquidato il 'transfert'. Del resto tocca a te parlarne con il tuo terapeuta per continuare insieme il vostro percorso e concludere armonicamente il rapporto senza intaccare la relazione. Cercare altri non ha nessun senso se non concludi il 'viaggio' con lui. Sarà la fase più importante di tutta la terapia e non va lasciata in sospeso.Se hai bisogno di ulteriori chiarimenti, io ci sono. Auguri
Dott.ssa Carla Panno
psicologa-psicoterapeuta

Dott.ssa Carla Panno Psicologo a Milano

1057 Risposte

644 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

25 GIU 2015

Gentile Natascia,
la relazione che si viene ad instaurare con un terapeuta è una relazione di fiducia, una relazione nella quale ci si apre e ci si pone nella condizione di essere vulnerabili, nella quale ci si trova di fronte un professionista empatico, capace di accogliere, sostenere, contenere, spronare senza giudizio. è una relazione forte ed intensa della quale inevitabilmente si sente la mancanza a chiusura di un percorso. Si fermi, provi a ritornare su di sè, si conceda il tempo di metabolizzare la chiusura e di capire cosa questa relazione ha significato per lei.

Cordiali saluti,
Dott.ssa Stefania Valagussa

Dott.ssa Stefania Valagussa Psicologo a Concorezzo

251 Risposte

1038 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

25 GIU 2015

Cara Natascia, lo psicologo rappresenta per il paziente la persona che per tutto il percorso terapeutico da supporto, fiducia, interesse e accoglienza, è naturale, pertanto, che lei, ora, a fine terapia, avverta una sensazione di vuoto.
Lo psicologo ha rappresentato per lei il genitore amorevole, l'obiettivo da raggiungere, il partner ideale. Accade quasi sempre, perché è la persona nelle cui mani si mette la propria vita.
Probabilmente questa sensazione di vuoto le fa credere di avere un'infatuazione per lui, di non poter vivere senza. Le passerà e si accorgerà col tempo anche dei miglioramenti che la terapia le ha apportato e che ora non avverte perché è concentrata su questa perdita.

Cari saluti.
Dott.ssa Annalisa Iovane

Dott.ssa Annalisa Iovane Psicologo a Roma

138 Risposte

109 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Orientamento professionale

Vedere più psicologi specializzati in Orientamento professionale

Altre domande su Orientamento professionale

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 24050 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 17000

psicologi

domande 24050

domande

Risposte 86700

Risposte