Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

Innamoramento non transfert secondo me

Inviata da Alessandra il 9 gen 2017 Psicologia risorse umane e lavoro

Chiedo già scusa per gli eventuali errori ma non sono Italiana. E ringrazio gli sperti chi mi risponderà.
Cercherò di riassumere senza lasciare trascurare qualche informazione utile.
Sono stata dal psichiatra per forte crise di panico, ansietà, disturbi del sonno, stress al lavoro ecc. Ero al parcheggio quando gli ho visto per la prima volta e subito sono rimasta travolta senza nemmeno sapere che era lui il medico... quando ero in sala d'attesa e ho saputo mi sono subita trovata in imbarazzo visto le mie condizione (all'epoca con il problema ero stravolta e trascurata). La prima visita è stata subito molto piacevole, lunghissima, lui molto educato e inteligente (ha molte caratteristiche che mi piacciono in un uomo) e subito sono uscita di lì che ero già un'altra persona, attratta da lui fisicamente e anche di quello che ho potuto sentire del suo carattere. Ho fatto tutto quello che mi diceva, fatta terapia frequente e con farmaci e ho affrontato cose che in quel periodo sembravano impossibile e tutto sempre pensando anche a lui... e a come gli piaceva come raccontavo i traguardi e come stavo bene. E con questo ero sempre più consapevole del mio innamoramento (premetto a dire che non sono una bisognosa di affetto o di sesso sono abbastanza matura in questo punto). Il problema è che dall'inizio cerco informazioni su questo mio sentimento e sento sempre la parola transfert! Ma non sono d'accordo. Magari sbaglio ma come posso innamorarmi di lui come medico, persona che mi aiuta ecc se già prima di tutto questo ero già colpita?! Per me sono innamorata. Poi il problema oltre a questo è il fatto che sento da lui qualcosa di recíproco, ma subito dall'inizio! Il modo che mi parla... mi fa troppi elogio, comenti su mio abbigliamento, capelli ecc (tengo a precisare che dall'inizio sapendo dei miei sentimenti e sentendo qualcosa da lui ho sempre cercato di non mostrarmi tropo e nemmeno essere seducenti, ero la paziente anche se dentro mio cuore si scioglieva) questo X cercare di curarmi, non affettarne la terapia e distrazione e perché non voglio essere la classica paziente che cerca di constringere il medico a andare oltre alla etica. Ma sta diventando sempre più difficile, sto già abbastanza bene dal punto di vista clinico e pure lui non diminuisci le sedute di psicoterapia, sembra voler sempre vedermi, trova ogni soluzione e spazio nella agenda. Sono arrivata al punto che non ho più niente da dire e lui che chiedi mille cose, piuttosto parla di altre cose ma non mi lascia andare... fa sempre lunga.
E se avete capito tutto quanto e al quanto sono confusa vi chiedo... so che devo parlagli... ma la cosa è molto imbarazzante! Non so se parlo dei miei sentimenti o dei suoi e della terapia che sento sia persa il fuoco.
E se caso mai il mio innamoramento e il suo forse vero e lui volessi qualcosa al di fuori ... la cosa è valida o mi farebbe male dal punto di vista clinico? (Non voglio stare male come prima, brutta sperienza)

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Cara Alessandra,
dal mio punto di vista sarebbe utile parlarne direttamente con lui in terapia, sia rispetto ai suoi sentimenti e le sue sensazioni, sia alla questione terapeutica in sé, quindi facendo il punto della situazione analizzando cosa è succeso e cercando di delineare i futuri passi da un punto di vista clinico.
Comprendo che questo possa non essere semplice, ma l'unico modo che ha per comprendere meglio la situazione, analizzarla ed elaborarla è proprio quello di condividerla e parlarne con il sul terapeuta.
Rimango a disposizione.
Cordialmente,

Annalisa Anni
Psicologa Psicoterapeuta Padova

Dott.ssa Annalisa Anni Psicologa Psicoterapeuta Psicologo a Padova

505 Risposte

916 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Psicologia risorse umane e lavoro

Vedere più psicologi specializzati in Psicologia risorse umane e lavoro

Altre domande su Psicologia risorse umane e lavoro

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 20200 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 15850

psicologi

domande 20200

domande

Risposte 80000

Risposte