Informazione sul percorso psicologico

Inviata da Veronica · 1 lug 2020

Salve, soffro di ansia depressione e stress cronico. Volevo sapere se con un aiuto psicologico ne posso uscire senza ricorrere ai psicofarmaci, se è possibile uscirsene con un aiuto psicologico come avviene il percorso cosa prevede? Vi ringrazio in anticipo per la risposta

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 3 LUG 2020

Cara Veronica, ansia ,depressione, stress cronico, e aggiungo probabilmente attacchi di panico, più o meno intensi, sono tutti sintomi di traumi subiti nella prima e seconda infanzia. Sono sorti nella realazione prima con la madre poi con il padre.
L'unico modo per affrontarli e risolverli è un percorso psicoterapeutico psicodinamico, insomma una psicoanalisi.
E' un percorso impegnativo e non breve, come tutti desidereremmo. Da cui il fiorire delle cosiddette terapie "brevi", che, a mio avviso, non risolvono il problema. So che la mia risposta è forse sgradevolmente franca. Ma non mi piace girare attorno al problema.
A te la scelta. Io sono in ogni caso a Tua disposizione.
Un caro saluto.
Dr. Marco Tartari

Dott. Marco Tartari Psicologo a Roatto

726 Risposte

435 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

3 LUG 2020

Buongiorno Veronica,
E grazie per il suo quesito.
Esistono molti approcci terapeutici e ognuno ha il suo 'protocollo'. Quello psicoanalitico si rivolge alla totalità della psiche: la parte conscia e la parte inconscia. Consiste nel parlare di sé senza tralasciare nulla: parlare del problema e anche delle cose che vanno bene. In fin dei conti queste ultime sono le più importanti! Le sedute sono cadenzate in modo che la coppia analitica al lavoro possa contare sulla presenza dell'altro a ritmo costante. Il risultato, graduale, sarà la capacità di riconoscere i propri stati d'animo e sciogliere i nodi autonomamente. A volte i farmaci aiutano le prime fasi della psicoterapia, quando per esempio la depressione è così forte che la persona non si alza dal letto, per poi venire tolti quando il benessere psichico aumenta. Ho risposto alla sua domanda?
Dott. Giuliana Gibellini, Psicologa - Psicoterapeuta, Specialista in Psicologia Clinica ad orientamento Psicoanalitico

Dott.ssa Giuliana Gibellini Psicologo a Carpi

109 Risposte

89 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

3 LUG 2020

Gentile Veronica,
è possibile affrontare l’ansia, la depressione, lo stress con un aiuto psicoterapeutico. Si inizia con un tempo di conoscenza e considerazione dei suoi vissuti, come si manifestano, da quanto tempo, la sua storia personale, evolutiva, tali aspetti permettono di valutare la profondità e valenza per poi considerare il tipo di lavoro terapeutico per lei necessario da intraprendere. Ogni persona è unica ed è importante procedere con la propria soggettività al fine di un lavoro sulla persona e non con un protocollo.
Una condizione che favorisce la terapia è la relazione col terapeuta, sentirsi a proprio agio nel parlare di se.
Rimango a disposizione
Dr.ssa Elisabetta Ciaccia

Dott.ssa Elisabetta Ciaccia studio di psicologia Psicologo a Milano

421 Risposte

123 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

3 LUG 2020

Carissima, il percorso da fare (io sono una cognitivo-comportamentale) dipende dall'indirizzo del terapeuta. Per l'ansia e depressione io faccio una decina di incontri su protocolli di validità internazionale che danno risultati. Ora, le mie sedute sono conloqui con qualche esercizio scritto.. Il percorso prevede una rielaborazione, come in tutte le terapie, dei propri pensieri, sentimenti, emozioni e paure.
Sono a disposizione per eventuale approfondimento on line.
Cari saluti.
Dott.ssa Barbara De Luca

Dott.ssa Barbara De Luca Psicologo a Catanzaro

439 Risposte

206 voti positivi

Fa terapia online

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

2 LUG 2020

In linea di principio è certamente possibile un percorso di cura che non preveda l'utilizzo di psicofarmaci. Molto dipende dall'impatto che i sintomi hanno attualmente su di lei. Se questo impatto dovesse renderle estremamente dolorose e faticose le giornate allora l'utilizzo del supporto farmacologico potrebbe essere un'opzione da valutare insieme allo specialista che la starà affiancando nel percorso di cura: oltretutto questo potrebbe essere un aiuto nel consente un proficuo lavoro psicologico, può essere infatti difficile lavorare su di sé mentre si è eccessivamente sofferenti. Ma ogni decisione verrebbe concordata con lei dopo valutazioni nella direzione di ponderare i suoi bisogni con i suoi desideri alla ricerca della scelta che meglio rappresenti entrambi. Oltretutto un elemento di discussione nel percorso decisionale sull'utilizzo o meno dei farmaci non potrebbe che essere il significato che l'assunzione del farmaco riveste per lei: è visto come un supporto? o viceversa come una stampella che comunichi la fastidiosa sensazione di non potercela fare da soli? come qualcosa di potenzialmente pericoloso che ci altera dall'interno? eccetera. Sulla base di tutti questi fattori lei potrà fare una scelta consapevole.

Riguardo cosa preveda il percorso con un professionista, per semplificare all'estremo: ad un colloquio conoscitivo iniziale ne seguono un numero variabile (a seconda della necessità che il caso specifico richiede) di raccolta anamnestica (la storia del paziente), di valutazione, e di ideazione di un piano terapeutico da condividere con il paziente (i punti principali su cui lavorare); quindi inizia il lavoro sui focus identificati. Tempi e modi dipendono dall'approccio teorico del professionista e dal caso specifico del paziente.

Dott. Antonino Puglisi Psicologo a Torino

57 Risposte

29 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

2 LUG 2020

Buongiorno Veronica. E' necessaria una valutazione della Sua specifica situazione per poterLe rispondere in modo professionalmente ed eticamente valido. In linea di massima, ansia, depressione e stress sono situazioni che possono essere certamente affrontate con una psicoterapia anche senza il ricorso a un farmaco; questo dipende però da tante variabili (severità, livello di impatto nella quotidianità, impegno e motivazione a rendersi parte attiva del proprio cambiamento, fattori di rischio, ecc). Il percorso psicologico prevede una prima valutazione, che dura lo spazio di uno-due colloqui, in cui esplicita la domanda e insieme al professionista valuta la possibilità di un percorso, stabilendone tempi, modi, obiettivi. Da li, dipende un pò dall'orientamento del clinico, ma tendenzialmente, affronterà temi di vita quotidiana, aprendo i contesti esistenziali in cui ritrova sofferenza, con compiti quotidiani e settimanali volti ad aprire possibilità d'azione e risolvere il problema. Contatti uno psicoterapeuta e provi questi primi colloqui, per avere un'idea più personalizzata del percorso. A disposizione, cordialità.

Dott. Daniel Michael Portolani Psicologo a Brescia

590 Risposte

420 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

1 LUG 2020

Gentile Veronica. Le consiglio di rivolgersi ad uno psicologo/psicoterapeuta che, in una prima fase, valuterà la sua problematica e le darà una diagnosi ed, in seguito, inizierà insieme a lei il percorso psicoterapico più adatto. Sarà sempre lo psicoterapeuta che valuterà la necessità di un consulto psichiatrico per un eventuale terapia farmacologica.
Saluti, dott.ssa Ferraro Francesca

Dott.ssa Francesca Ferraro Psicologo a Firenze

40 Risposte

20 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 22950 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 16600

psicologi

domande 22950

domande

Risposte 84300

Risposte