Infelicità coniugale

Inviata da Barbara. 30 apr 2019 5 Risposte  · Terapia di coppia

Sposata da 27 anni, fidanzata 8 anni, quindi 36 anni insieme, compagno di scuola dalle elementari... Si può dire che è una vita. Abbiamo 58 anni e siamo stati separati per alcuni anni a causa di una sua relazione e anche x alcuni miei tradimenti precedenti. Da un anno stiamo di nuovo insieme. Sono infelice e non provo più attrazione. Mi lega la famiglia, la tranquillità della condivisione, la compagnia e la figura di mio marito che è comunque colto, raffinato, intelligente e ancora di gradevole aspetto relativamente all'età. Già da ragazza non provavo molti stimoli sessuali nei suoi confronti, mi ritenevo fredda come donna e non me ne facevo un problema. Ho incontrato altri uomini con cui il sesso era molto più bello e ho capito che l'attrazione per lui era quasi nulla. Non ho mai pensato di lasciarlo perché mi sembrava un motivo poco valido x sfasciare una bella famiglia. Lo voglio bene ma non c'è amore. Lui non si è sentito amato e mi ha lasciato intraprendendo una relazione con un'altra. In quel periodo sono passata da una relazione all'altra ma senza impegno scoprendo il sesso veramente appagante. Non mi sentivo di intraprendere un'altra relazione stabile per vari motivi: 1)speravo che prima o poi tornasse mio marito 2) i figli ci avrebbero sofferto 3) non ho conosciuto nessun coetaneo interessante e senza 1000 problemi familiari 4) mi sono sentita attratta solo dai giovani. Infatti ho frequentato 30enni e anche più giovani ed uno in particolare si è innamorato e ha cercato in tutti i modi di stare con me in una relazione stabile. Io ci ho perso un po' la testa... Ma mio marito torna, io lo accetto e ricominciamo. Chiudo col ragazzo innamorato ma lo penso, lo desidero. Con mio marito 0 voglia di sesso, 0 emozioni, 0 entusiasmo. Ho perso quasi interesse nella vita e mi sembra di aver finito con le emozioni, con l'amore e con il sesso appagante. Vorrei viaggiare da sola, con le amiche, con il ragazzo a cui ho accennato. Proverei emozioni bellissime a passare una serata con lui, anche per una semplice cena. Con mio marito non ho stimoli e mi sento morta. Ma la vita è fatta di impegni quotidiani, di lavoro, di famiglia ecc di svaghi che mio marito mi propone. Con lui sto tranquilla, i figli sono contenti. Come potrei lasciarlo x barcamenarmi sola tra 1000 cose e senza la sicurezza che lui mi dà? Per inseguire un weekend con un ragazzo e fare sesso... Non avrei mai il coraggio di stare ufficialmente con questo 30enne e penso anche che ho 58 anni e non potrebbe durare, mi troverei sola come un cane tra breve e non ne vale la pena. Sto male, voglio vivere di emozioni ma non riesco proprio a buttare all'aria il matrimonio

donna , amore

Miglior risposta

Gentile Barbara,
Mi sembra di capire che lei cerca di aggiustare ogni volta la relazione con il proprio marito, ma non è soddisfatta, tuttavia questa relazione le fornisce sicurezza e tranquillità. D’altra parte le altre relazioni le danno vivacità e passione. Di conseguenza la scelta è tra ragione e sentimento, lei sceglie ragionevolmente la stabilità. Per avere una vita piena e stimolante però avrebbe bisogno di altro.
E’ come se il giocattolo fosse rotto, non aggiustabile ma lei non desidera cambiare.
Quindi credo lei abbia già dentro di se la risposta.
Cordialmente
Dr.ssa Donatella Costa

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Barbara,
penso che lei abbia capito che nella vita non si può avere tutto ed a volte è preferibile e conveniente accontentarsi di quello che si ha e magari anche valorizzarlo per non sentirsi dissociati soffrendo per la dissonanza emotiva e cognitiva.
D'altra parte anche se, come lei dice, non è stata mai attratta sessualmente da suo marito (che conosce dall'infanzia) lo ha scelto lei e gli ha pure riconosciuto diverse qualità positive.
Per di più, per una persona di 58 anni è oggettivamente improponibile (anche se comprensibile) provare attrazione e desiderio per un partner di 30 anni.
In conclusione, lei alla fine ha ragionato bene e deve solo fare uno sforzo di coerenza interiore possibilmente con l'aiuto di un percorso di psicoterapia.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

3 MAG 2019

Logo Dott. Gennaro Fiore Dott. Gennaro Fiore

6025 Risposte

16840 voti positivi

Cara Barbara, questo è l’eterno dilemma.....scelgo la libertà di fare quello che voglio e che mi appagherebbe o la tranquillità di una relazione fatta di affetti tiepidi ma stabile?
Nel mezzo è la virtù! Pur presa da 1000 impegni familiari, lei potrebbe ritagliarsi degli spazi nei quali fare quello che vuole e frequentare chi vuole..... sempre nel rispetto di una convivenza scelta! Auguri!

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

3 MAG 2019

Logo Dott.ssa Annalisa Lo Monaco Dott.ssa Annalisa Lo Monaco

547 Risposte

759 voti positivi

Gentile Barbara, il suo è un problema abbastanza classico, con le varianti del caso, cioè la lotta tra ragione ed emozioni. Sembra che lei abbia bisogno di una vita sessualmente molto intensa che questo si scontri con i limiti della quotidianità. Mi chiedo però che risposta si aspetterebbe da noi. Non possiamo certo prenderci la responsabilità di orientarla nella sua vita, con così pochi elementi poi! Credo, come la collega dr.ssa Noseda, che avrebbe bisogno di un suo spazio terapeutico per essere ascoltata e dipanare le sue emozioni. Qualche consiglio qui mi sembra che lascia il tempo che trova. Cordialmente
dr. Leopoldo Tacchini

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

2 MAG 2019

Logo Dott. Leopoldo Tacchini Dott. Leopoldo Tacchini

656 Risposte

274 voti positivi

Buongiorno Barbara,

nel suo messaggio sono presenti molti elementi e per poterla aiutare avrei bisogno di ulteriori elementi della sua vita e della relazione con suo marito. Penso che in questo momento non sia pronta a prendere nessun tipo di decisione, è troppo confusa e spaventata. Ha bisogno di uno spazio suo dove potersi sfogare, ascoltarsi e comprendere i veri bisogni.
Le consiglio di intraprendere un percorso psicologico, online o da un professionista della sua zona.
Resto a disposizione per eventuali chiarimenti, se vuole mi può scrivere.
Cordiali saluti
Dott.ssa Alice Noseda

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

2 MAG 2019

Logo Dott.ssa Alice Noseda Dott.ssa Alice Noseda

1314 Risposte

1047 voti positivi

Domande simili:

Vedi tutte le domande
come posso a prendere forza....

2 Risposte, Ultima risposta il 12 Settembre 2017