Indeciso tra due donne

Inviata da marco il 5 ago 2016 Autorealizzazione e orientamiento personale

Gent.mi,
mi chiamo Marco e ho un problema che mi affligge ormai da un anno e mezzo e non so decidere. Ho iniziato una relazione dodici anni fa con una collega sposata e con figli piccoli con la quale trascorrevamo la giornata al lavoro. C'è subito stata una grande affinità di sentimenti ed una forte attrazione fisica. Dopo il primo anno e mezzo dove si viveva in un mondo "ovattato" ad un certo punto è sorta in me l'esigenza di non accontentarmi di momenti di amore ma di voler vivere la relazione a 360° anche perché io nel frattempo continuavo a vivere la mia vita da single; il tutto con le mie rassicurazioni di prendersi il tempo che riteneva opportuno vista la situazione familiare complessa con figli piccoli. Nel frattempo io ero talmente innamorato che non mi guardavo neanche attorno nonostante avessi ragazze intorno a me con cui potevo instaurare una relazione.
In tutto questo c'è da dire una cosa importante: io non mi sono mai fidato completamente di Lei in quanto, a torto o a ragione, pensavo che quanto fatto al compagno poteva in seguito farlo a me. Per ben 11 anni resto ad aspettarla pazientemente senza forzarla nelle decisioni e vivendo di telefonate molte e rapporti fisici una volta la settimana. Mi accontentavo perché soffrivo la sua bellezza fisica ed ero totalmente in soggezione di lei. Senonchè dopo 11 anni incontro questa ragazza che inizia a mostrare maggior interesse verso di me. Una ragazza esuberante, altruista, sorridente e piena di vita. In qualche modo mi attrae e iniziamo a frequentarci anche perché ai suoi occhi sono libero. In verità ho sofferto questo concedermi perché sono una persona molto fedele però l'abbassamento di autostima e varie situazioni di vita che mi avevano colpito mi hanno portato a non rispettare i miei valori per cui inizio questa relazione. Ora dopo un anno e mezzo di vita doppia sono angosciato e distrutto perché sto facendo male a due persone. Non so cosa fare e chi scegliere? Da un lato l'amore lungo dodici anni che mi ha fatto soffrire non poco portandomi a questa situazione drammatica e che mi coinvolge passionalmente e fisicamente ma che mi ha lasciato tanto tempo in stand by e poi ad un certo punto come se avesse fiutato, ha deciso di separarsi e mi intima di trovare il coraggio di lasciare l'altra visto il nostro amore forte. Dall'altro una ragazza che è ignara di tutto, e che non dovrà mai sapere di questa cosa, che ha tutto quello che un uomo cerca in una donna. L'unico problema è che fisicamente pur essendo una bellissima ragazza non mi trasmette sensazioni. Scegliere la serenità di una vita con una persona meravigliosa con cui ho convissuto quest'anno e mezzo od optare per una persona con figli ormai diciasettenni che al contrario non conosco dal punto di vista della convivenza e che potrebbe nascondere tutta una serie di problematiche di vita familiare che sicuramente potrebbero anche distruggere il grande trasporto fisico che ci lega. Sono disperato passo da una soluzione all'altra in un batter di ciglia come anche di resettare tutto e partire da zero. Aiutatemi a capire. Vi ringrazio in anticipo. Marco

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Caro Marco, le relazioni affettive sono, o almeno dovrebbero essere, conseguenza di sentimenti ed emozioni, non di calcoli a tavolino.
Prova ad immaginare di perdere prima una, poi l'altra, e valuta il livello di sofferenza che ti provoca.

Emozioni Umane - Dott.ssa Papadia Psicologo a Montebelluna

554 Risposte

378 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Salve è interessante quanto lei abbia optato per uno stile di rinuncia infatti in entrambi i casi non può essere soddisfatto. Forse non sono entrambe la persona adatta? In base anche ai suoi bisogni attuali. Sembra sempre che l amore per lei porti a rinuncie. Si è mai chiesto se davvero voleva convivere con la donna sposata? Ma poi questa sembra non aver mai scelto di lasciare il marito. Quindi sembra che lei abbia da scegliere tra fare l amante e stare con una ragazza che poi non la attrae completamente.

Dott.ssa Silvia Rotondi Psicologa - Psicoterapeuta Psicologo a Roma

125 Risposte

39 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Autorealizzazione e orientamiento personale

Vedere più psicologi specializzati in Autorealizzazione e orientamiento personale

Altre domande su Autorealizzazione e orientamiento personale

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 19700 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 15250

psicologi

domande 19700

domande

Risposte 77200

Risposte