Indecisione tra medicina e giurisprudenza

Inviata da Gaia · 4 ago 2016 Orientamento scolastico

Lo so, sono due facoltà molto diverse, ma m’interessano entrambe. Fin da quando ero piccola l'interesse per medicina era forte,volevo diventare medico o ricercatrice. Negli ultimi tre anni invece ha iniziato ad aumentare l'interesse per Legge,in particolare per la figura del giudice antimafia e per diritto internazionale. Ora ho 19 anni, e tocca scegliere...ma sono bloccata. Entrambe mi piacciono ma ho paura. Venendo da un classico e non essendo particolarmente portata per le materie scientifiche, temo di non riuscire a portare avanti gli studi, mentre per Legge temo che il mio carattere eccessivamente timido posso essere un ostacolo per ciò che voglio fare. In più la scelta è così difficile perché sin da piccola ho sempre avuto un forte interesse per il lavoro del medico e in generale prendermi cura degli altri, e mi risulta ostico rifiutare così questa idea, nonostante forse sia più portata per lo studio della Legge, più umanistico. Spesso quando dico che sono indecisa tra due università così diverse le persone mi criticano, perché rispecchiano interessi totalmente diversi. Ma in realtà non è così. Io voglio studiare l'uomo, anche se da due punti di vista completamente differenti. Vi prego aiutatemi, perché questa indecisione mi porta ad un'ansia che non mi permette di ragionare lucidamente.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 4 AGO 2016

Salve Gaia, la sua indecisione è perfettamente comprensibile dal momento che la scelta della facoltà universitaria è molto importante per il futuro di ogni persona. Ovviamente soltanto lei può fare questa scelta. Il consiglio che mi sento di darle è di scegliere senza tenere in considerazione quelli che secondo lei sono i suoi limiti (non essere molto portata per le materie scientifiche, essere eccessivamente timida, ecc…) perché li può superare. Se è poco portata per le materie scientifiche e sceglie medicina, vorrà dire che si impegnerà di più e studierà di più per sviluppare le sue abilità. Se ritiene che la sua timidezza possa esserle di ostacolo, vorrà dire che se sceglierà giurisprudenza, oltre a studiare per gli esami universitari si impegnerà anche nel cercare di smussare questo suo lato caratteriale e nel cercare di utilizzarlo al meglio. Insomma, non pretenda di essere perfetta prima ancora di iniziare la carriera universitaria, nessuno lo è. Provi a immaginare se stessa tra qualche anno e pensi soltanto a quale lavoro sarebbe più gratificante per lei.
Buona fortuna

Dott.ssa Erica Tinelli Psicologo a Orte

234 Risposte

311 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

8 AGO 2016

Se sul piano emotivo, il gradimento, l'attrazione, le 2 facolta' ti sono equivalenti, allora passa al confronto sulle possibilita' di sbocco lavorativo, leggendo sulle statistiche istat, anche se ti posso gia' anticipare che le prospettive lavorative di un laureato in giurisprudenza sono molto al di sotto di un medico.
Ma c'è una terza componente che probabilmente decidera' al posto tuo: per entrare a medicina bisogna vincere la selezione di ingresso, 10 partecipanti per ogni posto disponibile in genere, cioe' il 90% di probabilita' di non entrare a medicina

Anonimo-157342 Psicologo a Montebelluna

554 Risposte

446 voti positivi

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Orientamento scolastico

Vedere più psicologi specializzati in Orientamento scolastico

Altre domande su Orientamento scolastico

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 28900 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 18300

psicologi

domande 28900

domande

Risposte 98900

Risposte