Incapacità di dire no

Inviata da asia il 6 giu 2013 Assertività

Non riesco a dire di no agli uomini che vogliono fare sesso con me. Ho 19 anni e ho avuto già più di 25 uomini.Sono malata?

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

buongiorno Asia
credo che più che focalizzarti sul fatto se sei malata o no, sia importante capire perchè non riesci a negarti agli uomini.
ti consiglio di consultare una psicoterapeuta per capire meglio quali siano i tuoi bisogni e i tuoi desideri. per mettere dei limiti dobbiamo conoscere!!

cordiali saluti
dott.ssa Manuela Vecera

Dott.ssa Manuela Vecera Psicologo a Torino

131 Risposte

140 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Asia,
lasciando perdere la diatriba sanità-malattia, dovresti chiederti innanzitutto se questo comportamento è per te piacevole o se, al contrario, ti crea sofferenza. In ogni caso, cerca di riflettere sulle possibili motivazioni che ti conducono al non negarti. Potrebbe rappresentare, questo, già un buon punto di partenza.
Saluti.

Dott. Nicola Simonetti Psicologo a Firenze

10 Risposte

7 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Cara Asia prova a chiederti come ti senti in questa situazione; se stai subendo e se stai soffrendo , oppure se per te non rappresenta un problema .
Da come descrivi la questione mi pare di capire che tu è come se ti sentissi in dovere di accettare le attenzioni sessuali maschili sia perché sei costretta a farlo dalle persone che incontri perché temi che rifiutandole loro possano reagire in qualche modo , come se offrirti a loro fosse l'unico modo di uscire dalla situazione. Se così fosse credo che sia opportuno per lei capire come mai si trova ad accettare in modo così passivo i rapporti sessuali . Dire di no vuol dire scegliere di vivere in modo sereno e soddisfacente i propri rapporti

un caro saluto

Dott. Giacomo Sella Psicologo a Roma

59 Risposte

70 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Asia,
dire di no (se cio è la sua volontà) rientra tra le cosidette abilità sociali che solitamente si apprendono presso lo studio di una psicologo. Di norma i terapeuti di orientamento cognitivo comportamentale puntano molto sull'apprendimento di abilità sociali per creare nelle persone la cd competenza sociale per vivere meglio e più soddisfatti di ciò che si fa difendendo pure i propri diritti interpersonali e mantenendo comunque buon rapporto con l'altro
dr paolo zucconi, psicoterapeuta e sessuologo comportamentale a udine

Dr. Paolo G. Zucconi (sessuologia clinica & Psicoterapia) Psicologo a Udine

1087 Risposte

1551 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Cara Asia,
io mi chiederei come prima cosa se questa situazione lei la subisce e quindi ne soffre, oppure se per lei non è un problema, questo mi sembra il primo ed indispensabile punto da mettere a fuoco.
Dal titolo del suo post sembrerebbe essere una situazione in cui lei si sente passiva, qualsi costretta ad accettare e a sottostare alle attenzioni sessuali maschili, se fosse questo il caso varrebbe sicuramente la pena intraprendere un percorso di approfondimento e comprensione della situazione per poterla cambiare in un modo che vada bene per lei, dal momento che la sessualità libera e serena è una parte molto importante della vita di ciascuno di noi.
un caro saluto

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Cara Asia,
non dici da quando hai iniziato ad avere rapporti sessuali e cosa provi dopo. Probabilmente il tuo dilemma si radica nel tuo passato infantile ed esplorando le esperienze di quella fase possono venire a galla le risposte.
Un saluto
dott.ssa Cristina Mencacci

Dott.ssa Cristina Mencacci - Psicologa Psicologo a Perugia

366 Risposte

162 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Cara asia,
provi a leggere "colloqui con i genitori" di Winnicott e "I no che aiutano a crescere" di Aisha.

Cordialmente,

Dr. Antonio Cisternino

Dottor Antonio Cisternino MDPAC Psicologo a Torino

481 Risposte

623 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Cara asia,
quando siamo bambini abbiamo bisogno nella relazione con i nostri genitori che essi ci insegnino a dire di no, come a dire di si. Molto probabilmente pur di farsi accettare o considerare lei non dice di no. Provi a rivolgersi a uno psicologo della sua zona per approfondire la sua situazione.

Cordialmente,

Dr. Antonio Cisternino

Dottor Antonio Cisternino MDPAC Psicologo a Torino

481 Risposte

623 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Cara Asia,
il problema nasce dal momento in cui fai qualcosa che non desideri fare e dalla tua mail mi sembra proprio questo il caso. Al momento non parlerei di malattia, ma sicuramente ti consiglio vivamente di seguire un percorso di psicoterapia che possa aiutarti a comprendere la tua difficoltà ad affermare la volontà di farti coinvolgere o meno un rapporto.
Saluti
Dott.ssa Mariella Genovese psicologa psicoterapeuta

Dott.ssa Mariella Genovese Psicologo a Reggio Calabria

44 Risposte

21 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Cara Asia,
cosa le serve sapere se è malata o no? Quello della malattia è una scusa per lei per deresponsabilizzarsi e per non cercare di capire il perchè dei suoi comportamenti? Dalle sue parole percepisco che questo comportamento inizia a non piacerle più e a starle un pò stretto. Se vuole cambiare può iniziare ad interrogarsi sul "vantaggio" che percepisce nel fare sesso con tanti uomini (si senta amata, si sente preziosa e unica?) e vedere se vale la pena di ascoltarsi di più e iniziare a dire di no se non le va di fare l'amore. In questo percorso di consapevolezza potrebbe trarre aiuto da un percorso psicoterapeutico per vedere la funzione che attribuisce al sesso e imparare a dire no (se è quello che veramente vuole!).
Un caro saluto
Dott.ssa Federica Cereatti

Dott.ssa Federica Cereatti Psicologo a Roma

20 Risposte

20 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Assertività

Vedere più psicologi specializzati in Assertività

Altre domande su Assertività

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 19650 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 15250

psicologi

domande 19650

domande

Risposte 77200

Risposte