Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

In che modo posso riprendere in mano la mia vita?

Inviata da Sergio · 27 mag 2016 Terapia familiare

Egregi psicologi,
Avrei tanto bisogno di parlare e di sfogarmi con uno psicologo della mia città, ma purtroppo per mancanza di denaro non mi è possibile, ed è per questo che mi affido a voi, nella speranza di ricevere un vostro parere professionale!
Mi reputo un ragazzo come tutti gli altri, eppure a 21 anni sono arrivato ad un punto di non ritorno nella mia vita a causa di mia madre e non so come uscirne (anche perché questa situazione fa male)!
Ho sempre fatto tutto ciò che potevo per renderla orgogliosa di me, eppure tutti i miei sforzi non sono mai stati ricompensati, portandomi spesso a considerare l'ipotesi di scappare di casa (scartata, dal momento che non sono indipendente economicamente)!
Non posso uscire liberamente (se gli amici mi invitano o vuole pedinarmi o mi proibisce di uscire), se esco da solo vuole sempre sapere cosa faccio, dove vado e quando torno, mi ha sempre tenuto in una campana di vetro impedendomi il contatto col mondo esterno che ho tanto cercato e bramato, mi rinfaccia costantemente tutti i soldi che spende per me facendomi sentire una nullità oltre che una persona che non merita nulla, non posso portare la macchina da solo, non posso spendere quei pochi soldi che mi guadagno facendo dei piccoli lavoretti perché vuole sempre sapere cosa ci faccio, quest'anno a causa di problemi ho anche paura di essere bocciato a scuola e non so come dirlo ai miei (e altri episodi che non menziono perché altrimenti allungherei troppo)
L'unico modo sarebbe trovare un lavoro, ma di questi tempi non se ne trovano!
Vi supplico, datemi dei consigli per riuscire ad impedire a mia madre di non rovinarmi la vita, perché non c'è la faccio più a continuare cosi!
Perdonate il mio sfogo, ma sento che rivolgermi a dei professionisti è la mia ultima chance di poter essere felice..

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 29 MAG 2016

Buonasera Sergio, mancano informazioni circa tuo padre. Anche lui ha una strategia di controllo nei tuoi confronti? Oppure, talvolta, lo senti più dalla tua parte? Oppure rimane in posizione difilata? Sappiamo che, in qualunque tipo di rapporto, la relazione viene "giocata" in due. Magari uno ha un ruolo più attivo e l'altro più passivo. Ti sei mai chiesto quale sia il tuo di ruolo rispetto al controllo rigido e pedissequo di tua madre? Questo è un controllo che, talvolta, ti è convenuto e ti ha portato dei vantaggi (concreti, emotivi, etc.)? Se sei arrivato al punto di non sopportare più questa situazione, credo, che sia avvenuto un qualcosa che ti abbia fatto capire (emotivamente) che così non si può più andare avanti: altrimenti avresti sopportato (bene o male) così come fatto finora. All'interno di un percorso terapeutico, credo, obbligatorio (e, come detto dalla collega, ci sono possibilità a prezzi accessibili), queste domande che ho fatto, insieme a tante altre, dovrebbero essere una bussola per cercare di attivare una diversa riflessività sia sul modo di comunicare all'interno della vostra famiglia (ribadisco che, anche se tuo padre avesse un ruolo defilato, quella sarebbe comunque una scelta, da parte sua, e comunicata abbastanza direttamente...) sia sulle tue strategie relazionali e percezioni emotive che senti non più in linea con il passato.
Buona fortuna,
dott. Massimo Bedetti
Psicologo/Psicoterapeuta
Costruttivista-Postrazionalista Roma

Dott. Massimo Bedetti Psicologo/Psicoterapeuta Psicologo a Roma

703 Risposte

1013 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

29 MAG 2016

Carissimo Sergio,
da ciò che descrivi la tua sembra una madre estremamente controllante che non vuole lasciarti libero. E' necessario che sia tu a sbloccare la situazione.
Penso che rivolgendoti ad uno psicologo potresti riuscire a trovare una soluzione.
Fai dei lavoretti e studi, penso che una parte potresti tenerli per te per un percorso, ci sono molti professionisti che attuano prezzi calmierati e in base alle esigenze del paziente, inoltre ci sono anche gli psicologi delle Asl o dei consultori, privati o pubblici,, che offrono servizi gratuiti o a prezzi molto accessibili.
Sei maggiorenne e puoi decidere senza rendere conto ai tuoi genitori.

A disposizione.
Un caro saluto

Dott.ssa Fornari Daniela

Dott.ssa Daniela Fornari Psicologo a Iseo

391 Risposte

430 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia familiare

Vedere più psicologi specializzati in Terapia familiare

Altre domande su Terapia familiare

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 21850 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 16200

psicologi

domande 21850

domande

Risposte 82350

Risposte