Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

Il mio ragazzo non è fisicamente molto attratto da me

Inviata da Mirca · 3 giu 2015 Terapia di coppia

Io e il mio ragazzo stiamo assieme da un anno. Come ogni coppia all'inizio molta più sessualità rispetto ad oggi, ma anche e soprattutto feeling mentale, tantissimo dialogo, e tanta vibrazione reciproca per le persone che siamo. Oggi dopo un anno lo facciamo 1 volta ogni 5-6 giorni. E spesso la sensazione che ho è che non sia io ad eccitarlo, ma che venga a letto già eccitato dalla visione di video, ecc. Quando è da solo spesso guarda video e si masturba anche 2 volte di seguito. L'ho conosciuto che si era rinchiuso in casa a masturbarsi, anche 4-5 volte al giorno, con compulsività. Usciva fuori da una storia dove aveva sofferto tantissimo, e dove con lei l'eroticità era 10, e tutto il resto cinque (era femminilissima e bellissima). Lui ripete sempre che non avevano altro in comune. E' un uomo molto molto sincero. Mi dice fin dai primi mesi che io gli sto 'salvando' la vita, che l'ho fatto rinascere con la mia persona e il mio amore. Che ama la mia testa. Che ama la mia mente, e la mia capacità di comprenderlo. Che io sono bella. Ma dice anche che non spicco certo in femminilità, che non sono erotica e che l'eroticità o c'è o non c'è e lui ne ha bisogno per eccitarsi. Dice di amarmi, che l'eroticità è comunque un dettaglio, che non è la sostanza. Mentre io di sostanza ne ho immensamente. Fatto sta che lui che ho conosciuto pieno di perversioni, è ora un compagno che se pur affettuosissimo, pieno di rispetto e amore verso di me, non gioca con il mio corpo, nè certo lo ama come ama il resto. Io sono una donna molto insicura e tutto ciò mi sta ferendo molto.
Parlarne ha inibito un poco entrambi. Io ho sempre avuto bisogno di molta sessualità e sono attrattissima sessualmente da lui. Non sono una tigre a letto, anzi sono molto passiva credo pur prendendo anche l'iniziativa. E' come se sessualmente vibrassimo su onde molto diverse ed è dolorosissimo da accettare. Perchè sono stata anche molto amata sessualmente, quindi sento che manca. Ho migliorato la mia femminilità, ma non ha portato comunque risultati. Non si può stravolgersi. Mentre a letto non sono ancora riuscita a darmi una vibrazione diversa. In parte credo anche che io sia il primo rapporto che gli riempie davvero l'anima, che non lo fa correre disperato, che gli aumenta l'amore per se stesso e l'autostima e che ciò placa molto la sua sessualità...ma in soldoni a letto, che è il luogo dove ci si ama anche fisicamente, lui che sarebbe molto perverso...con me è quasi quasi scomparso. Mi chiedo se a me sta dando il meglio che ha. E mi chiedo dove prima o poi andranno a rimbalzare queste zone di perversione che con me non vive. Mi chiedo però soprattutto come creare qualcosa di diverso fisicamente da quello che abbiamo. Lui ha sempre amato molto corpi ragazzini, le sue ragazze erano tutte piu' piccole di me, giovanissime. Io sono una donna di quarant' anni, con le inevitabili differenze con una giovanissima ragazza di venticinque anni.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 8 GIU 2015

Cara Licia
ho trovato davvero molto interessante la sua lettera e sono entrata in questo ritmo del racconto dove "passavano" scene come in un film, un film un poco tormentato dove però i protagonisti esprimono amore e reciproca dedizione.
Questo amore, a mio parere, risalta molto e sorpassa quella linea di confine con comportamenti "compulsivi e caoticamente" eterogenei messi in atto dal suo partner nella sfera sessuale; la sorpassa e ne invade la corsia.
Lui avrebbe potuto nascondere tutto ma non lo ha fatto e si è prensentato "nudo" psicologicamente a lei e senza difese.
Questo è bellissimo!
Lei nella sua insicurezza di giovane donna, si pone le domande giuste (a mio parere) ma le colloca in un quadro poco lucido, e qui si vede che la sua preoccupazione ha preso il sopravvento.
La mancanza di "lucidità" del quadro, consiste nel dare una rilevanza all'aspetto, puramente sessuale, (fisico) mettendo come tra parentesi la relazione d'amore che ne viene ad essere sia separata e sia svalorizzata.Questo non le permette di essere nell'ottica corretta per affrontare il problema (se di problema si tratta).
Torniamo alla relazione d'amore che è il vero punto e il cuore della relazione.
Questo amore comprende la sessualità come espressione di unione.
Lei non deve "rincorrere" l'essere femminile in una immaginaria competizione con l'altra. Casomai, sviluppare le caratteristiche l'hanno resa unica per lui.
Ritrovi una sua dimensione di sicurezza nell'essere se stessa e nell'esserlo con lui.
Non si tormenti troppo neanche per le di lui possibili fantasie.
Consideri anche che le "fantasie sessuali" tutti gli uomini le hanno, quello che non hanno invece e che trovano difficilmente è un partner con cui condividerle e che li accetti come sono.
Lei, in questo rapporto, ha questa stupenda possibilità, speriamo che non la perda con inutili paure e problematiche d'insicurezza.
Infatti credo che il suo problema sia molto legato alla sua insicurezza ripeto.
Per ulteriori riflessioni io ci sono!
Dott.ssa Silvana Ceccucci Psicoterapeuta in Ravenna
Un caro saluto

Dott.ssa Silvana Ceccucci Psicologo a Ravenna

3084 Risposte

6928 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

8 GIU 2015

E' si' vero che si potrebbe trovare l'origine delle nostre scelte e gusti sessuali ma è anche vero che sono percorsi infiniti e forse più adatti alla pazienza di una donna che a quella di un uomo. E il problema più grosso è che non sono percorsi immediati come forse una vita sessuale richiede. E' verissimo quello che scrive la Dottoressa Fontanella: il rischio è un amore a metà. Nelle persone insicure però quello che al mattino è un moscerino, alla sera è diventato un elefante; quindi questo credo sia il primo passo: non intaccare quello che c'è già, che come riconosce il suo ragazzo per lui è fondamentale, e forse é sicuramente anche una scoperta rispetto ai rapporti passati. Questo è già tantissimo.
Gli uomini amano in molti modi, forse in più modi rispetto alla donna che tende invece come d'altronde è la sua anima ad unificare. Il suo ragazzo ha amato prima una donna erotica e femminile, poi una donna per lui poco erotica e femminile ma con altre componenti che dal suo punto di vista valgono di più (non a caso successive, componenti quindi che richiedono varie esperienze amorose per essere comprese ed apprezzate). Il suo ragazzo quindi ha un proprio gusto, un proprio istinto sessuale ma che entra in contrasto con la sua scala di valori: questo aspetto può essere dalla vostra parte. Trattenere l'amore è infatti anche intelligenza. Per questo non sono d'accordo con un' eccessiva salvaguardia di se stessa perchè a suo modo mi sembra che il suo ragazzo abbia fatto la sua scelta e questo merita presenza e non divisione.
Valorizzare quindi quello che avete, non lasciare spazio all'insicurezza...e forse chiedersi se questa carenza di femminilità o questa sua passività che descrive a letto, le appartengono poi davvero o rientrano invece nella sfera insicurezza.
Anche perché immagino che l'avere iniziato a lavorare sulla sua femminilità possa portare anche lei a nuove scoperte.
L'erotismo non si crea a tavolino, ma spesso va comunque anche scovato in noi stessi. E questo è un suo percorso personale da fare. Potrebbe essere stato inibito in lei per mille motivi magari proprio a favore di altri aspetti della sua personalità più riflessivi o materni. Salvare qualcuno è molto materno, è degno di amore (il suo ragazzo la ama), ma non è appunto erotico. Eppure rintracciandosi credo che troverà anche in lei se non una tigre ma femminilità e capacità di giocare con i bisogni anche di lui.
Ecco, non avendo trovato nelle vostre risposte qualcosa...questo è quello che avrei risposto io. Grazie comunque Licia

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

5 GIU 2015

Non credo invece che la sessualità vada affrontata con troppo intelletto. Dubito che sia un percorso la soluzione.

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

5 GIU 2015

Vi ringrazio delle risposte. Età di lui: 37. Non credo comunque che un percorso di psicoterapia possa modificare la sessualità, che considero una delle poche cose della coppia che non dovrebbe essere affrontata con troppo intelletto o consapevolezza. No?

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

4 GIU 2015

Cara Licia,
la sento molto preoccupata nel fare confronti con il passato, tra lei e le precedenti esperienze sentimentali del suo ragazzo; tra questa relazione e le sue precedenti relazioni. Tuttavia, noi siamo in continuo cambiamento e con noi cambiano anche i nostri bisogni e i nostri desideri. Probabilmente, oggi il suon ragazzo ha trovato in lei ciò di cui sente il bisogno, che lo appaga. Piuttosto, si evince in lei un'insoddisfazione derivata dal non sentirsi pienamente riconosciuta e soddisfatta sessualmente. Di ciò ne dovrebbe parlare con il suo lui e affrontare insieme la questione.
Rimango a sua disposizione per ogni chiarimento.
D.ssa Maria Concetta Culcasi

Dott.ssa Maria Concetta Culcasi Psicologo a Trapani

69 Risposte

15 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

4 GIU 2015

Buongiorno gentile Licia,
ho letto attentamente il suo scritto dove emerge il suo dolore nel non poter esprimere se stessa nella sua totalità. La sessualità è un aspetto importante della nostra vita e ognuno dovrebbe poterlo vivere pienamente, in tutte le sue sfaccettature, con serenità, all'interno della propria vita di coppia. Questo non sta accadendo a lei e per il suo compagno lei sembra più una musa esessuata (quindi non umana) che una donnna tra l'altro in una delle fasi più vibranti della sua vita (i 40anni per una donna possono essere anni molto attivi sessualmente). Ma c'è di più, c'è come una nota di rinuncia in quello che scrive, come se si stia convincendo che quello che lei dà nel rapporto di coppia possa bastare anche a se stessa. E' importante che si chieda cosa fare per migliorare la vostra intimità; il suggerimento è quello di valutare di intraprendere lei che scrive una psicoterapia ad indirizzo psicodinamico per lavorare su questo problema che ora è diventato anche suo e non solo del suo compagno. Poi, eventualmente, iniziare un percorso di coppia con uno/a psicologo/a psicoterapeuta esperto/a in sessuologia. Lei dovrebbe comunque salvaguardarsi nella sua interiorità e poi trarrà le sue conclusioni.
Se è di roma, resto a sua disposizione su quanto accennato.
Si faccia coraggio e chieda aiuto.

Dr.ssa Anna Mostacci Psicologa Psicoterapeuta Roma

Dr.ssa Anna Mostacci Psicologa Psicoterapeuta Psicologo a Roma

1714 Risposte

2818 voti positivi

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

4 GIU 2015

Gentile Lucia,
dal suo messaggio emerge chiaramente la sofferenza ed il disagio per una vita di coppia incompleta, mancante di una importante dimensione. Potrebbe essere utile per lei, per voi fermarvi a riflettere, approfondire e confrontarvi su di una situazione in cui probabilmente entrambi non siete a vostro agio. Potrebbe essere utile un percorso di coppia nel quale, in un contesto protetto e non giudicante, entrambi (con modalità funzionali) potreste avere modo di esprimere il vostro punto di vista, dire ciò che pensate circa la situazione attuale, esplicitare desideri, bisogni, vissuti ed esigenze circa la sessualità. Partendo da una base chiara e soprattutto condivisa sarà possibile capire come venirvi incontro.
Cordiali saluti,
Dott.ssa Stefania Valagussa

Dott.ssa Stefania Valagussa Psicologo a Concorezzo

251 Risposte

1034 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

3 GIU 2015

Cara Lucia,
ci scrive alla fine del messaggio la sua età, come fosse per lei un riferimento di poca importanza. Mi è parso, invece, di sentire la sua sofferenza per il confronto con donne più giovani. Quanti anni ha il suo ragazzo?

E' molto bello che lui riconosca che lei lo ha "salvato" e che in lei ama aspetti diversi dala fisicità, sebbene mi sembri molto duro quello che il suo ragazzo le dice rispetto alla sua assenza si femminilità ed eroticità, aspetti che per lui sono importanti.
E' un pò come le comunicasse un amore a metà. Lo stesso amore a metà che lui ha vissuto precedentemente, anche se in modo contrario.

E' naturale che questo la renda insicura. Potreste ipotizzare di iniziare un percorso di coppia per comprendere meglio i vostri bisogni sessuali e integrarli in una relazione "intera".

Un caro saluto
Dott.ssa Francesca Fontanella

Dott.ssa Francesca Fontanella Psicologo a Rovereto

1030 Risposte

2058 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

3 GIU 2015

Cara Licia,
le relazioni che ricerchiamo, nel corso della vita, possono essere molto diverse tra di loro, questo perchè noi cambiamo, cambiano le nostre priorità e i bisogni che cerchiamo di soddisfare stringendo legami. Il suo compagno ha interrotto una storia che funzionava sul piano della sessualità ma evidentemente non sugli altri, per iniziarne una con lei basata su presupposti completamente differenti. Ciò significa probabilmente che i suoi bisogni sono cambiati, che il sesso non occupa più la posizione più importante nella sua scala di priorità. In lei vede una figura diversa, più solida e complementare alla sua. Credo che non le sia utile mettere a confronto due rapporti così diversi quanto piuttosto trovare un modo, insieme al suo ragazzo, di coltivare la vostra sessualità in modo spontaneo e sano, scevro di confronti e di "doveri". In questo potrebbe essere utile un breve percorso di terapia di coppia. Resto a disposizione per qualsiasi chiarimento.
Dott.ssa Valentina Miceli

Dott.ssa Valentina Miceli Psicologo a Roma

25 Risposte

55 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia di coppia

Vedere più psicologi specializzati in Terapia di coppia

Altre domande su Terapia di coppia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 22500 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 16400

psicologi

domande 22500

domande

Risposte 83650

Risposte